Emergenza sanitaria

Vaccini per tutti gli over 60 da domani. Tanti dubbi sull'organizzazione, riunione in corso

Entro le 12 di oggi avrebbero dovuto recepirla i direttori Asl. Questa mattina è in corso una riunione tra il presidente della Regione, Emiliano, e i sindaci dei capoluoghi per stabilire l'organizzazione della campagna vaccinale

Cronaca
Corato domenica 11 aprile 2021
di La Redazione
L'hub vaccinale in Fiera
L'hub vaccinale in Fiera © ASL Bari

Non c'è ancora traccia della pubblicazione della delibera di Giunta regionale, con tanto di protocollo (DGR n.472/2021 AOO_005/PROT/10/04/2021/0002959), che i direttori delle Asl pugliesi avrebbero dovuto recepire entro le 12 di oggi. Circolato in mattinata, il documento detta nuove disposizioni per il potenziamento dell’offerta e delle modalità di accesso alle vaccinazioni anti Covid in Puglia.

«A partire dal 12 aprile - è scritto nella circolare - avranno accesso alla vaccinazione tutte le persone di età superiore ai sessant'anni che non si trovano in condizione di estrema vulnerabilità o di disabilità grave è consentito senza alcuna prenotazione o conferma di adesione. Gli hub e i punti vaccinali devono garantirlo fino al completamento delle disponibilità giornaliere».

In pratica, ogni cittadino pugliese ultrasessantenne, senza alcuna condizione di fragilità e senza prenotazione, dovrebbe avere diritto ad essere vaccinato. La circolare ribadisce la priorità di accesso ai punti vaccinali «alle persone che hanno già manifestato l’adesione alla vaccinazione». Ma si può ben immaginare il caos che ne potrebbe scaturire, aprendo le vaccinazioni anche ad una vasta platea di persone non prenotate. Motivo per cui questa mattina è in corso una riunione tra il presidente della Regione, Emiliano, e i sindaci dei capoluoghi per stabilire l'organizzazione della campagna vaccinale.

Sono infatti certamente da valutare le conseguenze derivanti dal comprensibile assalto agli hub vaccinali che potrebbero creare assembramenti e disagi. I primi cittadini sono infatti molto critici rispetto a questa scelta: «c'è molta disorganizzazione e questa disorganizzazione non può ricadere sui sindaci» ha detto all'Ansa Domenico Vitto, presidente Anci Puglia.

Le fiale messe a disposizione sono quelle del vaccino anglosvedese AstraZeneca, da settimane nell’occhio del ciclone, che molti over 70 stanno rifiutando disdicendo la prenotazione. Al momento la Puglia ne avrebbe in magazzino 230mila fiale. Quest’apertura agli over 60 senza prenotazione - nei piani dei vertici regionali - potrebbe far smaltire le scorte inutilizzate e far lievitare il numero degli immunizzati.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 11 aprile 2021 alle 11:13 :

    Ma si stanno già rimangiando tutto? Rispondi a Franco