È stato eseguito nei giorni scorsi nell'ospedale Bonomo di Andria

Raro intervento salva la vita a 74enne coratino. Nella équipe anche due medici di Corato

​Si chiama dissezione cronica della carotide interna ed è una procedura effettuata in pochissimi centri in Italia

Cronaca
Corato martedì 23 febbraio 2021
di La Redazione
L'ospedale Bonomo di Andria
L'ospedale Bonomo di Andria © AndriaLive.it

È una procedura effettuata in pochissimi centri in Italia che permette di ripristinare il corretto apporto di sangue al cervello, eliminando il rischio di ictus o emorragia cerebrale. Ed è stata eseguita nei giorni scorsi nell'ospedale di Andria su un paziente coratino, da una équipe nella quale figurano due medici della nostra città.

Si chiama dissezione cronica della carotide interna di sn con aneurismi cerebrali associati, una patologia che avrebbe potuto provocare il decesso o seri danni neurologici al paziente, un 74enne di Corato.

Il delicato intervento di ricostruzione della carotide, eseguito mediante il posizionamento di quattro stent metallici, è durato oltre quattro ore è stato condotto dall’équipe di Neuroradiologia interventistica composta dal medico coratino Fabio Quinto e dai dottori Paolo Cerini e Mauro D’Addato, sotto la supervisione tecnica del dott. Maurizio Resta, già direttore del reparto di Radiologia dell’ospedale SS. Annunziata di Taranto e tra i massimi esperti nazionali della metodica.

L’intervento è stato possibile grazie alla collaborazione del dott. Luigi Venitucci, anch'egli coratino, esperto in neuroanestesia, e all’équipe dell’unità operativa di Neurologia dell’ospedale Bonomo, diretta dal dott. Maurizio Giorelli che ha seguito il paziente durante la degenza post ricovero.

Il livello di complessità raggiunto nei trattamenti della patologia neurologia ischemica ed emorragica pone l’ospedale Bonomo quale centro di riferimento per tale patologia nell’ambito del Nord barese e della BAT.

«Siamo grati all’équipe medico-infermieristica per le cure prestate - ha fatto sapere la famiglia del paziente - ed il costante aggiornamento sulle condizioni del familiare nonostante le restrizioni dovute all’epidemia in corso».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Vitantonio Di Bisceglie ha scritto il 26 febbraio 2021 alle 10:42 :

    Per fortuna che nonostante i tanti tagli alla sanità esistono queste bellissime realtà, bravissimi tutti complimenti. Rispondi a Vitantonio Di Bisceglie

  • anselmi giuseppe ha scritto il 25 febbraio 2021 alle 09:11 :

    Complimenti a tutta l'equipe . E' bello vedere e sapere di cose buone anche nel nostro SUD. Ancora COMPLIMENTI Rispondi a anselmi giuseppe

  • Francesco Quercia ha scritto il 23 febbraio 2021 alle 22:00 :

    Complimenti.... Rispondi a Francesco Quercia

  • Carlo figliolia46@gmail.com ha scritto il 23 febbraio 2021 alle 08:08 :

    Un grande (bravi bravi)a tutti. Rispondi a Carlo figliolia46@gmail.com

  • anna zucaro ha scritto il 23 febbraio 2021 alle 07:30 :

    Sono tanti gli interventi salvavita di questa GRANDE SQUADRA,medici di una spiccata umanità,professionalità e passione innata del loro mestiere che purtroppo manca a tani altri di loro...GRAZIE,in particolar modo ai ns medici compaesani! Rispondi a anna zucaro

  • Lucy ha scritto il 23 febbraio 2021 alle 06:22 :

    Ogni tanto una buona notizia ci vuole!! Complimenti allo staff medico e un in bocca al lupo alla persona che ha subito l'Intervento! Rispondi a Lucy