È iniziato tutto con l’idea di realizzare un pannello decorativo con la tecnica del riciclo creativo ma questa volta la situazione è sfuggita di mano

L'Imbriani-Piccarreta raccoglie due quintali di tappi di plastica: «Diventeranno un'opera d'arte»

Sulla spinta di alcuni docenti, sotto la guida della preside Grazia Maldera, è partita una competizione virtuosa fra le classi dell’istituto: a vincere è stata la classe che ha raccolto la maggior quantità di tappi

Contenuti Suggeriti
Corato martedì 11 febbraio 2020
di La Redazione
L'Imbriani-Piccarreta raccoglie due quintali di tappi di plastica: «Diventeranno un'opera d'arte»
L'Imbriani-Piccarreta raccoglie due quintali di tappi di plastica: «Diventeranno un'opera d'arte» © Istituto comprensivo "Imbriani-Piccarreta"

È iniziato tutto con l’idea di realizzare un pannello decorativo con la tecnica del riciclo creativo ma questa volta la situazione è sfuggita di mano. Le classi dell’istituto “Imbriani-Piccarreta”, nell’arco di dodici settimane, hanno raccolto oltre due quintali di coloratissimi tappi.

Sulla spinta di alcuni docenti, sotto la guida della preside Grazia Maldera, è partita una competizione virtuosa fra le classi dell’istituto: a vincere è stata la classe che ha raccolto la maggior quantità (in chilogrammi) di tappi in plastica provenienti da flaconi, detersivi, bottiglie, dentifrici e ogni tipo di prodotto provvisto di una chiusura. Ogni giorno a scuola sono arrivati tappi di ogni tipo, piccoli, grandi e coloratissimi; serviranno a dar vita ad un grande quadro che rappresenta la stupidità dell’uomo, nell’inquinare i propri mari. Ad aggiudicarsi il premio finale è stata la classe seconda E che da sola ha raccolto ben 35 chili di materiale plastico: si è aggiudicata la possibilità di vivere un’esperienza di laboratorio teatrale presso “Teatri Di.versi”, ex “Teatrificio 22”.

«Un ulteriore contributo - commenta la dirigente Maldera - è stato profuso da Legambiente rappresentata ieri da Giuseppe Soldano. Sposando l’iniziativa il circolo ha offerto il proprio supporto e sottolineato l’importanza di queste iniziative per la creazione di una “coscienza ecologica”. È il caso di dire che, anche questa volta, l’unione ha fatto la forza e un ringraziamento speciale è doveroso rivolgerlo a tutti gli alunni dell’istituto “Imbriani-Piccarreta” che con la loro piccola opera silenziosa hanno reso possibile questa bella e utile iniziativa».

Lascia il tuo commento
commenti