Grande successo

Tanti applausi al Comunale per la "Mary Poppins" di Danzarte

Due spettacoli, entrambi sold-out per veicolare un messaggio importante. Le interviste a Pina Scarpa, Cristina Amodio e Vincenzo Mascoli

Contenuti Suggeriti
Corato lunedì 17 giugno 2019
di La Redazione
Tanti applausi al Comunale per la
Tanti applausi al Comunale per la "Mary Poppins" di Danzarte © Giuseppe Ferrara

Un’infinità di applausi e consensi hanno fatto da cornice a “Mary Poppins”, magistrale rivisitazione dell’omonimo film, brillantemente coreografato dalla dott.ssa Ins. Pina Scarpa che incanta, ancora una volta, e emoziona l’intero Comunale gremito di pubblico. Merito del forte contenuto simbolico, della gioia, dell’ilarità e del messaggio d’amore per la vita secondo il quale bisogna sempre guardare oltre, anche quando la vita ci pone dinanzi qualche avversità.

«Questo spettacolo - spiega la coreografa dott.ssa Ins. Pina Scarpa - è stato fortemente voluto dalla nostra direzione artistica che ha cercato di inculcare, sin dalle nuove generazioni il senso critico della vita. Vivere con quel pizzico di zucchero, facendo sì che tutte le preoccupazioni che la vita ci pone dinanzi vengano superate dalla creatività, dall’amore per la vita. La danza ci permette di volare, come Mary Poppins ci insegna. Il forte messaggio, appositamente voluto e ricercato, unito all’originalità coreografica e musicale ha avuto l'intento di sensibilizzare i cuori e gli animi di tutti gli spettatori all’unico valore che conta in questa realtà: la vita».

La nota coreografa ha da sempre abituato il suo pubblico a non aspettarsi la semplice messa in scena dei balletti classici, quanto a rivisitarli, e usarli come punto di partenza per scrutare l’animo umano. Sbalordisce la tecnica e la padronanza lirica e virtuosistica di tutti gli allievi in tutte le discipline a partire dai più piccoli, di soli quattro anni, fino ai gruppi avanzati. Proprio i più piccoli sono stati i protagonisti di questo spettacolo, segno che l’innovativo metodo pedagogico di insegnamento della scuola, può far realmente “danzare” in totale autonomia, bimbi fin dalla tenera età.

A questo si unisce la sperimentazione coreografica dei gruppi di classico e contemporaneo avanzato, la contaminazione dell’hip hop style, unita all’arte scenica realizzata dallo scenografo Vincenzo Mascoli, coadiuvato da tutto il team di PugliaAudio. In riferimento a questa tipologia di spettacolo, Il comunale di Corato per la prima volta registra il “sold-out” in entrambe le giornate ed in sole poche ore di prevendita, segno questo di un’attenzione particolare rivolta alle creazioni della scuola coratina da sempre abituata a stupire, sorprendere e ricercare elementi sempre innovativi in ogni spettacolo.

Presenza d’eccezione quella della maître de ballet internazionale, Cristina Amodio, che ha seguito il percorso delle ballerine. L’ex ballerina della scala, in questo rapporto ormai decennale con la scuola, ha fornito la sua lunga esperienza alle giovani allieve della dott.ssa Ins. Pina Scarpa. «Andare in scena è il coronamento di tutte le ore di studio passate alla sbarra – spiega la Amodio – Ho una forte affezione per la scuola diretta da Pina Scarpa e in questi anni ho visto crescere e diventare grandi i suoi allievi. Qui mi sento in famiglia.»

Lascia il tuo commento
commenti