La lettera integrale

De Benedittis: «Macchina comunale ingolfata». Il sindaco chiarisce e si scusa con i dipendenti

Il sindaco: «Nessuna affermazione di giudizio ho inteso fare su ognuno di voi, che, invece, in più occasioni pubbliche, ho sempre ringraziato per l’abnegazione e professionalità e lo ribadisco anche adesso»

Attualità
Corato venerdì 27 novembre 2020
di La Redazione
Corrado De Benedittis in diretta Facebook
Corrado De Benedittis in diretta Facebook © n.c.

Una lettera inviata in forma ufficiale a tutti i dipendenti comunali. Così il sindaco, Corrado De Benedittis, ha voluto chiarire le dichiarazioni fatte durante la diretta Facebook di mercoledì scorso nelle quali ha definito la macchina comunale «ingolfata, obsoleta e non funzionante».

«Molti mi chiedono come mai non mi si vede in giro. - aveva dichiarato De Benedittis - Avete ragione ma sono qui h24 in questo palazzo per programmare gli interventi urgenti a fronte di una macchina comunale che è ingolfata, che è obsoleta, vecchia, che non funziona e che non risponde come dovrebbe alla catena del comando. Allora dobbiamo ripristinare la giusta agibilità strutturale amministrativa, di funzionamento, tecnica all'interno di questo nostro palazzo perché possiate vedere voi i frutti. (...) Non mi farò risucchiare dalle logiche del palazzo».

Dichiarazioni che evidentemente hanno creato malumore tra i dipendenti del Comune e che De Benedittis ha inteso chiarire, scusandosi per il fraintendimento.

«Gentilissimi e gentilissime dipendenti - si legge nella lettera del sindaco ai dipendenti - ho appreso di un vostro presunto risentimento scaturito da un mio videomessaggio su fb, in cui faccio riferimento al funzionamento della nostra macchina comunale.

L’affermazione che la struttura amministrativa è obsoleta e ingolfata fa sintesi di ciò che la maggior parte di voi mi ha più volte rappresentato, ovvero, che si è in pochi, in affanno, che ci sono evidenti carenze strutturali che incidono sia sul benessere e serenità di chi lavora, sia sulla modalità operativa dei procedimenti e quindi anche sull’efficienza della cosiddetta catena del comando. Nessuna affermazione di giudizio ho inteso fare su ognuno di voi, che, invece, in più occasioni pubbliche, ho sempre ringraziato per l’abnegazione e professionalità e lo ribadisco anche adesso.

Se la comunicazione su richiamata ha, comunque, causato fraintendimenti, sono evidentemente stato infelice nell’espressione verbale e di questo me ne rammarico. Vi chiedo, pertanto, scusa per l'eventuale amarezza che le mie parole possono aver provocato. Vi confermo, intanto, la mia stima e vicinanza».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Pier Luigi ha scritto il 30 novembre 2020 alle 11:05 :

    Al di là delle successive scuse, il Sindaco ha semplicemente detto la verità. A Corato urge una "pulizia" della burocrazia (e in molti casi anche del personale) comunale. Rispondi a Pier Luigi

  • Ardito Cataldo ha scritto il 29 novembre 2020 alle 13:39 :

    Io personalmente non ho da difendere nessuno,se tutti usassero il proverbio (saper dare un colpo al cerchio e altro alla botte).si poteva stare un passo avanti Rispondi a Ardito Cataldo

  • antono caputo ha scritto il 29 novembre 2020 alle 07:24 :

    non dovevi scusarti, hai detto semplicemente la verita'. Le cose stanno davvero come le hai descrite. E' un dato di fatto. Quindi niente scuse ma .....un serio segnale di cambio di marcia. Se non sei capace a farlo, se cominci a scusarti solo per un semlice appunto....vuol dre che hai sbagliato a decidere di fare il sindaco Rispondi a antono caputo

  • Antonio la trippa ha scritto il 28 novembre 2020 alle 18:44 :

    A me no mi interessa il patentino dei funghi non è il mio hobby. A me interessa la salute del mio paese, della mia gente, ma non tollero il fatto che gli enti competenti non facciano bene il loro lavoro. Anzi sono inesistenti se chiami. Non è giusto. E di più la gente sta morendo e il sindaco fa il programma natale coratino. Ma va.. Rispondi a Antonio la trippa

  • TT ha scritto il 28 novembre 2020 alle 11:36 :

    Dov'è il cambiamento? Rispondi a TT

    Antonio51 ha scritto il 28 novembre 2020 alle 14:19 :

    basta cosa andate trovando, lasciatelo lavorare....allora perché non vi siete proposti voi come candidato sindaco? Rispondi a Antonio51

  • nerdrum ha scritto il 28 novembre 2020 alle 11:02 :

    quando fate commenti negativi o peggio ancora trasudanti astio e peggio ancora carichi di umana concitazione perché in questo frangente nn riuscite ad avere in tempo reale il "patentino" x raccogliere funghi", ricordatevi che potete morire di covid....... tutta la cosa vi apparirà sopportabile. Rispondi a nerdrum

  • Mandrake ha scritto il 28 novembre 2020 alle 09:31 :

    Mo vuoi vedere che vogliono lavorare i dipendenti comunali.....🤣🤣 Rispondi a Mandrake

  • Aeldus ha scritto il 28 novembre 2020 alle 09:08 :

    Sig sindaco Ma non doveva istituire un drive in per i tamponi Covid, così avevo sentito. Inoltre ufficio igiene non risponde al telefono, Asl non risponde al telefono e alle mail. Dicono che sono sovraccaricati di lavoro. Ma se non rispondono a tutti e a tutto, come fanno a essere sovraccarichi di lavoro? Per avere qualche risposta o devi conoscere il solito amico degli amici oppure il nulla. Sveglia egregio signor sindaco!! In te ripone fiducia il 65% dei coratini che di Perrone pensava peste e corna. Non vorrai che penseranno di lei la stessa cosa? E sulla sanità, non sia il fantoccio di Emiliano e LoPalco...... che preferiscono chiudere tutto anziché potenziare le strutture sanitarie e gli uffici di aiuto ai cittadini. Grazie Rispondi a Aeldus

    Antonio51 ha scritto il 28 novembre 2020 alle 14:22 :

    ma un drive, come lo chiami, si fa in 48 ore? ma siamo impazziti? Rispondi a Antonio51

    Aeldus ha scritto il 30 novembre 2020 alle 08:34 :

    Scusi Ma da quando è stato eletto il neo sindaco? Eppoi, serve un area (parcheggio esterno dell'ospedale?) e 4-5 persone della protezione civile che si alternano. A Molfetta funziona così Rispondi a Aeldus

  • Nunzia rosito ha scritto il 28 novembre 2020 alle 08:30 :

    Tutti contro i dipendenti! Siete solo invidiosi e ricordate che se i dipendenti sembrano tutti nullafacenti, non è colpa loro ma da chi sono manovrati.... il semplice dipendente fa solo quello che è nelle proprie competenze ! Smettetela di fare i saputelli quando non sapete come vengono manovrati i dipendenti! Prendetevela con chi ha alte dirigenze Rispondi a Nunzia rosito

  • Antonio la trippa ha scritto il 28 novembre 2020 alle 07:18 :

    Sindaco non perdere tempo ha scusarsi con i dipendenti comunali che sono ben PAGATI PAGATI PAGATI anche tu PAGATO c'è gente chiusa in casa che non può lavorare perché l'ASL non da risposta u vu capi o no. Il resto sono chiacchiere. Cerca di aiutare i cittadini non i soliti statali. Adesso se la cosa più importante è questa epidemia. Rispondi a Antonio la trippa

    Mandrake ha scritto il 28 novembre 2020 alle 09:29 :

    Bravissimo Rispondi a Mandrake

  • Ares ha scritto il 28 novembre 2020 alle 07:04 :

    In verita'penso che la macchina amministrativa e' desueta, non aggiornata e spesso prepotente. Istaurare il dovere del servizio pubblico uguale per tutti e' una priorita' Rispondi a Ares

  • Antonio m ha scritto il 28 novembre 2020 alle 03:28 :

    Egregio signor sindaco, mi dispiace dirglielo ma questa lettera di scuse non è per nulla corretta. Quello che lei ha detto a proposito del fatto che la macchina comunale è obsoleta e ingolfata è la pura verità. Bisognerebbe cominciare proprio dai piani alti e scendere, facendo capire a qualcuno che non ha chiaro il concetto che non devono lavorare solo se ne hanno voglia ma devono farlo perché percepiscono uno stipendio pagato da noi tutti e anche per la loro dignità. Venissero a vedere come vanno nelle aziende le cose in questo momento,personale ridotto all'osso che deve fare il lavoro di altri due dipendenti perché sennò l'alternativa e chiudere, attività commerciali che non rientrano nei costi. Ci sono nella P. A. persone che svolgono il loro lavoro con dignità ma si possono contare. Rispondi a Antonio m

    Mario lupo ha scritto il 28 novembre 2020 alle 17:51 :

    Sono d’accordissimo con lei . La macchina comunale e vecchissima e purtroppo c’è tanto lassismo da parte di certi impiegati . E vorrei aprire una parentesi e permettermi di dire al sindaco di tenere alta la guardia perché c’è rimorso . Rispondi a Mario lupo

    Francesco Tarricone ha scritto il 28 novembre 2020 alle 13:59 :

    Perfettamente d’accordo. Questa gente dovrebbe fare un po’ di esperienza nel privato per capire cosa significa lavorare. Altro che numero ridotto. Ma per favore. È sufficiente andare ogni tanto negli uffici pubblici per vedere. Non mi è mai sembrato che si stessero ammazzando di lavoro. Inoltre, mai visto da nessuna parte, prima timbrare, e poi andare al bar a fare colazione con tutti i comodi Rispondi a Francesco Tarricone

  • Michy ha scritto il 28 novembre 2020 alle 01:55 :

    Ufficio elettorale è sempre chiuso. Sindaco apri gli occhi . Mi è stato detto che è uno l' impiegato è non c'è da diversi giorni. Altro che scuse, dovevo fare una domanda per fare lo scrutatore è non ho fatto nulla. Forse devi essere raccomandato oppure!!!!. Intanto i termini sono scaduti . Grazie a questa bellissima macchina . Ribadisco vada in giro sig. Sindaco non serve stare chiusi 24su24 nel comune.Non aver paura del covid!!!!!. Sveglia sveglia. Rispondi a Michy

  • Costantino ha scritto il 27 novembre 2020 alle 22:48 :

    OCCHIO!!!! Il palazzo di città lo sempre visto come un custode di segreti. Ha buon intenditore poche parole . Rispondi a Costantino

  • Mappe Piacere ha scritto il 27 novembre 2020 alle 22:26 :

    Facessero poco gli offesi e si dessero più da fare. Non si rendono conto di essere tante volte un bastone tra le ruote e di far passare per favori dei loro doveri. Bravo Corrado e grazie per la tua totale devozione al tuo mandato! Rispondi a Mappe Piacere

  • X corato ha scritto il 27 novembre 2020 alle 21:37 :

    Io mi sarei scusato più con i cittadini per le numerose mancanze del comune e sopratutto per i provvedimenti tardivi per arginare il più possibile il virus, dopo tanti contagi, tanti morti e tanta attesa per emettere un’ordinanza che vale appena una settimana (con la speranza che si rinnovi). Adesso Corrado ti dico che ti stimo anche se non ti conosco personalmente e spero che possa fare qualcosa in più con queste ordinanze perché c’è davvero bisogno di arginare questo male che impaurisce tutti e fa soffrire molti concittadini fini a condurlo al punto del non ritorno. Rispondi a X corato

    Asf ha scritto il 27 novembre 2020 alle 22:07 :

    Ha ragione.Io la prima vado in un profondo stato di depressione. Rispondi a Asf