L'evento

Puglia zona rossa? Oggi diretta Live con il prof. Pier Luigi Lopalco

Numeri in aumento, contact tracing saltato, mancanza di personale, ma anche il caos scuole: sono solo alcune delle questioni che saranno affrontate

Attualità
Corato giovedì 19 novembre 2020
di La Redazione
Il prof. Pierluigi Lopalco
Il prof. Pierluigi Lopalco © n.c.

La Puglia affronta la seconda ondata dell’emergenza coronavirus: numeri in costante aumento, il sistema di contact tracing saltato, personale sanitario insufficiente per gestire l’afflusso dei pazienti negli ospedali pugliesi, ma anche il tira e molla sulla scuola tra governo centrale e regionale.

Sono tante le questioni che i giornalisti Livenetwork affronteranno con l’assessore regionale alla sanità, prof. Pier Luigi Lopalco, chiamato dal presidente Michele Emiliano già da marzo scorso a supporto della task force regionale.

L’intervista sarà trasmessa in diretta sulle pagine facebook di CoratoLive.it e dei portali del Livenetwork, oggi alle 17.30.

Spazio anche alle domande in diretta da parte degli utenti che potranno intervenire nei commenti.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • opinione personale ha scritto il 19 novembre 2020 alle 11:44 :

    la zona rossa, ecc non penso sia una soluzione efficace a combattere la diffusione del virus, ma solo un danneggiamento GRAVE e PROFONDO delle categorie più deboli e che non possono contare su uno stipendio fisso, ed un grave disagio sociale . Trattasi di misure, spesso incoerenti e molto approssimative , per porre una pezza , a scapito di chi puo meno "contare" , alle croniche falle della pubb. amm. e della politica . Mi domando perchè per tempo non si è provveduto ad adeguare i trasporti le strutture ospedaliere, le scuole aumentando la capienza ,, le attrezzature ( vedi bombole ossigeno ) ed il personale medico, o perchè non vengano effettuati gli opportuni controlli per evitare comportamenti scorretti......... , sembra si voglia adottare la soluzione più facile a prescindere Rispondi a opinione personale

    franco ha scritto il 19 novembre 2020 alle 15:48 :

    invece la zona rossa, se applicata in tempo, ha avuto il merito di almneo tamponare e bene il virus nella fase iniziale quando TUTTI eravamo disinformati su di esso.- Mi cniedo invece se dopo il LIBERI TUTTI di maggio qualcuno (forze dell'ordine e loro dirigenti) avrebbero dovuto continuare a CONTROLLARE TUTTI GLI ITALIANI che facevano i sordi per non sentire e i ciechi per non vedere e le conseguenze alla fine le abbiamo avute puntuali ad agosto.....del resto in questo paese vi è sempre qualcuno che NON controlla i controllori... Rispondi a franco