Il bollettino della Regione

Coronavirus: nuovi positivi, ancora un record. Oggi 631 in Puglia con 10 decessi

​«Il numero quotidiano di contagi in leggero e continuo aumento si accompagna ad una pressione sul Servizio Sanitario. Nelle prossime settimane dobbiamo ridurre al minimo necessario i nostri contatti sociali» afferma Lopalco

Attualità
Corato sabato 24 ottobre 2020
di La Redazione
Laboratorio Coronavirus Covid Di Venere
Laboratorio Coronavirus Covid Di Venere © n.c.

Oggi, sabato 24 ottobre, in Puglia sono stati registrati 5.339 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 631 casi positivi: 284 in provincia di Bari, 32 in provincia di Brindisi, 101 in provincia BAT, 123 in provincia di Foggia, 36 in provincia di Lecce, 60 in provincia di Taranto, 6 attribuito a residenti fuori regione (11 casi di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti).

Sono stati registrati 10 decessi: 6 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 2 Foggia, 1 in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell'emergenza sono stati effettuati 518.574 test. 5.977 sono i pazienti guariti. 7.398 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 14.031, così suddivisi: 5.879 nella provincia di Bari; 1.372 nella provincia BAT; 1.017 nella provincia di Brindisi; 3.342 nella provincia di Foggia; 1.048 nella provincia di Lecce; 1.272 nella provincia di Taranto; 101 attribuiti a residenti fuori regione.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia odierno è consultabile cliccando qui.

Dichiarazione dell’assessore alle Politiche della Salute, Pier Luigi Lopalco: «Il numero quotidiano di contagi in leggero e continuo aumento si accompagna di conseguenza ad una pressione sul Servizio Sanitario Regionale, sia sui servizi territoriali che sul sistema ospedaliero. È importante uno sforzo da parte di tutti per rallentare la crescita dei contagi. Nelle prossime settimane dobbiamo ridurre al minimo necessario i nostri contatti sociali».
Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • G Coppola ha scritto il 24 ottobre 2020 alle 16:40 :

    Ce lo si pone ora il problema della pressione sul servizio sanitario? Rispondi a G Coppola

    Maria P. ha scritto il 24 ottobre 2020 alle 18:47 :

    Dove la vedi la pressione? C'era a marzo. E hanno avuto tutto il tempo per provvedere. E invece hanno fatto solo previsioni. Sbagliate. Rispondi a Maria P.

  • tonico ha scritto il 24 ottobre 2020 alle 16:33 :

    Egregia Redazione e a Corato quanti sono? Rispondi a tonico