On line l’avviso per reperire altre 230 aule

​Riaperture scuole superiori: la Città Metropolitana cerca 230 aule

Il Servizio Edilizia, Patrimonio e Locazioni della Città metropolitana di Bari ha pubblicato un bando a seguito dell’assegnazione dal parte del Ministero dell’Istruzione di 1.488.735,75 euro

Attualità
Corato martedì 15 settembre 2020
di La Redazione
​Riaperture istituti superiori: dal Ministero 1 milione e 500 mila euro
​Riaperture istituti superiori: dal Ministero 1 milione e 500 mila euro © n.c.

Un avviso esplorativo con lo scopo di reperire sul territorio metropolitano immobili da adibire ad attività didattiche. Lo ha pubblicato il Servizio Edilizia, Patrimonio e Locazioni della Città metropolitana di Bari a seguito dell’assegnazione dal parte del Ministero dell’Istruzione, il 7 settembre scorso, di 1.488.735,75 euro per la locazione di immobili da destinare ad aule scolastiche.

Nel bando si cercano complessivamente 230 nuove aule da reperire, in misura variabile, all’interno di immobili situati tra i Comuni di Acquaviva delle Fonti, Alberobello, Altamura, Bari, Bitetto, Bitonto, Conversano, Corato, Grumo Appula, Locorotondo, Molfetta, Polignano a Mare e Putignano.

Tra gli elementi di valutazione: la vicinanza dell'immobile alla struttura scolastica di riferimento, l’immediato utilizzo, la convenienza economica. Le proposte dovranno pervenire, entro e non oltre le ore 12:00 del 21 settembre 2020, mediante PEC all'indirizzo patrimoniolocazioni.provincia.bari@pec.rupar.puglia.it. Il testo integrale del bando è disponibile qui.

«Con questo nuovo provvedimento intendiamo offrire ai nostri studenti e docenti un’ulteriore disponibilità volumetrica, per garantire i distanziamenti necessari per la didattica in presenza con aule di maggiori dimensioni rispetto a quelle attualmente a disposizione - afferma il consigliere delegato all’Edilizia scolastica, Marco Bronzini -. Stiamo lavorando d’intesa con i Dirigenti scolastici adeguando i nostri interventi sulla scorta delle loro richieste ed esigenze.

Non è un lavoro semplice se si considera che il tempo a disposizione è stato ridottissimo. Siamo tra le Città metropolitane con il più alto riconoscimento economico ottenuto dal Ministero erogato sulla base delle richieste avanzate. Un risultato ottenuto grazie al proficuo e continuo dialogo fra l’Ente, gli uffici scolastici territoriali ed i dirigenti scolastici. Nel frattempo continuano a ritmo serrato i lavori di edilizia leggera negli istituti scolastici interessati e numerosi cantieri sono già ultimati. Siamo fiduciosi, dunque, di riaprire in totale sicurezza i nostri istituti superiori».

La Città metropolitana è beneficiaria di ulteriori 611.122,40 euro di fondi ministeriali anch’essi ottenuti grazie ad un attento lavoro ricognitivo fra il consigliere delegato Bronzini e le istituzioni scolastiche per il noleggio di strutture temporanee, quali tensostrutture o prefabbricati, da installare, dove possibile, negli spazi esterni delle scuole da destinare anch’esse ad attività didattica.

Lascia il tuo commento
commenti