Confermate le anticipazioni fornite ieri sullo svolgimento della festa patronale

Festa patronale "intima", la Deputazione: «Occasione per riscoprire l’essenziale». Il programma

«Quello che viviamo è un tempo particolare, data l’emergenza sanitaria - spiega Michele De Lucia, presidente della Deputazione Maggiore di San Cataldo - che si potrebbe rivelare un vero tempo di grazia»

Attualità
Corato mercoledì 12 agosto 2020
di La Redazione
Il rientro di San Cataldo in chiesa Matrice
Il rientro di San Cataldo in chiesa Matrice © CoratoLive.it

Una festa ridotta all'osso a causa delle restrizioni per il Covid. Sono state confermate le anticipazioni fornite ieri sulle celebrazioni in onore di San Cataldo.

Secondo il programma ufficiale non ci saranno giostre, bancarelle, fuochi d'artificio e processioni. Il momento principale diventa quello della solenne concelebrazione, presieduta dall’arcivescovo Mons. Leonardo D'Ascenzo, che si terrà domenica 23 alle 20 in piazza Cesare Battisti.

«Quello che viviamo è un tempo particolare, data l’emergenza sanitaria - spiega Michele De Lucia, presidente della Deputazione Maggiore di San Cataldo - che si potrebbe rivelare un vero tempo di grazia dove ognuno è chiamato a riscoprire l’essenziale fatto di semplici cose come calore, affetto, amicizia, familiarità, solidarietà e responsabilità.

Questo spirito deve animare la nostra comunità cittadina nella festa del Santo patrono Cataldo che quest’anno vivremo in maniera differente seguendo quelle che sono le indicazioni della conferenza episcopale pugliese. Il Signore ci accompagni con la sua presenza in questi giorni di preghiera, chiedendo l’intercessione di San Cataldo».

Il programma

19,20, 21 agosto

Triduo di preparazione predicato da Don Francesco Pilloni della diocesi di Verona

ore 18.15 Santo Rosario meditato

ore 19.00 Santa messa con coroncina al Santo patrono.

Sabato 22 agosto

ore 18.15 rosario medicato

ore 19.00 solenne celebrazione per l’inizio dei festeggiamenti

Domenica 23 agosto

ore 8.30, 10.00, 12.00 Sante messe

ore 20.00 in piazza Cesare Battisti solenne concelebrazione presieduta dall’arcivescovo Mons. Leonardo D'Ascenzo in attuazione del DPCM del 14 luglio 2020.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Vincezo coratino DOC ha scritto il 12 agosto 2020 alle 16:02 :

    Da una parte mi fa tantissimo piacere perché cari paesani: "COSA CI TROVATE DI BELLO A QUESTA FESTA?" bancarelle spezzettate,persone ke girano solo in mezzo al corso senza acquistare niente, giostre ke ogni anno si prendono a botte è pericolose per i nostri figli etc... etc... RIFLETTETE la passeggiata per il corso potete farla ogni giorno e idem anche visitare il patrono quindi non lamentatevi di questa Festa di ME... Rispondi a Vincezo coratino DOC

  • Coratino Emigrato ha scritto il 12 agosto 2020 alle 14:42 :

    Ma senza andare lontano,vedi anche le nostre sale ricevimenti 300,400, persone. C'È SCAM FACEN Rispondi a Coratino Emigrato

  • Taken ha scritto il 12 agosto 2020 alle 11:12 :

    Voi pensate che sia facile organizzare una festa patronale con il problema coronavirus il problema economico del nostro paese le aziende in crisi non è facile parlare tutti sono bravi ma i fatti nulla asst l sold p foi la fest a San Cataldo Rispondi a Taken

  • nerdrum ha scritto il 12 agosto 2020 alle 07:37 :

    il virus c'è o nn c'è? dobbiamo proteggerci e stare attenti o siamo al "rompete le righe"? il vero tema del contendere viene sempre sottaciuto ed ognuno, per interessi personali o convinzioni tutte sue, dice la sua in virtù di un falso e deviato senso di democrazia. qui quello che conta nn è quello che pensa il comitato "sagra del panzerotto" ma quello che pensano i virologi. Rispondi a nerdrum

    Franco ha scritto il 12 agosto 2020 alle 13:50 :

    Quello che dicono i virologi? Quali? Non tutti la pensano uguale. E quelli che applaudono alle restrizioni, aspiranti virologi pure loro, prima di pontificare vadano a vedersi i filmati della festa alla masseria di Bruno Vespa con Emiliano Zaia & friends . Rispondi a Franco

  • Franco ha scritto il 12 agosto 2020 alle 06:42 :

    Con la motivazione del "riscoprire l'essenziale" ripetuta in ogni occasione in realtà si stanno imponendo restrizioni alle feste religiose che altrove non valgono più. Vedi festa alla masseria salentina di Bruno Vespa con Emiliano, Zaia e altri Vip, evidentemente immuni. Rispondi a Franco