L'iniziativa

Piazza Caduti di via Fani, i residenti: «L'abbiamo ripulita per (e con) i nostri bambini»

«Tutto è nato per gioco poi ci siamo impegnati sul serio. Noi adulti ci siamo armati di attrezzi da giardinaggio e la gioia dei bambini ci ha dato la carica per proseguire il lavoro»

Attualità
Corato giovedì 30 luglio 2020
di La Redazione
Piazza Caduti di via Fani
Piazza Caduti di via Fani © CoratoLive.it

I cittadini non sono tutti uguali. Ci sono le persone attente e sensibili da un lato e gli incivili dall’altro. Per fortuna, molto spesso, a fare la differenza sono i cittadini che appartengono alla prima “categoria”.

Le immagini inserite nella galleria fotografica di oggi raccontano quello che è accaduto nei giorni scorsi in quella che un tempo tutti conoscevano come piazza Italia, oggi piazza Caduti di via Fani.

Alcuni cittadini - attenti e sensibili, è il caso di dire – hanno deciso di rimboccarsi le maniche insieme ai propri figli per ripulire la piazza dalle sporcizie che tanti altri avevano lasciato.

«Tutto è nato per gioco – racconta uno di loro - poi ci siamo impegnati sul serio. Noi adulti ci siamo armati di attrezzi da giardinaggio e la gioia dei bambini ci ha dato la carica per proseguire il lavoro: abbiamo deciso di dare una bella pulita alla piazza. Dalle aiuole è venuto fuori di tutto, tanta sporcizia: bottiglie di birra, cartacce, lattine e tanto altro.

Abbiamo raccolto tutto in alcuni sacchi e abbiamo avvertito l’Asipu perché mandasse degli operatori a ritirare il tutto e ultimare la pulizia con le attrezzature idonee. Siamo contenti del risultato, noi siamo stati mossi dalla voglia di restituire ai nostri figli uno spazio pulito in cui giocare. Magari altri come noi potranno fare lo stesso altrove».

«Siamo sempre disponibili alla collaborazione con i cittadini sensibili e concretamente attivi per la soluzione dei problemi» fanno sapere dall’Asipu che, ieri mattina, ha completato l’opera iniziata in piazza Caduti di via Fani.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Elena ha scritto il 30 luglio 2020 alle 17:14 :

    Tanto di cappello a bimbi e genitori ....ma nn e normale che i cittadini devono pulire i giardinetti o piazze basterebbe essere più civili !tanto domani arriverà il solito maleducato e irrespettoso che butterà a terra lattine bottiglie ..,.ed ecco che sarete nuovamente in piazza a ri-pulire! Rispondi a Elena

  • Luigi CIALDELLA ha scritto il 30 luglio 2020 alle 13:18 :

    Hanno ristrutturato la piazza anni addietro ma la situazione di abbandono è abnorme. Più lampioni anche sulle strade tutt’intorno sarebbero utili. I giochi che anni addietro furono istallati li hanno distrutti in men che non si dica. Rispondi a Luigi CIALDELLA

  • Giovanni Randolfi ha scritto il 30 luglio 2020 alle 13:07 :

    Dopo i ragazzi di Via Torre Palomba ecco altri cittadini modello. Piazza Caduti di Via Fani merita rispetto e questi concittadini lo chiedono a gran voce. Ritengo che sia doveroso nel rispetto di chi si è così tanto prodigato migliorare la qualità di vita della piazza e dei residenti lì intorno. Più cestini per i rifiuti, lampioni con migliore propagazione di luce e qualche telecamera certo non guasterebbe. Basti pensare che le strade tutt’intorno (e anche la piazza stessa) sono molto buie e ciò favorisce il comportamento dei distruttori del bene pubblico. Rispondi a Giovanni Randolfi

  • carlo mazzilli ha scritto il 30 luglio 2020 alle 09:58 :

    ottima iniziativa. lodevole. un pò di sano esercizio e sopratutto una sana presa di coscienza delle belle cose che abbiamo, che vanno difese e migliorate, non solo usate e gettate via. questi genitori hanno dato una bella lezione ai propri figli, se vuoi che il tuo ambiente sia pulito e decoroso, datti a fare in prima persona, senza aspettare sovieticamente l'intervento di un governo distante, assente, insulso... Rispondi a carlo mazzilli

  • Francesca scaringella ha scritto il 30 luglio 2020 alle 08:52 :

    Se tutti facessimo così le città sarebbero giardini se poi ci mette lo zampino l'amministrazione comunale le città sarebbero dei Paradisi. Rispondi a Francesca scaringella

  • Caduto Anovanta ha scritto il 30 luglio 2020 alle 05:38 :

    Paghiamo fior di quattrini per la "soluzione dei problemi". Ma chissà dove vanno a finire.. Rispondi a Caduto Anovanta

  • Pippo ha scritto il 30 luglio 2020 alle 04:44 :

    Ma secondo voi è normale che i cittadini debbano pulire le piazze????? Tra un po’ i cittadini dovranno pure asfaltare le strade!!!!! Poveri noi..... Rispondi a Pippo

    M.g ha scritto il 30 luglio 2020 alle 21:38 :

    Infatti non è normale che normali cittadini debbano andare a togliere le schifezze lasciate da "cittadini zozzoni"...comunque è un gesto di grande la dato ai propri figli...e agli altri. ...purtroppo i zozzoni non..smetteranno di sporcare! Rispondi a M.g

    Imma ha scritto il 30 luglio 2020 alle 10:11 :

    Forse è più normale sporcarle? Io ammiro i genitori che sensibilizzano i propri figli a rispettare e a salvaguardare il loro ambiente, per fortuna che ci sono! Bravi ! Rispondi a Imma

    Dario ha scritto il 30 luglio 2020 alle 09:16 :

    Fatti un giro zona mercato. E' già realtà ahimè! Rispondi a Dario