Le segnalazioni dei lettori

Parco comunale tra erba alta e orari ridotti. Di Bari: «Attendiamo il rendiconto del bilancio»

Il dirigente comunale Di Bari: «L'erba è stata tagliata contestualmente alla riapertura del parco dopo il lockdown, ma la pioggia di maggio e inizio giugno ha causato la ricrescita»

Attualità
Corato martedì 30 giugno 2020
di La Redazione
Parco comunale tra erba alta e orari ridotti. Di Bari: «Attendiamo l'approvazione del bilancio»
Parco comunale tra erba alta e orari ridotti. Di Bari: «Attendiamo l'approvazione del bilancio» © n.c.

Erba alta e orari ridotti al Parco comunale. Questo il succo delle tante segnalazioni giunte in redazione e corredate da fotografie eloquenti. In particolare i lettori puntano il dito sull'area dedicata ai bambini e sull'area cani.

«Non è soltanto una questione di decoro - ci dice un cittadino - ma è anche pericoloso per i nostri amici a quattro zampe perché i forasacchi possono penetrare nella cute e provocare infezioni».

Le foto mostrano chiaramente l'erba che ha raggiunto un'altezza, in alcuni punti, anche di mezzo metro, anche vicino alle giostre dei bambini.

«L'erba è stata tagliata contestualmente alla riapertura del parco dopo il lockdown - spiega l'ingegner Gianrodolfo Di Bari, dirigente comunale a lavori pubblici e ambiente - ma la pioggia di maggio e inizio giugno ha causato la ricrescita dell'erba, obbligandoci così a fare un "ripasso" in alcune zone. Purtroppo, in attesa del consuntivo del bilancio previsto per il 30 giugno, è più complesso destinare le somme per gli interventi straordinari non solo per il parco ma in tutta la città».

Anche la riapertura della villa comunale nel pomeriggio (attualmente è aperta dalle 7 alle 12) è legata al bilancio.

«Le misure anti coronavirus impongono il presidio e la sanificazione continua dei bagni pubblici all'interno della villa che, al momento, non possiamo garantire. Dopo aver approvato il consuntivo del bilancio potremo occuparcene, speriamo in tempi ragionevolmente brevi».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Pier Luigi ha scritto il 01 luglio 2020 alle 12:40 :

    Denominarlo "Parco Comunale", vista la solita manutenzione, mi sembra esagerato. Rispondi a Pier Luigi

  • Residente ha scritto il 01 luglio 2020 alle 09:59 :

    E sarà certamente anche la pioggia, a far sì che l'illuminazione su via Santa Faustina, sia spenta 7 giorni su 7.....ma...non può piovere per sempre(cit)o forse a Corato sì....mah!! Rispondi a Residente

  • Aldo ha scritto il 30 giugno 2020 alle 11:50 :

    Non solo la villa, ma corato e sotto gli occhi di tutti, sta diventando un paese di Rispondi a Aldo

  • Mariano Marzocca ha scritto il 30 giugno 2020 alle 10:11 :

    basterebbe semplicemente capire chi è che ha l'appalto per la manutenzione del parco e chiedergli come mai latita e non fa il suo dovere... Rispondi a Mariano Marzocca

  • Savino Spiridione ha scritto il 30 giugno 2020 alle 10:02 :

    Interessate il Sindaco..., ah, è vero, non ce l'abbiamo.... e perché non ce l'abbiamo? Rispondi a Savino Spiridione

  • fc ha scritto il 30 giugno 2020 alle 08:22 :

    Non serve neanche chiedere informazioni ai dirigenti e funzionari del Comune, i quali, riescono ormai da anni, a dare sempre e solo vergognose risposte inutili e anche offensive nei confronti dei cittadini. Spero solo che la magistratura (in questa città anarchica è un sogno che intervenga) faccia indagini per verificare i responsabili delle mancate manutenzioni ordinarie e straordinarie delle strade, della mancanza di verde (legambiente zittisci su questo sciempio), dei rifiuti abbandonati dappertutto in città come in periferia, solo per citarne qualcuno. E per concludere, oltre che alla villa comunale l'erba cresce anche all'ospedale, fiore all'occhiello della fallita politica passata e sopratutto presente. E poi, cari concittadini, andate pure a votare, il risultato non cambierà. Rispondi a fc

  • roberto colonna ha scritto il 30 giugno 2020 alle 07:23 :

    Gli alberi da potare, rampolli esageratamente cresciuti, rami che ostruiscono il passaggio, l'erba alta un metro: non sono soltanto l'effetto di piogge abbondanti. E' incuria, abbandono, disprezzo per i cittadini, fiducia nella loro ignoranza. Dovrebbe essere più semplice ammettere la propria incapacità o imposssibiltà ad espletare un servizio necessario al decoro comunale. Probabilmente è anche colpa nostra, più attenti agli interessi personali piuttosto che a quelli della collettività.Fin dalla scelta degli amministratori.Non posso tenere pulita casa mia e sporca la strada in cui abito.Il mio, il nostro devono coincidere. Rispondi a roberto colonna

  • Cittadino deluso ha scritto il 30 giugno 2020 alle 06:16 :

    E vogliamo parlare della situazione catastrofica delle strade? Buche dappertutto e della villa comunale preferisco non commentare vista la situazione surreale in cui è tenuta nonché degli orari. Mi spiegate il pomeriggio dove portiamo i bambini?? Rispondi a Cittadino deluso

  • Maurizio ha scritto il 30 giugno 2020 alle 05:24 :

    Città totalmente allo sbando, incompetenza che regna comodamente nel silenzio più assoluto di una città preoccupata più alla visita di Salvini che alle piazze totalmente abbandonate come piazza salvo d acquisto e che dire del cimitero, se vi entrate vi rendete conto che oltre all abbandono del verde non è stato ripristinato il collegamento della corrente per le lampade votive causato dal furto del rame avvenuto un bel po di tempo fa .....forse anche lì è stata la pioggia............ che squallore Rispondi a Maurizio

  • vincenzo leo ha scritto il 30 giugno 2020 alle 04:22 :

    Io,come tanti Coratini,portiamo i nostri figli nei parchi di Ruvo...ben tenuti,attrezzati e con verde...verde,questo sconosciuto nella nostra città!!!! Cemento,cemento e ancora cemento....non esiste un'area dove poter portare i nostri piccoli a giocare...tutto ciò è SEMPLICEMENTE VERGOGNOSO PER UNA CITTADINA DI 50000 abitanti...Spero,per il bene comune,che il prossimo sindaco ,sappia sistemare questa situazione IMBARAZZANTE!!!!!! Rispondi a vincenzo leo

    carlo mazzilli ha scritto il 30 giugno 2020 alle 11:31 :

    l'erba del ruvese è sempre più verde... Rispondi a carlo mazzilli

    vincenzo leo ha scritto il 30 giugno 2020 alle 17:43 :

    direi proprio di sì...si faccia una passeggiata per capire che ciò che dico,corrisponde a verità! Rispondi a vincenzo leo