Si tratta di uno «spostamento temporaneo, limitato alla durata dell’emergenza sanitaria»

Mercato in via Prenestina, sabato si parte: obblighi per utenti e operatori e divieti per i veicoli

Le ordinanze relative alla gestione del traffico ed alle modalità di accesso alle bancarelle pubblicate nei giorni scorsi sull’albo pretorio del Comune

Attualità
Corato giovedì 28 maggio 2020
di La Redazione
Primo giorno di mercato: ingressi scaglionati e pochi clienti
Primo giorno di mercato: ingressi scaglionati e pochi clienti © CoratoLive.it

Da domani, e fino alla fine dell’emergenza sanitaria, il mercato settimanale si sposterà nell’area compresa tra via Prenestina, via Casilina e via Gravina, in quanto l’attuale dislocazione degli stalli non consente di applicare tutte le misure di sicurezza. La decisione era stata annunciata martedì 19 maggio, mentre oggi sono state pubblicate le ordinanze relative alla gestione del traffico e alle modalità di accesso alle bancarelle.

Considerando che le strade «dovranno essere tenute sgombre da veicoli per permettere l’approntamento e lo svolgimento del mercato, nonché le operazioni di pulizia del suolo» si è ritenuto necessario «regolamentare la circolazione stradale, per ragioni di pubblico interesse e tutela della incolumità pubblica». Pertanto il sabato varrà il «divieto di transito e divieto di fermata dalle ore 6.00 alle ore 16.00» nelle zone «via Prenestina, tratto compreso tra via Sant’Elia e via Casilina, via Tiburtina, tratto compreso tra via Prenestina e via Salaria, via Casilina, tratto compreso tra via Gravina e via Prenestina e via Gravina, area antistante lo stadio comunale».

Il divieto non varrà per «gli operatori del mercato titolari di posteggio» e sarà consentito il «transito veicolare agli operatori della casa di riposo “Casa Alberta” che si trova su via Prenestina che per accedere alla struttura dovranno utilizzare l’ingresso e/o l’uscita di emergenza del mercato ubicata sull’intersezione di via Salaria - via Tiburtina, usando la massima cautela nel percorrere il tragitto interessato. Il pass di accesso deve essere esibito all’addetto al transennamento ed esposto in modo visibile».

Non tutte le bancarelle saranno trasferite. Mentre il settore non alimentare si svolgerà nei pressi dello stadio comunale il settore alimentare continuerà a svolgersi nell’area ricadente tra via Santa Maria e via San Silvestro. Gli orari, tuttavia, saranno i medesimi per entrambe le zone: il mercato si terrà dalle 7.00 fino alle 14.00; l'accesso degli operatori economici all'area mercatale inizierà dalle 6.00 mentre i visitatori potranno accedere a partire dalle 7.30.

Il settore non alimentare si estenderà «su un'area di circa 1.000 metri lineari, per complessivi 192 posteggi, appositamente numerati e già assegnati ai rispettivi titolari di posteggio»; all'operatore commerciale che dovesse presentarsi presso l'area mercatale dopo le 7.00, la Polizia Locale provvederà ad assegnare d'ufficio un posteggio, anche se diverso da quello indicato nelle planimetrie in atti.

L'area mercatale sarà perimetrata dall’Asipu e «supervisionata dal Comando di Polizia Locale per regolamentare e scaglionare gli accessi, al fine di garantire il mantenimento del distanziamento interpersonale in tutte le attività e le loro fasi».

Bisognerà percorrere il mercato seguendo un’unica direzione: si accederà da via Sant’Elia intersezione via Prenestina e si uscirà da via Gravina; sarà consentito utilizzare anche le uscite esistenti su via Tuscolana, via Cassia, via Tiburtina, via Prenestina e via Casilina intersezione con via Gravina. Il Comune in prossimità dei varchi predisporrà «appositi contenitori per la raccolta rifiuti» e dall’Asipu sarà garantita l'attività di «pulizia dell'area mercatale nelle ore precedenti l'apertura e successivamente alla chiusura».

L’area mercatale, oltre all’uscita di via Gravina, prevede altri varchi mobili intermedi, presidiati, da cui sarà consentita unicamente l’uscita. All’altezza di via Gravina (varco di uscita) sarà disponibile, a partire dalle ore 10.30 ed in maniera continuativa, il servizio di trasporto urbano che consentirà di ritornare su via Sant’Elia (varco di ingresso) nei pressi dell’area di parcheggio davanti al parco comunale. Presso ogni banco di vendita, che sarà dotato di prodotti igienizzanti per le mani, non potranno sostare più di due persone, osservando la distanza interpersonale di un metro e dovrà essere evitata ogni forma di assembramento.

Gli operatori mercatali dovranno attenersi «scrupolosamente alle prescrizioni di cui all'allegato n. 11 (Misure per gli esercizi commerciali) del Dpcm 17 maggio 2020». In particolare dovranno assolvere a precisi obblighi: «mantenimento in tutte le attività e le loro fasi del distanziamento interpersonale; garanzia di pulizia e igiene ambientale; ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani (in particolare detti sistemi devono essere disponibili accanto a tastiere, schermi touch e sistemi di pagamento); utilizzo di mascherine; uso dei guanti "usa e getta" nelle attività di acquisto, particolarmente per l'acquisto di alimenti e bevande».

In caso di vendita di abbigliamento «dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso o igienizzante mani da utilizzare obbligatoriamente per scegliere in autonomia, toccandola, la merce (senza indossarla). I clienti dovranno smaltire i guanti mono uso ogni qual volta lasciano il banco vendita negli appositi contenitori messi a disposizione dal commerciante il quale è responsabile dell'osservanza.

«Nel caso di inottemperanza alle misure a carico dei titolari di posteggio» gli Organi di Polizia deputati alla vigilanza avranno la «facoltà si sospendere la vendita, anche seduta stante» precisa l’ordinanza.


Lascia il tuo commento
commenti