La sfida è nata dalla collaborazione con la famiglia della compagna di Martucci

Il miglior pizzaiolo del mondo apre una pizza farm immersa nelle Murge coratine

Francesco Martucci scommette sul nostro territorio con una pizza farm che si estenderà su 50 ettari con 40 trulli per l'hospitality. Sorgerà quest'estate nell'azienda agricola Posta Mangieri, in contrada Piede Piccolo

Attualità
Corato mercoledì 27 maggio 2020
di La Redazione
​Francesco Martucci
​Francesco Martucci © n.c.

Una grande pizza farm immersa nello splendido scenario dell'Alta Murgia. Questa la scommessa di Francesco Martucci, pizzaiolo pluripremiato (nel 2019 ha vinto il Best Pizza Award con Nicola Pepe) e proprietario della pizzeria I Masanielli di Caserta.

Sorgerà quest'estate nell'azienda agricola Posta Mangieri, in contrada Piede Piccolo, si estenderà su 50 ettari di terreno e potrà contare su 40 trulli da utilizzare per l'hospitality dei clienti. Si partirà con 150 coperti e una nuova cucina, costruita di fronte alla struttura che ospita il noto agriturismo.

La scelta è ricaduta su Corato, terra natia di Lilia Colonna, compagna di Martucci. È nata così una collaborazione con la famiglia di Lilia, Rossella Mastromauro e Cataldo Ferri, proprietari della struttura e da tempo impegnati nel campo della ristorazione.

Una pizza farm che si ispira al Fäviken del giovane chef Magnus Nilsson, famosissimo ristorante costruito nel bel mezzo della foresta svedese che fa del rapporto con la natura il suo manifesto. «È riuscito a portare ospiti da ogni parte del mondo in un luogo lontano da tutto, circondato dalla natura - ha commentato Martucci a Gambero Rosso - e così voglio fare io».

Gli ingredienti saranno figli della terra che ospiterà la pizza farm, che siano coltivati all'interno dell'azienda agricola o erbe spontanee raccolte nel territorio circostante.

I lavori sono già partiti e sono andati avanti durante il lockdown. Grazie a permessi speciali Martucci ha potuto seguirli di persona. Sarà impiegata una parte dello staff della pizzeria casertana che - causa Covid - lavora con la metà dei coperti. «L'apertura pugliese - dice ancora Martucci - mi permetterà di tenere tutti i ragazzi che lavorano con me: siamo in tredici, nessuno farà cassa integrazione, perché ci divideremo in due squadre».

Tra un mese e mezzo circa Posta Mangieri - è stato conservato il nome originario dell'agriturismo - ospiterà questo esperimento di eremo della pizza, un valore aggiunto per la nostra meravigliosa Murgia.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giovanni iatomasi ha scritto il 01 giugno 2020 alle 22:24 :

    Io sono del Casertano e mi farebbe tanto piacere lavorare per un partenopeo che ci fa onore nel mondo 😊 Rispondi a Giovanni iatomasi

  • Sabino Sassaroli ha scritto il 29 maggio 2020 alle 13:11 :

    Ci verrei volentieri a lavorare per voi Rispondi a Sabino Sassaroli

  • Giuseppe Leone ha scritto il 27 maggio 2020 alle 19:47 :

    A prescindere dai lavoratori comunque è ricchezzza per la citta' e l'intero circondariato, oltre all'indotto che necessariamente dovrà essere locale Rispondi a Giuseppe Leone

  • Maurizio Pellegrini ha scritto il 27 maggio 2020 alle 12:39 :

    Leggi bene l'articolo lo staff sarà tutto casertano di Corato nessuno...di Corato ci saranno solo i clienti che andranno a lasciare lì i loro euri.😭 Rispondi a Maurizio Pellegrini

    franco ha scritto il 27 maggio 2020 alle 14:42 :

    non sempre accade che i locali abbiano preso parte di progetti di altri ma, almeno stavolta, sarà questa nostra città a riceverne i benefici-spero vivamente abbiano successo Rispondi a franco

    M.D ha scritto il 27 maggio 2020 alle 14:12 :

    Se la cosa andrà bebè assumerà anche personale del luogo....dai non diate pessimisti poi ...potrà essere utile alla città Rispondi a M.D

  • Lia ha scritto il 27 maggio 2020 alle 09:14 :

    Bello vedere crescere Corato e rivalutare il territorio ...speriamo che lo staff sia in parte coratino per dare possibilità di nuovi posti di lavoro per i giovani Rispondi a Lia

    Ss ha scritto il 27 maggio 2020 alle 14:16 :

    Noi vogliamo I pizzaioli Coratini🤙 Rispondi a Ss

  • ... ha scritto il 27 maggio 2020 alle 08:44 :

    soldi chiamano soldi Rispondi a ...