Mercoledì scorso hanno abbandonato per qualche ora smartphone e tablet e armati di sacchetti, guanti e paletta hanno ripulito la zona circostante alla vecchia torre

A Torre Palomba "piccoli eroi" crescono: «I grandi gettano rifiuti per terra, noi ripuliamo»

Hanno un’età compresa tra i 6 e i 13 anni: Nicolò, Alessandro, Giuseppe, Francesco, Simone e due bimbe di nome Francesca non presenti però nella foto

Attualità
Corato domenica 24 maggio 2020
di La Redazione
Gli eroi di Torre Palomba
Gli eroi di Torre Palomba © CoratoLive.it

Hanno un’età compresa tra i 6 e i 13 anni ed è bello pensare di definirli “i piccoli eroi di Torre Palomba”: Nicolò, Alessandro, Giuseppe, Francesco, Simone e due bimbe di nome Francesca non presenti però nella foto.

Mercoledì scorso hanno lasciato per qualche ora smartphone e tablet e armati di sacchetti, guanti e paletta hanno ripulito la zona circostante alla vecchia torre. Ad accorgersi per primo della loro iniziativa è stato un residente della zona, Gianni Randolfi, che li ha immortalati in questa fotografia.

«È bastato questo per farli sentire gratificati» commenta. «A me è sembrato il minimo che potessi fare visto che a nessuno di noi grandi era venuto in mente di rimboccarci le maniche e ripulire la terra dalle sporcizie che “altri grandi” avevano lasciato. Li ho incontrati mentre passeggiavo con mia figlia e mi hanno raccontato con entusiasmo quello che avevano fatto, erano contenti di aver realizzato qualcosa per la collettività».

Pare che lattine, bottiglie, fazzolettini, pacchetti di sigarette e cartoni di pizza spesso invadano la zona poco illuminata di Torre Palomba. «C’è gente che raggiunge questo luogo per mangiare qualcosa all’aria aperta ma, purtroppo, non porta via i rifiuti. Decide di abbandonarli per terra. E, nonostante questa sia una zona comunale, nessuno viene a pulire».

Grazie alla collaborazione del signor Randolfi siamo riusciti a raggiungere telefonicamente anche “i piccoli eroi". Per loro Torre Palomba rappresenta per loro «un punto di incontro» e raccogliere i rifiuti ha significato «difendere l'ambiente che viene sporcato e mai ripulito». E tengono a precisare che «è stata una iniziativa spontanea».


«Potevamo utilizzare quel tempo per giocare - commentano i ragazzi - ma abbiamo deciso di fare questa cosa perché avevamo già notato da tempo la sporcizia. Quando abbiamo ultimato il lavoro ci siamo sentiti orgogliosi del risultato, felici di aver dato una mano nella tutela dell'ambiente. Visto che ci siamo - aggiungono - vorremmo approfittare di questa opportunità per chiedere al Comune di venire qui a tagliare l'erba perché da tanto tempo non viene fatto».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Grazia Di Bisceglie ha scritto il 25 maggio 2020 alle 10:22 :

    Grande esempio di sensibilità e civiltà che molto spesso non hanno gli adulti ...dovremmo imparare da loro il senso civico...vergogna per chi commette tale scempio!!!! Rispondi a Grazia Di Bisceglie

  • pinocchietto ha scritto il 25 maggio 2020 alle 08:20 :

    un esempio di cittadinanza attiva...anzi attivissima !! bravi... Rispondi a pinocchietto

  • Giovanni Randolfi ha scritto il 24 maggio 2020 alle 22:22 :

    Caro Sig. “VICTOR” purtroppo per lei in questa storia non ci sono sceneggiatori o copioni, qui ci sono solo ragazzi che sanno essere grandi e ragionare da soli. Purtroppo per lei e francamente mi dispiace, ma non credo che ogni volta qualche ragazzo cerca di cambiare le cose, solo perché è ancora piccolo, deve tassativamente essere pilotato. Meglio per noi allora che abbiamo questi esempi, vorrà dire che il futuro avrà meno “yes man” e più menti pensanti. Il mondo può cambiare, basta solo iniziare. Rispondi a Giovanni Randolfi

    Stefania ha scritto il 25 maggio 2020 alle 21:21 :

    Forse davvero lei non ha compreso.Victor le faceva notare che in tempo di covid dovrebbe passare un’altro messaggio per la collettività’ che ignora la malattia di questi tempi.Pulizia si,ma con mascherine ,distanziamento sociale,guanti👍.Che in questa foto non c’è’.Spero mi sono spiegata.Salve Rispondi a Stefania

  • Angela Mazzilli Ventura-Corato ha scritto il 24 maggio 2020 alle 15:51 :

    Trovo eccezionale l'idea di lasciar perdere (spesso!!) telefoni cellulari e tablet !! A codesti ragazzini ASSAI SPECIALI, va il mio GRAZIE...ma anche ai loro genitori..sono stati questi ultimi ad insegnare ai figli "che non si delega..si fa.." (è evidente dall'età dei ragazzi, troppo giovani per aver deciso autonomamente di compiere "IL" gesto) certamente!! Non sprecherò il mio tempo a definire,invece,chi sporca il NOSTRO pianeta. Sono così IDIOTI (imbecilli / cretini TOTALI) che NON hanno capito (poverini) che è anche il LORO pianeta..P.S. La vostra "azione" ha un particolare valore perchè non potevate sapere che sareste stati "scoperti"...OTTIMO e lode. Rispondi a Angela Mazzilli Ventura-Corato

  • carlo mazzilli ha scritto il 24 maggio 2020 alle 14:55 :

    cari ragazzi, complimenti! fare onore alla vostra età! Rispondi a carlo mazzilli

  • Victor ha scritto il 24 maggio 2020 alle 14:05 :

    Mi piacerebbe capire dietro questa sceneggiatura chi c'è, inoltre allo sceneggiatore li consiglierei di fare indossare sia le mascherine, nonché i guanti , con la dovuta distanza sociale. L'unica cosa che ho capito,che non abbiamo ancora capito niente... Rispondi a Victor

    M.D ha scritto il 24 maggio 2020 alle 20:33 :

    Il problema ....Victor è che fai finta di essere duro di comprendonio! Rispondi a M.D

  • Aldo da milano ha scritto il 24 maggio 2020 alle 13:52 :

    Nella foto ci sono 5 bambini che hanno fatto molto di più degli 11 candidati sindaco della scorso anno....bravissimi ragazzi avete dato un bel esempio. Sarebbe bello vedere che lo stesso impegno lo prendessero i tanti disoccupati con il reddito di cittadinanza che sono a casa a far niente.... Rispondi a Aldo da milano

    carlo mazzilli ha scritto il 25 maggio 2020 alle 11:02 :

    ahahahah! bellissima! Rispondi a carlo mazzilli

  • Felice Bucci ha scritto il 24 maggio 2020 alle 12:45 :

    Condivido il commento. dell'amica Lucia Scarnera sui meravigliosi ragazzi di Torre Palomba, invece di ricevere una lezione l'hanno data. Una lezione. di civilta'. Bravi Rispondi a Felice Bucci

    M.D ha scritto il 24 maggio 2020 alle 13:23 :

    Bravi ragazzi ...continuate a distinguervi sempre con queste lezioni di civiltà. ..i zozzone che hanno sporcato magari si faranno una risata....ma rimarranno zozzoni a vita...come pure quelli che permettono tutto ciò! Rispondi a M.D

  • nerdrum ha scritto il 24 maggio 2020 alle 10:11 :

    mi piacerebbe trovare un messaggio recondito in questa bella azione dei ragazzi. per come è messa questa città, senza amministrazione da due anni, o il cittadino si butta, si propone si impegna a colmare i vuoti della p.a. o andrà sempre peggio. sarebbe troppo lungo cercare i motivi per cui le cose vadano cosi male. in attesa di risposte ognuno dovrebbe fare la sua piccola parte, come questi ragazzi. in tanti aspettano imperterriti che passi baffone a pulire, a tagliare l'erba a riempire la buca davanti casa...forse invano. qualche settimana fa mi ha molto impressionato la notizia di quel gruppo di cittadini che hanno colmato le buche in una piazzetta in zona mercato. adesso va così. Rispondi a nerdrum

  • Luciana Petrizzelli ha scritto il 24 maggio 2020 alle 09:38 :

    Complimenti ragazzi x il vostro senso civico e x il rispetto della natura..che questo vostro gesto d'esempio x tutti quelle persone incivili che si comportano in modo vergognoso.. Rispondi a Luciana Petrizzelli

  • Lucia Scarnera ha scritto il 24 maggio 2020 alle 09:32 :

    Carissimi ragazzi, avete dato a tutti noi adulti una testimonianza di civiltà e cittadinanza attiva, raccogliendo i rifiuti gettati da chi non ha rispetto per l'ambiente, per le persone e per se stessi. Il cambiamento -disse tempo fa Papa Francesco- comincia da ciascuno di noi, Non si può aspettare che venga dall'alto. Grazie Nicolò, Alessandro, Giuseppe, Francesco, Simone , Francesca, Francesca. La mia giornata è cominciata bene leggendo la buona notizia pubblicata da Coratolive, il vostro gesto è una piccola luce che apre il cuore alla fiducia nelle persone e alla speranza di una società migliore. Grazie anche al signor Randolfi che ha avuto la sensibilità di segnalare la buona notizia. Avanti ragazzi, raccontate ad amici e compagni quanto avete fatto, cercate di contagiare il bene. Rispondi a Lucia Scarnera

  • Anonimo79 ha scritto il 24 maggio 2020 alle 07:43 :

    Un immenso grazie a questi ragazzi che con questo grande gesto, hanno saputo insegnare a tutti il senso del rispetto dell'ambiente e soprattutto a restituire un po' di bellezza al paesaggio circostante della nostra Corato, che a me personalmente manca tantissimo essendo emigrato già da alcuni anni. Rispondi a Anonimo79

  • fc ha scritto il 24 maggio 2020 alle 07:14 :

    Si dovrebbe aggiungere al servizio dell'ASIPU e del Comune, non una sostituzione per mancanza cronica e vergognosa degli stessi. Rispondi a fc

  • Aldo Fiore ha scritto il 24 maggio 2020 alle 06:34 :

    Bravi, ancora bravi. Rispondi a Aldo Fiore

  • Laura ha scritto il 24 maggio 2020 alle 06:34 :

    Bravissimi ragazzi, complimenti per quello che avete fatto !!! Spero che riusciate a sensibilizzare altri ragazzi e gli adulti a rispettare e a salvaguardare l'ambiente in cui tutti viviamo! 👏👏👏👏😘😘 Rispondi a Laura