La lettera del pastificio Granoro

Coronavirus, Marina Mastromauro al Commissario: «Ci dia conferme sull'epidemia»

«Temiamo che questo silenzio istituzionale possa portare fuori controllo l'emergenza COVID in territorio coratino e mettere a rischio la salute non solo dei nostri dipendenti, ma della comunità» afferma l'amministratore Granoro

Attualità
Corato mercoledì 25 marzo 2020
di La Redazione
Marina Mastromauro
Marina Mastromauro © n.c.

Anche il Pastificio Granoro, attraverso una lettera scritta dall'amministratore delegato Marina Mastromauro, interroga il Commissario Prefettizio per avere contezza delle notizie che continuano a rincorrersi sulla possibile positività di altri coratini al nuovo Coronavirus.

«Apprendiamo con preoccupazione dalla stampa locale notizie di un altro coratino positivo al COVID 19 - esordisce la nota - e di personale in servizio al nosocomio cittadino posto in quarantena dopo aver eseguito il tampone. Perché? Cosa è accaduto? Il tutto è avvenuto secondo il protocollo dettato nei casi di sospetto Covid? Al momento le Istituzioni locali tacciono. Non confermano e non smentiscono la notizia. Non riusciamo a reperire dati ufficiali e quindi inconfutabili, non sappiamo se qualcuno è al lavoro per ricostruire un'eventuale catena epidemiologica».

«Ciò che sappiamo è che siamo un'industria alimentare ubicata a Corato, che produciamo un bene di prima necessità quale è la pasta e che, nonostante le difficoltà del momento, stiamo davvero facendo grandi sforzi per garantire la produzione e lavorare "in sicurezza" recependo tutti i provvedimenti tecnici ed organizzativi previsti dall'accordo tra Governo e parti sociali del 18/03/2020. Temiamo che questo silenzio istituzionale possa portare fuori controllo l'emergenza COVID in territorio coratino e mettere a rischio la salute non solo dei nostri dipendenti, ma della comunità tutta».

«Chiediamo perentoriamente al Commissario Prefettizio Schettini ed alle autorità sanitarie locali di comunicarci se le notizie diffuse a mezzo stampa hanno fondamento ed in tal caso chiediamo conferma che tutti i protocolli in vigore atti ad evitare il propagarsi del contagio siano stati adottati correttamente».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Costantino ha scritto il 26 marzo 2020 alle 21:33 :

    Da ammirare il vostro interesse alla città di Corato, Dottoressa Marina ma non vedo nessuna volontà da parte di chi deve fare il suo lavoro. La cosa che più non sopporto e la gente che non fa il proprio lavoro. Rispondi a Costantino

  • Falco Raffaele ha scritto il 25 marzo 2020 alle 18:47 :

    Mi raccomando cari coratini alla prossima competizione elettorale votate gli stessi. Rispondi a Falco Raffaele

  • fc ha scritto il 25 marzo 2020 alle 18:05 :

    Va commissariato il Commissario. La responsabilità a coloro i quali hanno reso possibile tale incresciosa situazione in una città completamente abbandonata e anarchica. Mai più avranno il piacere di essere votati. #incapaci Rispondi a fc

  • Aldo Ventura ha scritto il 25 marzo 2020 alle 17:26 :

    Ma il commissario sa di essere stato nominato per Corato e di essere in servizio? Rispondi a Aldo Ventura

  • Aldo cusanno ha scritto il 25 marzo 2020 alle 16:03 :

    Complimenti alla Signora Marino. I cittadini hanno il diritto di conoscere l'evolcersi di tale epidemia, grazie ai media riusciamo a sapeere. Spero che la Commissaria abbia letto il suo msg Rispondi a Aldo cusanno

  • domenico ha scritto il 25 marzo 2020 alle 15:34 :

    visto l'assenza di comunicazione da parte del commissario.. sarebbe utile rivolgersi al Prefetto e/o al Presidente Emiliano!!! Il comportanmento del "nostro" commissario e' davvero fuori da ogni logica di amministrazione. Rispondi a domenico

  • Costantino ha scritto il 25 marzo 2020 alle 14:32 :

    Bravissima, concordo perfettamente. Rispondi a Costantino