Il convegno

Cosa inquina oltre la plastica? Con la Fidapa un incontro su alimentazione, ecologia e benessere

Il prossimo 22 gennaio alle 17.30 nella sede di “Vivere In”

Attualità
Corato martedì 14 gennaio 2020
di La Redazione
Sana alimentazione
Sana alimentazione © n.c.

Non solo cibo, non solo benessere, non solo alimentazione e rapporto con l’ambiente: con il convegno “Cosa inquina oltre la plastica? Alimentazione e Benessere” - promosso dalla Fidapa sezione di Corato il prossimo 22 gennaio alle 17.30 nella sede di “Vivere In” in via Giappone, 40 - saranno svariati i temi che verranno affrontati.

Col patrocinio del Comune di Corato e la partnership con il movimento “Vivere In” e l'Ute “Edith Stein”, l’incontro intende cavalcare l’onda verde del “Friday for future”, lo sciopero in difesa dell’ambiente, in una chiave che non sia soltanto quella di invalidare la plastica, quasi fosse l’essenza stessa dell’inquinamento, ma approfondendo alcuni aspetti del vivere quotidiano individuale e collettivo, partendo dall’impatto che può avere l’alimentazione.

«Parlare, discutere e confrontarsi oggi circa il contributo, l’apporto e l’impronta ecologica del nostro vivere è quanto più di moderno e attuale si possa pensare di portare al centro di un dibattito» spiegano gli organizzatori. «Occorre demolire la filosofia che vede ogni singolo accettare passivamente le azioni altrui per abbracciare quella dell’“io posso”: si può cambiare partendo da sé, dal proprio sguardo e dai propri sensi, dal rapporto con il prossimo a quello con l’ambiente circostante, evitando di voltare il capo dall’altra parte. Il disinteresse è complicità di un’esistenza dedita alla violenza e alla guerra, non solo quella che si combatte con le armi».

Di tutto questo e molto di più si parlerà nel convegno, moderato da Maria Pastoressa, referente distrettuale task force nazionale medicina di genere e disabilità, e in cui interverranno Rosa Camerino, referente Lega nazionale per la difesa del cane sezione di Ruvo di Puglia; Lucia Palmieri, biologa e specialista in scienze dell’alimentazione; Lucrezia Cusmai, biologa e direttore sanitario analisi cliniche, e Maria Cusmai, medico chirurgo geriatra medicina estetica e rigenerativa.

A prendere parte all'incontro, la classe 3H, indirizzo servizi socio sanitari, dell’istituto Oriani-Tandoi, nell'ambito del percorso Pcto (ex alternanza scuola-lavoro) dal titolo “I colori del benessere”.

«Così - conclude l'associazione - la Fidapa si configura essere una realtà attiva e feconda, sempre attenta nel cogliere le istanze provenienti dal territorio e dai contesti più ampiamente attuali, realizzando momenti di riflessione dall’alto valore formativo e socioeducativo».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • disco disco ha scritto il 14 gennaio 2020 alle 16:18 :

    Giustamente la Fidapa inizia a usare l'associazione per fini Politici. Chi ha orecchie per intendere ... Rispondi a disco disco

    teresa de meo ha scritto il 16 gennaio 2020 alle 13:45 :

    innanzitutto disco disco si firmi se ha il coraggio e poi non si permetta più di fare simili illazioni , la Fidapa è apartitica come è scritto da statuto e noi socie Fidapa siamo onorate di appartenervi , se ha seguito negli anni la storia della nostra associazione ha potuto notare come grandi Donne hanno portato avanti progetti e innovazione nell' ambito delle donne , perciò si documenti prima di scrivere eresie . Teresa De Meo presidente Fidapa BPW Italy sezione di Corato Rispondi a teresa de meo