Domani alle 9.30

"Difendiamo il futuro" con i ragazzi della parrocchia Santa Maria Greca

Legambiente continua il suo impegno in collaborazione con i ragazzi della parrocchia per un momento extra di Puliamo il Mondo

Attualità
Corato sabato 16 novembre 2019
di La Redazione
Puliamo il mondo
Puliamo il mondo © CoratoLive

Dalle parole ai fatti, anche i ragazzi della parrocchia di Santa Maria Greca dai 9 ai 12 anni, insieme ai catechisti ed agli educatori parrocchiali con la collaborazione delle famiglie, parteciperanno domenica 17 novembre a "Difendiamo il futuro", un'appendice di "Puliamo il Mondo".

I ragazzi ripuliranno le aree centrali e le piazze centrali in prossimità della parrocchia. Inoltre sarà messo a dimora un ligustro all'interno di un vaso per abbellire e sensibilizzare la comunità. L’appuntamento è alle 9.30 nell'area antistante la parrocchia di Santa Maria Greca.

«Siamo contenti di aver pianificato con la parrocchia questo momento - ha esordito la presidente Nadia Saltarelli - il territorio si custodisce con la cura e le relazioni di comunità, di questo siamo molto contenti. Questi giorni mi hanno fatto ricordare il paragrafo 208 della Laudato Si di Papa Francesco “quando siamo capaci di superare l’individualismo, si può effettivamente produrre uno stile di vita alternativo e diventa possibile un cambiamento rilevante nella società”. Il Papa ci invita a cambiare stile di vita».

«Ma siamo pronti? Ma siamo capaci?- ha concluso la presidente - Ho paura che la situazione non sia semplice. Noi ci proviamo insieme ad altri che con noi vogliono vivere e condividere queste esperienze ambientaliste con noi”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Maria P. ha scritto il 16 novembre 2019 alle 15:24 :

    Dunque hanno ragione quelli che temono che le parrocchie si trasformino nel giro di poco tempo in sezioni distaccate di Legambiente Rispondi a Maria P.

    Maria P. ha scritto il 16 novembre 2019 alle 18:45 :

    Dico ciò perché a Calci, nella diocesi di Pisa, a, settembre scorso sono state soppresse tre Messe della domenica mattina perché i parrocchiani sono stati invitati a partecipare all'iniziativa di Legambiente Puliamo il mondo. Mi pare si stia esagerando un po'. Rispondi a Maria P.

  • salvatore di gennaro ha scritto il 16 novembre 2019 alle 13:43 :

    "Siamo pronti, siamo capaci?", si domanda Nadia. Vediamo allora cosa è di ostacolo a questo progetto. L'attribuire un compito così gravoso all'iniziativa ecclesiastica e non alle istituzioni laiche, è l'ostacolo più grosso. La società fortemente tecnologizzata uccide i classici rapporti umani, non permette il dialogo, lo scambio ed il travaso di idee, fa considerare come prioritario il suo aspetto utilitaristico a scapito di quello etico. L'educazione viene considerata come un qualcosa di obsoleto, di inutile, di penalizzante nella formazione del carattere dei ragazzi, rendendoli schiavi delle regole e delle convenzioni, mentre essi devono esseri liberi, disinibiti, quasi sfrontati. E poi, l'agonia del concetto del "dovere", inteso come rispetto per gli altri e per l'ambiente. Rispondi a salvatore di gennaro

    Aldo F. ha scritto il 16 novembre 2019 alle 22:11 :

    Insomma, se qualcuno fa qualcosa è da criticare. Invece di trovar difetti proporre soluzioni diverse se queste non piacciono. E poi dicono ok boomer... Rispondi a Aldo F.