Nuova edizione

Legambiente, la festa dell’albero 2019 è all’insegna del clima

Legambiente propone la campagna invernale aperta alle realtà sociali

Attualità
Corato giovedì 14 novembre 2019
di La Redazione
Festa dell'albero
Festa dell'albero © n.c.

Dal prossimo 21 novembre torna la festa dell'albero di Legambiente, dedicata quest’anno alla mobilitazione di Change Climate Change.

«Alle scuole, alle associazioni, alle parrocchie, alle realtà sociali - fa sapere Legambiente - chiediamo di piantare un albero per il clima, coinvolgendole in pieno in quella che sarà una mobilitazione per il contrasto ai cambiamenti climatici che accompagnerà per i prossimi anni il nostro lavoro con il mondo della scuola, chiedendo loro di divenire Scuole Sostenibili e di promuovere azioni concrete sul territorio, di cui una delle più significative è la cura di nuovi alberi e la rigenerazione delle nostre aree verdi. Basta a parlare, agiamo insieme per il nostro pianeta. Invitiamo tutti a partecipare alla festa dell’albero, in modo particolare a tutte le scuole di ogni ordine e grado, ricordando loro che quest’anno con l’iscrizione, completamente gratuita, come le essenze avranno anche la copertura assicurativa per i volontari».

Cogliamo, inoltre, questa occasione per costruire un momento di cittadinanza attiva sul tema dei cambiamenti climatici di tutta la comunità, individuando con le scuole e le realtà sociali, le aree ma anche quelle socialmente significative, in modo che la festa dell’albero possa essere un momento di inizio di un percorso che chiediamo di fare a tutta la cittadinanza e alle amministrazioni sulle politiche di adattamento e contrasto dei cambiamenti climatici. Proprio per darci riscontro di quanto questa giornata di volontariato sia determinante per questa azione ecologica e nello stesso tempo educativa e sociale, vi chiediamo di fare una foto o un breve video dell’iniziativa di piantumazione e condividerla sui social con l’hashtag #changeclimatechange e di censire il vostro albero con un nome (dato dalla classe e dal gruppo che lo ha piantato), la specie di appartenenza, la localizzazione e una dedica sul perché si è deciso di piantarlo.

Per dare risalto alla vostra giornata in favore del clima inviateci anche una breve descrizione del vostro evento (data di svolgimento, testo di presentazione, indirizzo completo, foto, ecc) all’indirizzo changeclimatechange@legambiente.it. Gli eventi saranno pubblicati nell’apposita sezione di Change Climate Change: la piattaforma online lanciata da Legambiente per coinvolgere chiunque sia interessato a invertire gli effetti del cambiamento climatico e dove possono trovano spazio iniziative e operazioni concrete per fermare la febbre la pianeta. (https://www.changeclimatechange.it/azioni/eventi/). Vi invitiamo, pertanto, ad aderire alla festa dell’albero su ww.legambientescuolaformazione.it dove sono disponibili ulteriori indicazioni utili.

Inoltre, è necessario ad inviare una comunicazione a info@legambientecorato.it indicando: realtà sociale o scuola, date proposte (almeno tre), docente referente e numero di piante richieste, impegnandosi a preparare le buche per la messa a dimora delle essenze. Il circolo si impegna a confermare la data e numero di piante che sono fornite senza alcun costo.

Ricordiamo quest’anno, inoltre, possiamo incrociare la nostra storica Festa dell’Albero, in cui sensibilizziamo anche l’attuazione della Legge n. 10 del 14 gennaio 2013, la nostra convinta adesione all’appello della Comunità Laudato Si’ lanciato a settembre scorso dallo scienziato Stefano Mancuso, e promossa anche da Carlo Petrini di Slow Food e da Monsignor Domenico Pompili, vescovo di Rieti, che propone di piantare 60 milioni di alberi, uno per abitante, come azione immediata di contrasto ai cambiamenti climatici, obiettivo per il raggiungimento del quale Legambiente parteciperà con le iniziative di piantumazione della nostra campagna. Ci siamo uniti ad altri 10 importanti riferimenti del settore forestale e ambientale, che rappresentano il mondo della ricerca forestale, accogliendo la proposta e rilanciandola con un appello. Vi aspettiamo tutti alla Festa dell’albero: un gesto concreto per fare dell’ambiente un bene comune».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 14 novembre 2019 alle 16:55 :

    Non c'è neppure bisogno di comprarlo l'albero Perché i carabinieri della Forestale di Cassano hanno un vivaio fornitissimo e danno gratis gli alberi a tutti gli enti pubblici che ne fanno richiesta. Rispondi a Franco

  • nerdrum ha scritto il 14 novembre 2019 alle 08:54 :

    queste pregevoli azioni hanno un solo difetto: la mancanza di continuità con l'evento significativo che si promuove. nella fattispecie, piantare ed abbandonare il "neonato" al suo destino non significa nulla, anzi. esiste un volontariato della parola ed un volontariato della parola e dei fatti. in un momento di difficoltà della p.a. che, per tanti versi, nn riesce a fare, bisogna avere la capacità di "sostituirsi". se la scuola, l'attività commerciale, la parrocchia, l'associazione, la confraternita...ecc. che si affaccia sulla pubblica via, adottasse l'albero (lo inaffiasse in estate, raddrizzasse il paletto che lo sostiene, tagliasse la fronda che pende...) che gli sta davanti, sarrebbe la festa dell'abero ogni giorno, ed avremmo una città migliore.. Rispondi a nerdrum