L'iniziativa

"Io merito", Rotary e Comune premiano gli studenti più bravi

La cerimonia di premiazione delle eccellenze scolastiche si svolgerà sabato 14 settembre alle 18.30 ​nel chiostro del Palazzo di Città

Attualità
Corato martedì 10 settembre 2019
di La Redazione
"Io merito" © CoratoLive.it

Sabato 14 settembre torna "Io merito", sesta edizione della cerimonia di premiazione delle eccellenze scolastiche. L'iniziativa, organizzata dal Rotary Club di Corato e dal Comune di Corato, si svolgerà alle 18.30 nel chiostro del Palazzo di Città

«Sono invitati a partecipare tutti gli studenti, residenti a Corato, maturati con il massimo dei voti (100 e 100 e lode) nell'anno scolastico 2018/2019 - spiega il presidente del Rotary Club Corato, Antonio Papagni - i quali verranno insigniti di una attestazione di merito ed un assegno di studio messi a disposizione dal Club Rotary e dalla amministrazione comunale».

Interverranno il commissario prefettizio, Paola Schettini; il presidente del Rotary Corato, Antonio Papagni; il direttore del dipartimento Scienze della formazione dell'università di Bari, Giuseppe Elia; Cardenia Casillo, consigliere delegato Fondazione Casillo. Modera Cenzio Di Zanni.

Gli studenti interessati dovranno presentarsi all’Ufficio Pubblica Istruzione, in via Gravina 132, giovedì 12 dalle 16 alle 19 o venerdì 13 dalle 9 alle 12, con un documento di riconoscimento e la documentazione attestante il codice iban per l’accredito dell'assegno.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • salvatore di gennaro ha scritto il 11 settembre 2019 alle 01:03 :

    La lena e l'intelligenza sono doti che si ricevono dalla natura, tramite genitori adeguati: non sono quindi già stati abbondantemente premiati, questi ragazzi? Tale tipo di riconoscimento, assieme a quello derivante dall'aver semplicemente svolto il proprio dovere sul lavoro o dall'essersi prodigati in aiuti, soltanto seguendo la propria indole generosa, non mi hanno mai convinto. E, oltretutto, riguardo al primo punto, mortifica chi, pur cercando di dare il massimo, non ottiene risultati soddisfacenti a causa delle sue scarse ed incolpevoli risorse personali. Se poi dovesse servire da esempio di volontà, ho i miei dubbi: lo scansafatiche rimarrà sempre tale. Rispondi a salvatore di gennaro

  • Miriam ha scritto il 10 settembre 2019 alle 19:55 :

    Che vergogna! Dopo un anno dalla scorsa premiazione stiamo ancora aspettando l'accredito. Nonostante i mille richiami da parte dell'ufficio preposto, dandoci fretta nel consegnare i nostri iban.. RIP per noi studenti che facciamo tanto per il nostro paese sempre con l'auspicio che tutto questo cambi.. Rispondi a Miriam