Presentato in Sala verde del Comune il calendario degli appuntamenti dal 17 al 19 agosto con diverse novità

San Cataldo, l'edizione 2019 è in diretta. Svelato il programma della festa

La messa solenne e la processione della domenica saranno trasmesse sul web e in tv. Torna anche la lotteria dedicata al patrono

Attualità
Corato sabato 10 agosto 2019
di La Redazione
Il programma e le novità di San Cataldo 2019
Il programma e le novità di San Cataldo 2019 © CoratoLive.it

Una tradizione secolare che si rinnova in nome dei tempi che cambiano e delle nuove forme di comunicazione. È il percorso seguito dal programma della festa patronale di Corato dedicata a San Cataldo nei giorni del 17-18-19 agosto. Il ricco calendario di appuntamenti è stato presentato in una conferenza stampa presso la sala verde del Comune di Corato con la partecipazione del vescovo della diocesi di Trani, mons. Leonardo D’Ascenzo, del vicario zonale, don Giuseppe Lobascio, del sindaco di Corato, Pasquale D’Introno, del presidente della Deputazione maggiore di San Cataldo, Michele De Lucia e di Aldo Patruno, direttore generale del Dipartimento Cultura e Turismo della Regione Puglia. La serata è stata moderata dal giornalista Vincenzo Pastore.

«Le feste patronali sono un momento in cui, anno dopo anno, la comunità cittadina si ritrova per fare memoria e riappropriarsi della propria fede e delle proprie tradizioni, valori fondamentali - ha esordito il vescovo - ho notato che anche a Corato il rapporto tra città e santo patrono è molto coinvolgente». Una figura, quella di San Cataldo, che mons. D’Ascenzo conosce bene essendo protettore anche di Supino, un paesino nel Lazio terra d’origine del presule.

Sulla dimensione comunitaria ha insistito anche il sindaco Pasquale D’Introno, fresco di ritiro delle sue dimissioni. «Sono giorni di festa rispetto ai quali la città deve sapersi trovare pronta. È bello pensare ai riti che caratterizzano questa tradizione, come il giro del corso o il pranzo della domenica». E in questo senso il sindaco ha annunciato l’iniziativa della sua amministrazione di donare 50 pasti alle famiglie meno abbienti della città. Nonostante le turbolenze politiche degli ultimi giorni, il fuori programma è assicurato. Martedì 20 agosto in piazza di Vagno si esibiranno alcune band emergenti rigorosamente coratine.

Tante le novità presenti nel programma dei festeggiamenti. Al santo patrono sono dedicati, per la prima volta, un giornale gratuito distribuito in città, con la storia della sua vita e della devozione popolare che lo accompagna, da Taranto a Corato. Poi c’è anche un sito internet, www.sancataldocorato.it, su cui sarà possibile seguire la diretta streaming della messa solenne di domenica 18 agosto in chiesa Matrice alle 10.30 e della processione della statua d’argento in serata alle 19.30. La visione sarà disponibile anche su www.coratolive.it e sul canale 90 del digitale terrestre. È uno sforzo, sottolineano dalla Deputazione di San Cataldo e dal gruppo Live Network che ha curato la comunicazione dell’evento, fortemente voluto per permettere a tutti, dagli emigrati coratini agli ammalati fino agli anziani, di poter partecipare ai festeggiamenti grazie ai nuovi media.

L’impegno dell’intera comunità dev’essere quello di tramandare questi riti alle nuove generazioni. Un tema particolarmente a cuore per don Peppino Lobascio: «In questi tempi in cui è facile trovare luoghi dominati dalla disgregazione - ha evidenziato il vicario zonale - la festa patronale ha il grande dono di aggregare. Non disperdiamo le nostre tradizioni e sforziamoci di tramandarle ai giovani». I giorni della festa saranno preceduti da un triduo di preghiera, dal 14 al 16 agosto, in chiesa Matrice per preparare al meglio le celebrazioni solenni.

Nell’attesa la Deputazione maggiore è già al lavoro in queste settimane per avvicinare il patrono anche alle persone in difficoltà. «Negli ultimi giorni stiamo portando la reliquia di San Cataldo nelle case di riposo - ha spiegato il presidente, Michele De Lucia - abbiamo trovato un grande riscontro spirituale e umano di chi sarà comunque partecipe della festa, anche grazie alla diretta televisiva». E sul tema caldo degli ultimi giorni, la famosa “macchinadi San Cataldo ha aggiunto: «In largo Plebiscito ci sarà una rievocazione storica del tempio grazie all’impegno di Egidio Tarricone di LuminArt, ma la “macchina” resta al Comune».

Tra i protagonisti del giornale distribuito in questi giorni c’è anche Aldo Patruno, che ha pescato tra i ricordi d’infanzia i momenti più belli legati al patrono. L’attuale incarico in Regione gli suggerisce una riflessione sul legame tra i festeggiamenti e le ripercussioni sul tessuto economico locale: «Il compositore Gustav Mahler diceva che la tradizione non adora la cenere ma tiene vivo il fuoco - è stata la sua analisi - dobbiamo proiettare questi valori nel futuro attraverso la promozione della nostra identità anche con le nuove forme di comunicazione».

Come, ad esempio, i social network. Per San Cataldo, infatti, è stato lanciato anche un contest Instagram: partecipare è facile, basta una scattare una foto nei tre giorni di festa (alla statua, alla processione, alle strade, alle giostre, alle luminarie, va bene qualsiasi momento catturato dal 17 al 19 agosto) e pubblicarlo su Instagram con l’hashtag #sancataldolive. La foto più bella vincerà una cena per due persone in un ristorante della città.

Infine, dopo alcuni anni, torna la lotteria, un modo per far sentire tutta la comunità cittadina parte attiva della festa. I biglietti, al costo di 3 euro, sono in vendita presso la Deputazione maggiore di San Cataldo, in via Roma 84 a Corato, presso la chiesa Matrice e tutti gli esercizi commerciali che espongono la locandina della lotteria. I tagliandi vincitori saranno estratti in piazza Cesare Battisti martedì 20 agosto. Tra i numerosi premi in palio ci sono un viaggio e diversi buoni spesa spendibili presso negozi di tecnologia, centri ottici e rivenditori di climatizzatori e caldaie.

Il programma

Sabato 17 agosto

Ore 08,00 Inizio festeggiamenti. Lancio di mortaretti.

Ore 19,00 Chiesa Matrice: S. Messa.

Ore 20,00 L’artistica statua lignea del Santo Patrono sarà portata in processione dalla chiesa Matrice al chiostro del Palazzo di Città (Palazzo San Cataldo) dove rimarrà alla venerazione dei fedeli per tutto il periodo dei festeggiamenti. La processione sarà presieduta dal vicario zonale don Giuseppe Lobascio e sarà accompagnata dalla Deputazione Maggiore e dalle Confraternite. All’arrivo in piazza Marconi, la statua del Santo Patrono sarà accolta dal sindaco della città di Corato.

A seguire in piazza Cesare Battisti: Storico Premiato Gran Concerto Bandistico “Biagio Abbate - Città di Bisceglie” diretto dal M° Benedetto Grillo.

Domenica 18 agosto

Ore 07,30 “Pedalando con i Santi” raduno in piazza C. Battisti.

Ore 08,00 Lancio di mortaretti.

Ore 10,30 Chiesa Matrice: Solenne Concelebrazione presieduta da S. E. Mons. Leonardo D’Ascenzo, arcivescovo della diocesi, con la partecipazione del Rev.mo Capitolo, delle autorità civili e militari, della Deputazione maggiore, delle confraternite e associazioni religiose.

Ore 11,30 La Banda si esibirà a piè fermo in piazza Di Vagno. Chiesa Matrice: Santa Messa.

Ore 19,00 II Concerto Bandistico Città di Bisceglie girerà per le vie della città.

Ore 20,00 L’artistico busto argenteo del Santo Patrono sarà portato in processione lungo il corso cittadino. La processione presieduta dall’arcivescovo, dal reverendissimo capitolo, dalle autorità civili e militari, dalla Deputazione maggiore, dalle confraternite e associazioni religiose.

A seguire in piazza Cesare Battisti: Storico Premiato Gran Concerto Bandistico “Biagio Abbate - Città di Bisceglie” diretto dal M° Benedetto Grillo.

Ore 24,00 Grandioso spettacolo pirotecnico a cura della ditta “Pirofantasy” presso stazione ferroviaria.

Lunedì 19 agosto

Ore 08,00 Lancio di mortaretti.

Ore 09,00 Chiostro Palazzo di città: S. Messa.

Ore 19,00 Chiostro Palazzo di città: S. Messa.

Ore 20,00 Rientro della statua lignea del Santo patrono in chiesa Matrice. La processione sarà presieduta dal vicario zonale don Giuseppe Lobascio con la partecipazione della Deputazione maggiore e delle confraternite.

A seguire in piazza Di Vagno, spettacolo musicale a cura della cover band “Bambini di Vasco”.

Martedì 20 agosto

Ore 19,00 Chiesa Matrice: S. Messa di ringraziamento. Invito a partecipare: Deputazione maggiore San Cataldo, amministrazione comunale, consiglio comunale, confraternite, associazioni, comunità cittadina.

Ore 20,30 piazza C. Battisti: estrazione lotteria di San Cataldo.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Mery ha scritto il 14 agosto 2019 alle 08:46 :

    Per quello che sta accadendo alla città sarebbe stato più dignitoso limitarsi alle Messe Solenni ed evitare una "Festa" di mero esibizionismo di incapaci politici locali. Rispondi a Mery

  • Aldo ha scritto il 12 agosto 2019 alle 10:10 :

    Invito il comitato feste patronali ad abolire tale festa. tra i malumori della gente accompagnata anche ad una da un sapere programmare tale festa. Basta affacciarsi nei paesi limitrofi vedesi illuminare, con il concludersi con un fuori programma coi fiocchi Rispondi a Aldo

  • salvatore di gennaro ha scritto il 10 agosto 2019 alle 05:23 :

    La "tradizione" deve interessare solo l'aspetto religioso della società. Il resto, può andare a farsi benedire, a cominciare dalla nostra lingua (surrogata sempre più dall'inglese), e dalle nostre usanze. E siamo talmente esterofili da menzionare, ogni volta che occorre utilizzare una frase altisonante, il pensiero di uno straniero (in questo caso il compositore Mahler), quasi fossero, i poeti, i pensatori, gli artisti italiani, tutti degli emeriti imbecilli, incapaci di dire una sola cosa intelligente. Certamente per notare questo occorrono quella sensibilità e quell'amor patrio, ormai inesistenti nella totalità degli abitanti della penisola italica (ho affermato tante volte come non esista un "popolo italiano", ma un insieme eterogeneo di "tribù"). Rispondi a salvatore di gennaro