L’iniziativa gode del patrocinio del Comune di Corato

Corato fiorisce per i quarant'anni della Fidapa

Dopo il rinvio del mese scorso, dal 27 al 29 giugno si terrà la terza edizione di "Maggio in fiore"

Attualità
Corato lunedì 24 giugno 2019
di La Redazione
Maggio in Fiore 2018
Maggio in Fiore 2018 © CoratoLive

Neppure i capricci di una primavera particolarmente fredda e imprevedibile hanno potuto spegnere l’attesa per la manifestazione “Maggio in fiore”. Alla sua terza edizione, si terrà infatti a fine giugno, dal 27 al 29. Senza cambiare una denominazione che ha ormai trovato una sua identità e aggiunto una preziosa nota di colore alla città.

L’iniziativa gode del patrocinio del Comune di Corato ed è organizzata dalla sezione di Corato della Fidapa, la cui finalità è la valorizzazione delle donne nelle arti, nei mestieri, nel sociale e nella creatività.

La manifestazione coinvolgerà partner, sponsor ed esercizi del comprensorio e sarà anche occasione per celebrare il 40° anniversario della sezione locale. Un anniversario a cui è dedicata la mostra “Quarant’anni insieme di idee, progetti, azioni”, nel chiostro del Palazzo comunale, che raccoglie manifesti, ricordi, documenti relativi alle attività svolte della Fidapa di Corato, sin dagli esordi.

Dal 2017 il progetto “Maggio in Fiore” è coordinato da un gruppo della sezione coratino della Fidapa - composto da Francesca Di Ciommo, Anna De Palma, Angela Quinto e Maria Francesca Casamassima - in collaborazione con tutte le altre socie della sezione di Corato.

«Un’iniziativa voluta per sensibilizzare i cittadini e gli ospiti al rispetto del ricco patrimonio ambientale della macchia mediterranea ed in particolare di questo variopinto angolo della Murgia» spiegano gli organizzatori. «Una zona dove, grazie alle caratteristiche del terreno e del clima, crescono svariate varietà botaniche - in molti casi spontanee - che in tutto il territorio sono alla base di antiche conoscenze e usi in cucina. In particolare, maggiorana, timo, origano, salvia, finocchietto, menta, borragine, carota selvatica, malva, ferula, lavanda, rosa canina, violaciocca gialla, fiore dell'aglio, cardo mariano, asfodelo e tra i frutti fioroni, pere, nespole, albicocche, fichidindia, prugne, ciliegie. Pilastri di quella dieta mediterranea che è il fil rouge di “Maggio in Fiore” 2019».

Ribalta di questa edizione sarà il Palazzo di Città, che vedrà il fiorista Cozzoli (Corato) decorare le facciate esterne affacciate su Piazza Cesare Battisti e Piazza Matteotti. Il chiostro interno, dove sarà anche allestita la mostra, sarà invece allestito da Desyflor (Ruvo di Puglia) e Corflor (Corato). Autentico punto d’orgoglio sarà anche il videomapping che proietterà immagini in 2D delle due prime edizioni della manifestazione sul bugnato esterno del Municipio.

«L’insieme delineerà la cornice di rara eleganza e complessità esecutiva delle tre intense giornate in cui si alterneranno momenti di studio, convegni con medici e nutrizionisti, laboratori didattici che hanno coinvolto scuole primarie e secondarie in esercitazioni pratiche, e filmati dei lavori svolti in classe nel corso dell’anno. Contest fotografici, presentazioni di libri, dissertazioni gastronomiche e tanta buona musica.

L’impegno della sezione di Corato della Fidapa quest’anno guarda anche al futuro. Pochi mesi fa ha infatto presentato la candidatura di Corato per entrare a fare parte dei Comuni Fioriti d’Italia. Primo passo per una maggiore collettiva consapevolezza delle potenzialità del paesaggio olfattivo e pittoresco rappresentato dalla Murgia e per una sua più ampia valorizzazione su scala nazionale ed internazionale».

Presentatore degli incontri sarà Carlo Sacco.

I ringraziamenti

Una grande e complessa manifestazione come “Maggio in fiore” necessita della collaborazione di numerosi enti, istituzioni, associazioni, scuole, partners, senza i quali non sarebbe possibile raggiungere i risultati tanto attesi, che “sbocceranno” grazie all’impegno di tanti. Doverosi e particolarmente sentiti, dunque, sono i ringraziamenti a quanti, con il loro sostegno e supporto, hanno contribuito all’iniziativa.

«La Fidapa di Corato ringrazia vivamente il sindaco del Comune di Corato Pasquale D’Introno per aver concesso il patrocinio dell’Amministrazione in compartecipazione, con la più ampia disponibilità delle strutture e dei mezzi comunali. Un particolare ringraziamento va rivolto a tutti i dipendenti comunali che si sono prodigati e si prodigheranno per la preparazione e lo svolgimento degli eventi previsti da programma, nonché a Rosanna Riflesso che, durante il suo mandato da Commissario Straordinario, ha visionato con attenzione e accolto favorevolmente il progetto “Maggio in fiore”.

Un doveroso e sentito ringraziamento va ai fioristi che hanno aderito con impegno, passione e dedizione a questa terza edizione mettendo a disposizione il loro tempo e la loro mastria per la realizzazione di allestimenti originali e curati nei minimi particolari: Cozzoli (Corato), Desyflor (Ruvo di Puglia) e Corflor (Corato).

Si ringraziano, altresì, i partners che hanno attivamente collaborato a fianco della Fidapa nella realizzazione del programma di inziative ed eventi:

- Gli istituti scolastici: il Liceo Artistico “Federico II Stupor Mundi” di Corato, l’I.T.E.T. “Padre A. M. Tannoia” di Corato, l’Istituto Comprensivo “Jannuzzi-Mons. Di Donna” di Andria, il II Circolo Didattico “Nicola Fornelli” di Corato;
- Le associazioni: l’Associazione Pizzaioli professionisti, la FIDAPA BPW Italy – Distretto Sud-Est;
- I gentili relatori: Alessandro Cialdella, Barbara Esposito, Maria Dimaggio, Adriana D’Imperio;
- La libraria indipendente Giada Filannino, fin dalla prima edizione presenza immancabile di “Maggio in fiore”,
- Il gruppo musicale “Aretha &…Friends” guidato da Amelia Milella, nonché il Coro Lilla e il gruppo delle cheerleader che interverranno grazie alla partecipazione dell’Istituto Comprensivo “Jannuzzi-Di Donna” di Andria;

- Le autorità Fidapa che parteciperanno e, in particolar modo, la Segretaria Nazionale nonché Past Presidente del Distretto Sud-Est Fiammetta Perrone, la past president della Sezione di Trani Francesca Onesti, le socie della sezione di Corato e di quelle limitrofe che hanno collaborato all’iniziativa e saranno presenti.

Fondamentale la partecipazione delle realtà imprenditoriali che hanno supportato in qualità di sponsor la manifestazione: Società Cattolica di Assicurazione; A.S.D. Virtus Corato; A.S.D. Polis Corato; Basket Corato; Altamura fruit; Mediterranea Immobiliare, Forza Vitale, Luigi Perrone Centro Assistenza Tecnica. La collaborazione di queste importanti entità territoriali impegnate nella nostra città su vari fronti testimonia quanto sia preziosa e necessaria la collaborazione di tutti per la riuscita di progetti comuni a favore della cittadinanza e della promozione della nostra città.

Particolarmente sentiti sono anche i ringraziamenti agli esercenti commercianti che, nei tre giorni della manifestazione, parteciperanno attraverso la predisposizione di menù a tema e l’allestimento floreale delle loro vetrine e/o ambienti interni ed esterni. La loro vicinanza donerà alla città un volto unitario che auspichiamo possa essere sempre più esteso e condiviso.

Seguono i ringraziamenti ai giornalisti Carlo Sacco (Video Italia Puglia) e Federica De Luca per l’attività di comunicazione con i mezzi stampa e per la cura dedicata nella promozione dell’evento.

Infine, un particolare ringraziamento, va a tutti i residenti di Corato e a quanti, in quei tre giorni, decideranno di trascorrere parte del loro tempo nella nostra cittadina».

«“Maggio in fiore” - conclude la presidente della Fidapa di Corato Maria Francesca Casamassima - sboccerà, in questa terza stagione della manifestazione, grazie all’aiuto di tutti coloro che hanno creduto in questa iniziativa di promozione e valorizzazione del territorio e della comunità ivi presente, nonché grazie all’impegno delle socie Fidapa Francesca Di Ciommo e Anna De Palma e della past president Angela Quinto che, con tenacia e dedizione, portano avanti, di anno in anno, questo progetto alimentandone la crescita. Perché, così come indicato dal tema nazionale Fidapa per il biennio 2017-2019, la creatività femminile e la cultura dell’innovazione possano costituire motori per la crescita socio-economica delle nostre comunità».

Lascia il tuo commento
commenti