Il 10 giugno

Restauro Via Crucis della chiesa Matrice, un premio per il liceo artistico

I ragazzi sono stati premiati nella sede della Camera di Commercio di Bari con un assegno da 1.500 euro per il concorso regionale “Storie di alternanza, vince la scuola, vince il lavoro e vinci tu”

Attualità
Corato mercoledì 12 giugno 2019
di La Redazione
Restauro Via Crucis della chiesa Matrice, un premio per il liceo artistico
Restauro Via Crucis della chiesa Matrice, un premio per il liceo artistico © n.c.

Si è svolta il 10 giugno nella sede della Camera di Commercio di Bari la premiazione del concorso regionale “Storie di alternanza, vince la scuola, vince il lavoro e vinci tu”, premio viene assegnato alle scuole che meglio hanno raccontato attraverso il linguaggio audiovisivo le proprie “Storie di alternanza” scuola lavoro, elaborate e realizzate dagli studenti e dai tutor degli Istituti scolastici italiani di secondo grado.

L’obiettivo, come afferma il bando del concorso, è “quello di accrescere la qualità e l’efficacia dei percorsi di alternanza scuola-lavoro, attivare una proficua collaborazione tra scuole, imprese e Enti coinvolti, e rendere significativa l’esperienza, attraverso il “racconto” delle attività svolte e delle competenze maturate nei percorsi formativi”.

Ad aggiudicarsi il primo premio, un assegno di 1.500 euro, nella categoria licei, è stato l’I.I.S.S. “Federico II, Stupor Mundi” con il video Restauri(amo), che ha documentato l’intero percorso di alternanza svolto nel triennio 2016-2019 e che ha visto protagonisti gli alunni della sezione design del legno, sotto la guida del professor Giuseppe Di Zanni e della dottoressa Loredana Acquaviva, e la supervisione del dirigente scolastico, Savino Gallo.

Il video, ideato e curato dalla professoressa Anna Acquafredda insieme agli alunni della classe V D, della durata di sette minuti, ha mostrato, attraverso un montaggio incisivo ed efficace, tutte le fasi che hanno portato al restauro del gruppo ligneo della Via Crucis dell’artista Onofrio Soldano, nella chiesa Santa Maria Maggiore di Corato.

«Questo percorso - spiegano dalla scuola - ha permesso ai ragazzi di conoscere più da vicino le opere artistiche presenti sul territorio, di apprezzarne la bellezza e l’importanza di preservarle dagli assalti del tempo. Ha, inoltre, fatto scoprire ai giovani studenti il valore di una professione unica e straordinaria come quella del restauratore, che, grazie al suo lavoro paziente e certosino, riesce a ridare nuova vita e a “ri-creare” le opere antiche. Questo lavoro, in un Paese come l’Italia, ricco di arte, da Nord a Sud, dai grandi ai piccoli centri, diventa fondamentale ed è per questo che la Camera di Commercio di Bari ha voluto premiare questo percorso di alternanza qualificante, una occasione concreta di formazione e crescita, capace di creare reali connessioni con il mondo del lavoro».

Lascia il tuo commento
commenti