Domani

​A Corato un seminario per diventare "Coach for Inclusion"

Relatrice del seminario di I livello di nuoto - organizzato dal team sportivo di Gocce nell’Oceano onlus - sarà Lucia Zulberti, coordinatore tecnico nazionale di nuoto Special Olympics

Attualità
Corato venerdì 17 maggio 2019
di La Redazione
Lucia Zulberti
Lucia Zulberti © n.c.

Tornata da pochi giorni in Italia dai Giochi mondiali Special Olympics di Abu Dhabi, in occasione dei quali ha guidato la nazionale azzurra, Lucia Zulberti, coordinatore tecnico nazionale di nuoto Special Olympics, sarà domani 18 maggio a Corato in qualità di relatrice del seminario di I livello di nuoto organizzato dal team sportivo di Gocce nell’Oceano onlus, associazione coratina che si occupa di bambini e ragazzi con disabilità intellettiva e relazionale.

«Siamo onorati di avere nella nostra sede Lucia Zulberti, che solitamente incontriamo in occasione delle trasferte che i nostri atleti affrontano per partecipare ai Giochi Nazionali Special Olympics in qualità di coordinatrice degli stessi» commenta Marina Perrone, tecnico del team coratino e referente regionale Special Olympics per il nuoto. «Lucia vanta una grandissima esperienza a livello internazionale e siamo certi fornirà ai nostri tecnici e a quelli dei team dei comuni limitrofi che si sono iscritti al seminario, spunti interessanti per migliorare la qualità dei propri progetti sportivi».

«Il seminario di I livello, inserito nel programma nazionale di formazione Special Olympics - aggiunge - è il primo passo per diventare tecnico di nuoto "Coach for Inclusion", titolo che viene riconosciuto al termine di un percorso basato su tre livelli. Il seminario di I livello serve anche a conoscere il programma Special Olympics, organizzazione internazionale fondata da Eunice Kennedy che da oltre 50 anni permette a milioni di persone con disabilità intellettiva nel mondo di praticare sport e di competere per dimostrare le proprie capacità in manifestazioni locali, nazionali e internazionali».

Il seminario si articola in 8 ore di lezioni frontali in aula, che verranno svolte nella nuova sede di Gocce nell’Oceano onlus, denominata “Un salto nel Blu”, in via don Luigi Orione, 43. Una parte importante è dedicata alle attività da svolgere in piscina con bambini e con persone con disabilità gravi e gravissime.

Chi vuol saperne di più può visitare il sito www.beacoach.it.

Al seminario parteciperanno tutti i tecnici e le esperte dell’associazione coratina che attualmente stanno conducendo il progetto, parzialmente finanziato dalla Regione Puglia, denominato appunto “Un salto nel Blu”, che sta consentendo a circa 20, fra bambini, adolescenti e giovani, di allenarsi per partecipare ai prossimi Giochi Interregionali di nuoto (Play The Games), che si terranno il 22 e 23 giugno prossimi presso la piscina comunale di Andria e ai quali parteciperanno oltre 80 atleti provenienti da altre province pugliesi e anche da Basilicata, Molise e Sicilia.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • salvatore di gennaro ha scritto il 18 maggio 2019 alle 03:47 :

    L'italikan è la lingua che, a passi sempre più giganti, sta soppiantando il vecchio italiano. E' fatto di neologismi anglosassoni o, meglio ancora, di complete sostituzioni di termini nostrani con parole inglesi. Fautori di tale opera demolitrice sono più che altro coloro che sono nati dal '49 in su, quando cioè l'onda della contestazione giovanile ha iniziato a mettere in dubbio il valore del rispetto delle tradizioni e del patriottismo, ora considerato, da noi, un peccato mortale. Ormai, caso unico al mondo, vi è il piacere sadico della distruzione di tutto ciò che ha la parvenza di italico, e questo sta ad avvalorare la mia tesi storica secondo la quale l'estrema eterogeneità nella formazione del nostro "popolo" ha causato la non nascita, se non l'aborto, del sacro concetto di "Stato". Rispondi a salvatore di gennaro