​I racconti, le esperienze, la conoscenza e il confronto con le realtà del contemporaneo che coinvolgono un pubblico sempre più ampio

Alla scoperta di “Kunstschau”, quando l'arte si fa spazio ovunque

Un collettivo di 12 giovani artisti italiani, prevalentemente originari o residenti in Puglia, che opera per la promozione dell’arte contemporanea in spazi museali ed in contesti non convenzionali

Attualità
Corato venerdì 29 marzo 2019
di La Redazione
Kunstschau
Kunstschau © n.c.

Prosegue con successo il ciclo di incontri “DIDomenica H_19”: i racconti, le esperienze, la conoscenza e il confronto con le realtà del contemporaneo che coinvolgono un pubblico sempre più ampio contaminando spazi e contenitori culturali di Corato.

Da un’idea dall’architetto Esther Tattoli e del curatore e art director CoArt Gallery Alexander Larrarte, si delinea un percorso ed una piattaforma di dialogo, aperta e in progress, che giunge al suo terzo appuntamento domenica 31 marzo: dalle ore 18.30, presso l’agorà del Liceo Classico “A. Oriani” di Corato (via Santa Faustina Kowalska 1) si apriranno le porte per lo spazio d’arte “Kunstschau”.

Costituitasi nel 2018 nella forma di associazione culturale, “Kunstschau” è composta da un collettivo di 12 giovani artisti italiani, prevalentemente originari o residenti in Puglia. Opera per la promozione dell’arte contemporanea in spazi museali ed in contesti non convenzionali, anche in stato di degrado, elaborando interventi ai fini di una valorizzazione sociale ed ambientale.

A partire dalla propria sede espositiva - situata a Lecce, in via Gioacchino Toma 72, all’interno di una white cube posta in un’area residenziale - il progetto prevede numerose azioni e dislocazioni presso piazze, musei, gallerie magazzini, depositi, vetrine, ovvero luoghi e contenitori d’arte contemporanea in grado di ospitare operazioni site-specific.

A parlarne saranno Lucia Flora Reho, Grazia Amelia Bellitta e Violetta Barba, in conversazione con la giornalista e curatrice d’arte Isabella Battista.

«Si ringrazia per il supporto il Rotary Club Corato, Fidapa- BPW Italy, CoArt Gallery, Studio Tattoli, il Comune di Corato, Ordine degli Architetti di Bari, l’Istituto d’Istruzione Superiore “Oriani-Tandoi”, il Museo del Territorio di Corato. L’accoglienza dei partecipanti sarà curata dagli alunni dell’Istituto d’Istruzione Superiore “A.Oriani-L.Tandoi” di Corato, cui saranno riconosciuti crediti formativi» commentano gli organizzatori.
Lascia il tuo commento
commenti