​Venerdì 11 gennaio la quinta edizione

All’Oriani “La Notte del liceo classico”, tutte le iniziative a scuola e in teatro

Il tema: “Polis - quando l’armonia crea la comunità”. Alle 21 la messa in scena della commedia di Aristofane intitolata “Ecclesiazouse”, nota anche come “Le donne in parlamento”

Attualità
Corato martedì 08 gennaio 2019
di La Redazione
Ecclesiazouse
Ecclesiazouse © Sylvia Irene De Palma

Venerdì 11 gennaio anche il liceo classico “Oriani” di Corato parteciperà alla “Notte Nazionale del Liceo Classico”. Per la quinta edizione ci saranno numerose attività che si svolgeranno nella scuola e nel teatro Comunale, a partire dalle 18. Ben chiaro il tema: “Polis – quando l’armonia crea la comunità”.

L’iniziativa, nata a livello nazionale da un’idea del prof. Rocco Schembra, docente di Latino e Greco presso il Liceo Classico Gulli e Pennisi di Acireale (CT), attualmente conta la partecipazione di 433 licei in tutta la penisola; ha catturato, sin dal suo primo apparire, l’attenzione dei media e ottenuto l’approvazione ministeriale. In una data comune, in contemporanea dalle 18 a mezzanotte, le scuole aprono le loro porte alla cittadinanza e gli studenti dei licei classici d’Italia si esibiscono in svariate performances. Dalle maratone di lettura alle esposizioni di arti plastiche e visive, dalle presentazioni di libri ai concerti, gli alunni danno sfogo alla libera inventiva e creatività guidati dai loro docenti.

L’Oriani ha preso parte all’iniziativa fin dalla prima edizione. Quest’anno, dopo la prima parte in contemporanea con tutti i licei, oltre ai saluti del dirigente scolastico Angela Adduci ci sarà anche la visione di un video introduttivo e la lettura di un brano. Seguirà la consegna di una borsa di studio ad un ex alunno meritevole che ha concluso il proprio percorso scolastico. Dalle 18.30 circa, gli alunni si sposteranno nelle proprie aule e daranno inizio a seminari, tableaux vivants, giochi di ruolo, prosopopee e quadri teatrali.

«Noi partecipiamo dal primo anno - ha spiegato la prof. Mariagiovanna Di Canio, referente del liceo Oriani per questa iniziativa - quindi è la nostra quinta esperienza. La novità di questa edizione è che a metà serata ci trasferiremo tutti dalla scuola al teatro Comunale, dove mettiamo in scena la commedia “Ecclesiazouse” nota anche come “Le donne in parlamento”, di Aristofane».

Le attività nelle aule del liceo coratino avranno termine alle 20 e la scuola chiuderà le sue porte. In corteo, poi, ci si sposterà in piazza Marconi al teatro. Alle 21 sarà messo in scena lo spettacolo a cura delle professoresse Carminetti, D’introno, Di Canio e Micello che vedono impegnati in scena i ragazzi del triennnio, una trentina in totale, selezionati a seguito di un provino.

«In teatro concluderemo la nostra Notte Nazionale del Liceo Classico, con il testo da recitare in greco e in italiano, letto da tutte le scuole aderenti all’iniziativa e infine se il tempo lo permetterà, faremo alzare in volo le lanterne nello spiazzo antistante il teatro comunale» concludono dall’Oriani.
Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • salvatore di gennaro ha scritto il 09 gennaio 2019 alle 11:42 :

    Molte cose sono cambiate nella scuola, anche al "classico", dove mi diplomai nel 1966. Certo allora, specie in quel tipo di indirizzo, non era immaginabile usare la parola "performances" al posto di "esibizioni", ma noi italiani siamo così: ci fa schifo tutto ciò che ha il sentore di nazionalistico, ed in questo, siamo unici al mondo. La scuola ora, seguendo anch'essa il concetto ineluttabile dei "corsi e ricorsi", dopo le vergognose assurdità e conseguenze causate dal '68, ma più che altro dopo l'incapacità di gestire la cosa da parte di imbelli politici, si è raffinata, è diventata più ricercata, elegante, poliedrica. I ragazzi sono maturi, consapevoli del loro ruolo attuale e futuro. E' l'atmosfera sociale che è cambiata, e le difficoltà di adesso invitano ad atteggiamenti responsabili. Rispondi a salvatore di gennaro