Tre interventi, tre cantieri, tre aziende appaltatrici che ieri si sono presentate alla città

Rione Belvedere, operai a lavoro da ottobre. Il sindaco: «Diventerà l'orgoglio della città»

Il programma finanziato con 5 milioni di euro​ in totale porterà alla realizzazione di 28 nuovi alloggi​ e all'esecuzione dei lavori di riqualificazione urbana dell’intera area

Attualità
Corato sabato 15 settembre 2018
di La Redazione
Quartiere Belvedere, operai a lavoro da ottobre. Il sindaco: «Diventerà l'orgoglio della città»
Quartiere Belvedere, operai a lavoro da ottobre. Il sindaco: «Diventerà l'orgoglio della città» © CoratoLive.it

«Un momento storico per la città di Corato, non solo per il quartiere Belvedere». Così è stato definito l'incontro svolto ieri nella sede della Caritas, nell'ex chiesa del Sacro Cuore. Il Comune, rappresentato dal sindaco Massimo Mazzilli, dall'assessore ai lavori pubblici Salvatore Mattia, dall'architetto Sgobba e dal dirigente Casieri, ha incontrato i residenti della zona per spiegare cosa accadrà nei prossimi due anni.

«Tra fine settembre e inizio ottobre tre imprese inizieranno ad allestire i cantieri che permetteranno a questa zona del paese di diventare più bella e vivibile, con più servizi per i bambini, gli anziani e le giovani coppie. Diventerà motivo di orgoglio per tutta la città, non solo per chi ci vive» ha detto il primo cittadino.

I progetti sono stati concepiti e presentati negli anni passati, dall’amministrazione comunale guidata dall’ex sindaco Perrone. Eppure «il cambio delle leggi e l’introduzione della Centrale unica di committenza per la gestione delle gare di appalto ha provocato un grosso ritardo» ha precisato l'assessore Mattia.

Oggi il programma finanziato con 5 milioni di euro in totale porterà alla realizzazione di 28 nuovi alloggi oltre ai lavori di riqualificazione urbana dell’intera area nell’ambito del Pruacs (Programmi di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile) e finalizzati ad incrementare servizi ed infrastrutture, per riqualificare il Belvedere dal punto di vista fisico, funzionale e percettivo. Si vuole creare una migliore rete di mobilità interna al centro urbano e si mira a potenziare il senso di identità locale.

Tre interventi, tre cantieri, tre aziende appaltatrici che ieri si sono presentate alla città.

l primo riguarda i lavori di realizzazione di opere di urbanizzazione secondaria, arredo urbano, verde e percorsi ciclopedonali. Mira in particolare a valorizzare l’identità del quartiere che presenta caratteristiche assolutamente uniche nel contesto cittadino, legate alla originaria concezione di borgo di campagna, rilevabili oggi dalla presenza di un consolidato (se pur non organizzato) sistema di vero e propri orti urbani.

Il progetto prevede soluzioni che conservano gli abitudinari rapporti con l’ambiente esterno e privilegiano la presenza di spazi comuni a favore della socializzazione (verde attrezzato, aree per la sosta, aree per il gioco dei bambini, ecc.) la riconoscibilità delle diverse destinazioni (servizi, spazi di collegamento) ed una chiara finalizzazione dei percorsi di distribuzione. L’importo è di 1.024.283 euro, l’opera dovrebbe essere portata a termine entro 210 giorni dall’inizio.

Il secondo progetto porterà alla realizzazione di una palazzina in viale Arno con 15 alloggi di edilizia a canone sostenibile da destinarsi ad anziani e giovani coppie, e di un corpo annesso destinato al “Centro Anziani”, con soluzioni progettuali innovative e scelte tecnologiche che permetteranno il risparmio energetico e la riduzione di costi di gestione per gli utenti, conservando gli abitudinari rapporti con l’ambiente esterno e privilegiare la presenza di spazi comuni a favore della socializzazione, e servizi di sostegno ispirati alle esigenze di sicurezza, autonomia e facilità d’uso anche da parte di persone con difficoltà motorie, sensoriali e di orientamento. L’importo dei lavori è di 1.228.490,14 euro a cui andrà aggiunta l’Iva: il termine dell’esecuzione è prevista in 510 giorni.

Il terzo intervento servirà per realizzare in viale Arno altri 13 alloggi di edilizia sovvenzionata, con le stesse caratteristiche e soluzioni, destinati ad accogliere altrettanti nuclei familiari che al momento alloggiano nelle cosiddette “case minime” lungo viale Arno. L’importo dei lavori è di 788.960 euro, l’opera dovrà essere eseguita in 400 giorni.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • salvatore di gennaro ha scritto il 15 settembre 2018 alle 23:36 :

    Vorrei che il sindaco stesse adesso (una e mezza di notte) nella piazzetta del Comune: una decina di bambini che corrono, gridano, giocano al pallone, vanno in bici. Questa è follia pura, è mancanza di rispetto verso gli altri (penso anche ai vicini di casa, destati al loro rientro), è annullamento dello stato di fanciulli. Continua tranquillamente l'equivoco che va avanti da molti anni: al popolo va dato il "divertimento", fatto passare sotto forma della parolina magica di "socializzazione". Ciò che avverrà inevitabilmente anche al rione Belvedere. Di educazione, non si parlava prima, non si parla ora: non si è proprio capaci di comprendere quale sia la sua importanza. Mi dispiace esprimere tutta la mia delusione, ma c'è una continuità, sotto questo aspetto, che non dà speranze. Rispondi a salvatore di gennaro

  • Antonio ha scritto il 15 settembre 2018 alle 06:20 :

    FINALMENTE VERRÀ IL MOMENTO TANTO ATTESO. Rispondi a Antonio

  • un cittadino ha scritto il 15 settembre 2018 alle 06:18 :

    ...pochissimo "presente" ma, in compenso… molto "futuro". Mi piacciono gli auto panegirici: danno quella grinta immotivata, assai utile per andare avanti. Rispondi a un cittadino