Progetto finanziato

L'ex discarica di Maccarone verrà bonificata, dalla Regione un finanziamento​ di 1.365.000 euro

L’operazione proposta riguarda una serie di importanti interventi in quell’area, che era già stata oggetto di caratterizzazione, ma che aveva bisogno della messa in sicurezza definitiva

Attualità
Corato venerdì 14 settembre 2018
di La Redazione
Una discarica
Una discarica © CoratoLive.it

È stato finanziato dalla Regione Puglia (Dipartimento mobilità, qualità urbana, opere pubbliche, ecologia e paesaggio - Sezione ciclo rifiuti e bonifiche) il progetto presentato dall’amministrazione comunale in risposta all’avviso Por Puglia Fesr fse 2014720 Asse VI azione 6.2, per la presentazione di domande di finanziamento di interventi per la bonifica di aree inquinate e per la progettazione ed esecuzione di interventi di messa in sicurezza permanente e bonifica di aree contaminate, aree oggetto di discariche abusive, o discariche dismesse di rifiuti.

Il Comune aveva partecipato all’avviso pubblico con un progetto di fattibilità tecnico/economica riguardante la “Bonifica, messa in sicurezza permanente e ripristino ambientale dell’ex discarica comunale in contrada Maccarone-Sant’Elia”: il progetto è stato ammesso e finanziato con una cifra di 1.365.000 euro.

L’operazione proposta riguarda una serie di importanti interventi in quell’area, che era già stata oggetto di caratterizzazione, ma che aveva bisogno della messa in sicurezza definitiva: per questo sono state programmate anche altre operazioni come la rimozione dei rifiuti solidi speciali superficiali, la messa in sicurezza permanente attraverso il “capping”, la sistemazione morfologica ed idraulica, la realizzazione di un impianto di raccolta e gestione delle acque meteoriche, una serie di opere di contenimento, interventi di riqualificazione e rinaturalizzazione, ed è chiaro che si provvederà a rinverdire l’area e allestirla per futuri utilizzi.

Fra le opere da realizzare anche la ricostruzione sopra suolo, con muretti a secco, opere di ingegneria naturalistica, inerbimento e piantumazione di specie erbacee tappezzanti autoctone, pavimentazione carrabile, con la realizzazione di un impianto elettrico, percorsi di viabilità interna e esterna, aree sosta, e naturalmente ampia cartellonistica per il divieto di abbandono rifiuti.

«Conclusa la caratterizzazione di quel sito, già dal momento dell’insediamento di questa amministrazione comunale - spiega il sindaco Massimo Mazzilli - avevamo fatto presente alla Regione Puglia il bisogno di un intervento di messa in sicurezza definitiva di quel sito, che nel frattempo abbiamo recintato. Abbiamo sempre tenuto molto alle politiche ambientali e abbiamo dunque partecipato all’avviso pubblico dell’Ente, riuscendo ad ottenere questo ulteriore importante finanziamento, che ci permetterà di realizzare quei lavori di bonifica definitiva che offriranno alla città un nuovo spazio pubblico, in particolare a servizio della zona industriale».

Lascia il tuo commento
commenti