Grande successo per la corsa in notturna

Corri Colora Vinci, in 700 per ricordare Vincenzo

La manifestazione, organizzata dal Cral Asipu e dall'Atletica Amatori Corato, ha sensibilizzato i cittadini sul tema della sicurezza stradale

Attualità
Corato lunedì 25 giugno 2018
di La Redazione
Il momento del via
Il momento del via © CoratoLive.it

Palloncini, braccialetti colorati, trucchi variopinti ma soprattutto il cuore di oltre 700 persone che hanno voluto ricordare Vincenzo Lops correndo in notturna lungo le strade cittadine.

"Corri Colora Vinci" ha regalato tanti piccoli momenti di gioia e commozione con una finalità importante: la sensibilizzazione sul tema della sicurezza stradale, dall'uso delle cinture al pericolo di guidare con lo smartphone tra le mani, fino alla cura e manutenzione delle strade. Argomenti sempre attuali e che toccano Vincenzo, agente di Polizia scomparso l’anno scorso a causa di un incidente stradale.

"Corri Colora Vinci" è stata organizzata da Nicola D'Introno, presidente del Cral Asipu e Giuseppe Fariello, presidente della Gsd Atletica Amatori Corato con il supporto della Associazione Nazionale della Polizia di Stato del presidente Giuseppe Bovino e di CoratoLive.it.

Sabino Matera, presentatore della manifestazione, ha chiamato sul palco D'Introno, Fariello, il sindaco Massimo Mazzilli, l'assessore allo sport Filippo Tatò, il presidente della Casa Famiglia della Mamma Savino Maldera e Vitantonio Patruno.

«Mi hanno chiesto il perché abbiamo chiamato questo evento Corri Colora Vinci - ha spiegato Nicola D'Introno, presidente del Cral Asipu - Corri perché è ovviamente una corsa. Colora perché è una manifestazione in notturna, la prima a Corato, e abbiamo cercato di dare un senso di colore. Vinci perché ognuno tende a vincere anche se in questo caso vincere significa vincere le manifestazioni sportive ma le difficoltà che la vita ci mette difronte. Vinci richiama anche il nome di Vincenzo, al quale questa serata è dedicata».

Il serpentone è partito puntuale alle 21 dopo un minuto di raccoglimento e il volo simbolico di tanti palloncini. Al via alcuni corridori, gruppi di amici e tante famiglie che hanno colorato il corso cittadino e una parte di extramurale. Alcuni hanno scelto la corsa di 6 chilometri e mezzo, tanti altri la camminata sportiva di 3,2 km, chiudendo la serata in piazza Cesare Battisti dove si è tenuto il ritiro delle targhe e l'estrazione dei premi. Parte del ricavato è stato devoluto in beneficenza alla “Casa famiglia della mamma onlus” per l’acquisto di giochi ed attrezzature per attività ludiche da mettere a disposizione degli utenti della struttura.

Il momento più toccante, la consegna della targa alle famiglie Lops e D'Introno, con le mani tese della mamma di Vincenzo, a salutare suo figlio, raggiunto dal calore di tanti, tantissimi suoi concittadini.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Sabrina Rutigliano ha scritto il 27 giugno 2018 alle 12:44 :

    Cattiva idea lanciare i palloncini che contengono all'interno piccole batterie per l'alimentazione delle luci!!! All'interno ce ne sono 3 per quanti palloncini che sono stati lanciati quante batterie fanno??? Evviva l'inquinamento Rispondi a Sabrina Rutigliano

  • M.G. ha scritto il 25 giugno 2018 alle 13:00 :

    Bella manifestazione. ..un bel modo per ricordare questo ragazzo ..un abbraccio ai genitori. .da ripetere sicuramente perché ha colorato le buie passeggiate domenicali dei coratini Rispondi a M.G.

  • Amedeo Strippoli ha scritto il 25 giugno 2018 alle 11:44 :

    Ogni tanto leggere un notizia positiva fa bene al cuore. Ci vorrebbero più iniziative del genere per sconfiggere l'apatia e l'indifferenza Rispondi a Amedeo Strippoli