Nella puntata di “Report” andata in onda ieri sera si approfondisce l'obbligo previsto dalle disposizioni provinciali che cozza con le temperature delle nostre parti

Obbligo di catene o pneumatici invernali, anche con 20 gradi. “Report” indaga sulle nostre strade

È il 17 novembre, c’è un sole che spacca le pietre. Ma lungo le provinciali tra Corato e la Bat spiccano diversi cartelli che obbligano a viaggiare con pneumatici invernali o catene a bordo nel periodotra il 15 novembre ed il 15 aprile

Attualità
Corato lunedì 15 dicembre 2014
di La Redazione
obbligo di pneumatici invernali o caten a bordo su strade provinciali
obbligo di pneumatici invernali o caten a bordo su strade provinciali © n.c.

Le telecamere di Report sulle nostre strade.

È il 17 novembre, c’è un sole che spacca le pietre. Ma lungo le provinciali tra Corato e la Bat spiccano diversi cartelli che obbligano a viaggiare con pneumatici invernali o catene a bordo nel periodo compreso tra il 15 novembre ed il 15 aprile.

L’ordinanza - che per chi non si adegua prevede una multa da 84 a 335 euro, scomoda una troupe della nota trasmissione televisiva "Report" pronta a chiedere lumi al dirigente della provincia Barletta-Andria-Trani, Mario Maggio.

Nel servizio, per giustificare il singolare provvedimento, il dirigente parla di «schizofrenia del governo centrale» convinto che le province debbano sottostare ad un obbligo imposto dallo Stato.

Poco più tardi, però, si scopre che il decreto legislativo lascia ampia discrezionalità agli enti locali. Nel testo si legge infatti che «l’ente proprietario della strada può, con ordinanza...». La legge dà quindi facoltà di disporre l’obbligo di pneumatici da neve o catene a bordo in base alle esigenze e necessità territoriali. 

Da non sottovalutare poi, l'esistenza di auto che le catene proprio non le possono montare. Auto non "catenabili" che, stando alle disposizioni normative, dovrebbero montare necessariamente le gomme da neve le quali, ad onor del vero, con 15/20 gradi rischierebbero di rovinarsi e - soprattutto - renderebbero la guida molto meno sicura.

Ma la disposizione della provincia Bat su quali esigenze si basa? Che si sia trattato di una leggerezza da parte della provincia nell’interpretare il decreto oppure di un eccesso di zelo, la conclusione è che mentre in pianura padana l’obbligo non c’è, nel nostro caldo sud, sì.

Lascia il tuo commento
commenti