L'evento

L'olio coratino in vetrina a Trieste: inizia l'avventura di "Olio Capitale"

Nove aziende rappresenteranno la città nel prestigioso evento fieristico

Attualità
Corato sabato 14 maggio 2022
di Giuseppe Di Bisceglie
Lo stand del Comune di Corato a Olio Capitale
Lo stand del Comune di Corato a Olio Capitale © n.c.

Produttori ed espositori sono arrivati a Trieste. I rappresentanti del Comune di Corato sono con loro per manifestare l'importanza del prodotto principe della nostra terra, l'olio extravergine d'oliva. Gli stand sono stati allestiti ed ormai è tutto pronto. La Fiera "Olio Capitale" prende finalmente il via, tanto attesa e tanto desiderata, soprattutto dopo lo stop forzato legato all'emergenza sanitaria. Corato è ampiamente rappresentata: nove aziende sono partite alla volta di Trieste, pronte ad accogliere buyers da tutto il mondo e a far conoscere il prodotto, l'olio EVO da cultivar coratina, dalle proprietà uniche ma ancora non valorizzato abbastanza, soprattutto dagli stessi produttori. Ed eventi come "Olio Capitale" possono rappresentare un importante momento di slancio per l'intera categoria dei produttori, non soltanto per chi è presente col proprio stand alla fiera. 

Le aziende coratine presenti a "Olio Capitale"

 

HALL 28 BIS: Padiglione A8 “Soc. Agricola Petrizzelli; Padiglione A7 “Terre D’Oria di Fabrizio D’oria”; Padiglione A3 “San Pietro”; Padiglione A2 “Tenuta Stolfa”; Padiglione A1 “Lamacupa”; Padiglione A6 “La Preferita”; Padiglione C3 “Terra Maiorum”; Padiglione C5 “Mistrulli Vincenzo”; Padiglione C18 “Coppicelle Pisicchio”

«Aspettavamo con particolare attenzione questo evento non soltanto per la sua rilevanza ma anche perché avevamo bisogno, come produttori, di essere presenti ad eventi fieristici. I due anni di stop legati alla pandemia hanno bloccato ogni attività di promozione e le occasioni per incontrare i buyers e questa può oessere una importante occasione. Già abbiamo preso contatti con potenziali acquirenti italiani e stranieri» riferisce Pino Caldara, presidente della cooperativa Terra Maiorum. Una condizione comune anche agli altri colleghi. 

«La partecipazione alla fiera di Trieste "Olio Capitale" rappresenta una grande opportunità sia per le aziende che per tutta la comunità locale di Corato e sancisce l'avvio di un percorso durante il quale saranno condivise idee e iniziative per rilanciare lo sviluppo economico della nostra città partendo dalla sua risorsa principale, l'olio» ha rimarcato l'assessore allo sviluppo economico del Comune di Corato Concetta Bucci, presente alla fiera insieme al sindaco e alla presidente del Consiglio Comunale. 

La città di Corato è quella maggiormente rappresentata tra le 35 città pugliesi aderenti all'associazione "Città dell'Olio", con le sue nove aziende. La presenza pugliese in terra di Trieste è massiccia e qualificata. Il coordinatore regionale dell'associazione, l'assessore al turismo del Comune di Andria Cesare Troia, è partito alla volta di Trieste proprio per rimarcare l'importanza del prodotto anche sul piano del turismo enogastronomico. Puntando sul valore delle tipicità e sul patrimonio paesaggistico e culturale la strada verso lo sviluppo dovrebbe essere in discesa. E non è un caso che, in occasione della sfilata di Gucci a Castel del Monte, lo stesso assessore Troia abbia chiesto ai gestori delle strutture ricettive di dotarsi di gadget e cadeaux da offrire agli avventori, puntando proprio sui prodotti enogastronomici e tipici, primo fra tutti l'olio extravergine di oliva. 

«La partecipazione a Olio Capitale di realtà rappresentative della produzione olivicola regionale rimane anche un forte segnale distintivo pure rispetto a quello di origine extra comunitaria» ha riferito il coordinatore Troia, da noi interpellato. «È una battaglia sull'origine che dobbiamo assolutamente, e con costanza, perseguire. Dopo due anni di pandemia La Puglia partecipa a pieno titolo alla “ Fiera di Trieste di Olio Capitale” con la presenza di aziende Pugliesi. Come coordinatore Regionale ritengo che questo darà prestigio e slancio alla filiera produttiva locale. Oltre al nostro olio, promuoveremo anche il nostro territorio, valorizzando le tante esperienze di successo che mettono l'extravergine al centro della propria offerta turistica. Solo così possiamo far percepire al consumatore finale la bellezza di immergersi in un incantevole paesaggio attraverso un semplice assaggio» ha concluso.

Non solo gusto ma anche cultura. Per questo si parlerà di olio extravergine di oliva anche nell'ambito di due importanti convegni, a cura del Comune di Corato, ai quali prenderanno parte agronomi ma anche medici e tecnologi alimentari. Per promuovere bisogna conoscere e "Olio Capitale" è una occasione anche per imparare tanto su un prodotto che merita gli scenari migliori. 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Aurelio Rag. Tortosa ha scritto il 15 maggio 2022 alle 06:31 :

    Auguri Pasquale, ciao Eleonora, largo alla gioventù! Rispondi a Aurelio Rag. Tortosa

  • M..C.. ha scritto il 14 maggio 2022 alle 09:52 :

    Mi dispiace che il sig.Tommaso Loiodice non lo hanno fatto partecipare l'amministrazione chissà perché??? Rispondi a M..C..

  • franco ha scritto il 14 maggio 2022 alle 09:03 :

    appunto proprietà uniche ma non mai abbastanza pubblicizzato- sante parole scritte dal sottoscritto decine di volte. invece con ciò SI DEVONO FARE I CONTROLLI A TAPPETO e costituirsi P.C. nei procedimenti penali! Rispondi a franco