Sono piante che seguono la stagionalità ed eccellenti acchiappa-smog

Due nuovi alberi fanno capolino su via Duomo. Sono aceri donati dai cittadini

La piantumazione è il frutto dell'iniziativa partita dal gruppo di cittadinanza attiva Radicamenti per la festa dell'albero, in collaborazione con il Tattoli-De Gasperi

Attualità
Corato sabato 27 novembre 2021
di La Redazione
Due nuovi alberi fanno capolino su via Duomo. Sono aceri donati dai cittadini
Due nuovi alberi fanno capolino su via Duomo. Sono aceri donati dai cittadini © RadicaMenti

Da ieri due nuovi alberi impreziosiscono via Duomo. Sono aceri platanoidi globosum, le loro foglie che tendono al giallo oro si muovono con il vento novembrino. La piantumazione è avvenuta sin dalle prime ore del mattino di ieri ed è il frutto dell'iniziativa partita dal gruppo di cittadinanza attiva RadicaMenti per la festa dell'albero, in collaborazione con l'istituto comprensivo Tattoli-De Gasperi.

«Le abbiamo scelte anche per la loro stagionalità - spiega Corrado Bove - sono piante che perdono le foglie in inverno, fioriscono in primavera e in estate la loro chioma è verde e folta». Faranno ombra sulle panchine a fianco della chiesa Matrice. «Tra le caratteristiche di questo tipo di albero - continua Bove - c'è la forte propensione a trattenere le polveri sottili grazie a foglie ricoperte da una leggera peluria. L'apparato radicale non produce polloni e ha bisogno di poca manutenzione. Nei prossimi giorni arricchiremo l'alvaretto con piante e fiori». La scelta di piantare aceri è arrivata dopo un fitto dialogo con agronomi e vivaisti e i due aceri sono forniti di un vero e proprio passaporto, obbligatorio per legge.

Tante le donazioni pervenute da alunni, attività e comuni cittadini che hanno permesso l'acquisto dei due alberi. Oltre al gruppo e gli operai che hanno scavato, eliminato le radici delle vecchie palme e installato le nuove ospiti, erano presenti la dirigente scolastica Maria Rosaria De Simone, il sindaco De Benedittis e l'assessore all'urbanistica Antonella Varesano, con la quale RadicaMenti ha interloquito in queste settimane. Un confronto che continuerà, perché RadicaMenti continuerà a piantare. Prossimamente sono previste nuove iniziative, orientate sia alla cura del verde che alla sensibilizzazione sul tema. A tal proposito, i video delle operazioni di piantumazioni sono state girate alle maestre degli alunni del Tattoli-De Gasperi, affinchè i bimbi imparino a conoscere la natura, apprezzare il verde urbano e a prendersene cura.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Pier Luigi ha scritto il 29 novembre 2021 alle 08:40 :

    Bravissimi, Corato dovrebbe essere sempre tappezzata di verde con intelligenza. Rispondi a Pier Luigi

  • Furio ha scritto il 27 novembre 2021 alle 19:38 :

    Non so, a me questa storia di Radicamenti dà molto di vetrina personale Rispondi a Furio

  • saponetta ha scritto il 27 novembre 2021 alle 17:27 :

    come si chiama un acero molto grande? acerrimo ... comunque molto bene e molto bravi. bisognerebbe che si stabilisca di piantare un nuovo albero per ogni bambino che nasce a corato, e poi magari potrebbe essere adottato dalla famiglia in modo che oltre al ricordo si conservi una bella pianta ... e comunque, per la amministrazione, vorrei ricordare in tema di verde cittadino, che i cipressi del viale del cimitero sono ridotti una schifezza ... se si potesse fare qualcosa, non sarebbe male. denghiù. Rispondi a saponetta

  • Tricolore ha scritto il 27 novembre 2021 alle 14:52 :

    Decisamente meglio le palme! Rispondi a Tricolore

    Gigi Gusto ha scritto il 28 novembre 2021 alle 09:05 :

    Ecco un altro nostalgico di Miami beach e delle palme ammuffite Rispondi a Gigi Gusto

    miky87 ha scritto il 27 novembre 2021 alle 19:43 :

    Intesa come pianta o chedd purquari ca stajin? Rispondi a miky87

  • Mest Luig ha scritto il 27 novembre 2021 alle 14:25 :

    Mi raccomando Sig. Gino e compagnia bella mai un commento positivo qualunque cosa si faccia. E comunque i selfie li fanno tutti mentre non ho mai visto il sindaco usare il suo telefono per fare selfie. Tempo fa c'era anche un suo omonimo che nelle occasioni ufficiali si faceva fotografare poi non lo si è più visto neppure in consiglio comunale....... Perché????? Rispondi a Mest Luig

  • franco ha scritto il 27 novembre 2021 alle 13:38 :

    meno male! ormai mi ero fatto l'idea che a CORATO gli alberi si sradicavano anche per pochi inconvenienti dovuti alle loro radici...come se avendo unghia incarnata mi tagliassero il piede..forza che Corato è e rimane una città AGRICOLA nell'animo Rispondi a franco

  • Maria ha scritto il 27 novembre 2021 alle 11:21 :

    Complimenti per la scelta dell'acero, albero bellissimo e per il grande lavoro di squadra :) Rispondi a Maria

  • Gino ha scritto il 27 novembre 2021 alle 08:27 :

    E VAI CON I SELFIE !!! Rispondi a Gino

    Francesco ha scritto il 27 novembre 2021 alle 10:48 :

    INVIDIOSO?? Solo criticare, ma idee e fatti??? Rispondi a Francesco

  • Ctarricone ha scritto il 27 novembre 2021 alle 07:52 :

    Bravissimi! Sono xonvinto che, poco a poco, vedremo rinascere la nostra città! Ho fiducia nella persona del nostro Sindaco e nella buona volonta di noi tutti! Forza e coraggio, la paura è di passaggio! Rispondi a Ctarricone

    Michele Strippoli ha scritto il 27 novembre 2021 alle 11:17 :

    Nel sindaco? Guardi che sono stati i cittadini. LEGGETE ALMENO. SVEGLIA Rispondi a Michele Strippoli

    Luigi Murgiano ha scritto il 27 novembre 2021 alle 14:30 :

    Michele, e tu l'hai letto l'articolo? Hai letto che questa iniziativa fa parte di una collaborazione tra RadicaMenti e l'amministrazione? O hai letto solo il titolo? SVEGLIA! Rispondi a Luigi Murgiano