La novità

Consulte permanenti, avviate le procedure per l'attivazione

Nei prossimi giorni sarà pubblicato sul sito istituzionale del Comune un apposito avviso

Attualità
Corato lunedì 25 ottobre 2021
di La Redazione
L'ingresso della sala consiliare del Comune di Corato
L'ingresso della sala consiliare del Comune di Corato © CoratoLive.it

La Giunta Comunale, con delibera 190 del 22 ottobre scorso, ha stabilito di avviare la procedura per porre in essere le Consulte permanenti, come previsto dall'articolo 53 del vigente Statuto comunale. Le Consulte, come da regolamento, sono organi consultivi stabili in materia di sanità, sviluppo economico, interventi a favore dei giovani, sport, assistenza, salvaguardia ambientale, tempi di vita e di lavoro della città ed in altre materie, chiamando a parteciparvi rappresentanti delle associazioni, degli ordini professionali, delle organizzazioni sindacali ed imprenditoriali e delle associazioni di volontariato operanti nei relativi settori, sempre che dimostrino di aver un ordinamento interno di carattere democratico. Tali consulte esprimono il loro motivato parere preventivo su tutti gli argomenti di particolare rilevanza nei rispettivi settori di competenza che debbano essere esaminati dalla Giunta o dal Consiglio. Esse possono altresì esprimere di propria iniziativa, pareri, suggerimenti e richieste di intervento a tutti gli organi comunali .

Per il Comune di Corato le consulte, per cui esistono regolamenti approvati in Consiglio Comunale, sono: la consulta per le politiche sociali a favore delle persone disabili; la consulta per le “Pari opportunità"; la consulta per l’ambiente; la consulta per lo sviluppo economico e del lavoro; la consulta del volontariato e della solidarietà sociale; la consulta dello sport; consulta della cultura. Nei prossimi giorni, sarà, dunque, pubblicato sul sito istituzionale del Comune un apposito avviso attraverso cui, per ciascuna delle Consulte permanenti, si dia notizia a “...rappresentanti delle associazioni, degli ordini professionali, delle organizzazioni sindacali ed imprenditoriali e delle associazioni di volontariato operanti nei relativi settori, sempre che dimostrino di aver un ordinamento interno di carattere democratico”, come si esprime lo Statuto, ed ai cittadini interessati, perché possano esprimere la volontà di fare parte di tali consulte per le specifiche materie in base alle finalità dell’organismo.

«Finita, almeno in parte, l'emergenza sanitaria, si è, adesso, nella possibilità di avviare le procedure per la costituzione delle Consulte permanenti che sono un importante organo di partecipazione e di servizio della cittadinanza attiva» afferma il sindaco, Corrado De Benedittis. «Ci aspettiamo, attraverso le Consulte, di poter consolidare un rapporto di collaborazione con la città con il mondo delle professioni, delle associazioni e dei movimenti». «Le consulte costituiscono un importante strumento di democrazia e di partecipazione diretta» afferma l'assessore alle Attività produttive con delega agli Istituti di partecipazione, Concetta Bucci. «Nei mesi scorsi, per prudenza, abbiamo atteso che la situazione epidemiologica raggiungesse livelli tali da garantire la presenza alle riunioni riducendo il più possibile i rischi. La partecipazione dei cittadini è stata, comunque, garantita, l'Amministrazione ha ascoltato le esigenze e valutato i progetti di chiunque, a vario titolo, abbia inteso richiedere interlocuzioni, anche solo scritte, ai vari settori».

Lascia il tuo commento
commenti