Anche Le Iene hanno preso contatti per approfondire la storia

​Scomparsa di Tenè, ora indaga la Procura di Trani. Stasera nuovo servizio a "Chi l'ha visto"

Ieri il papà della piccola, Ibrahima Mane, e la signora Luciana Tedeschi che si è presa cura di Tenè subito dopo la nascita, sono stati ascoltati dal commissariato di Polizia di Stato di Corato

Attualità
Corato mercoledì 13 ottobre 2021
di La Redazione
Questa sera la storia di Tenè Mane in onda a
Questa sera la storia di Tenè Mane in onda a "Chi l'ha visto?" © n.c.

Si sposta dalla Procura di Brindisi a quella di Trani l'indagine sulla scomparsa di Tenè Mane, della piccola di due anni e mezzo sparita nel nulla con la madre biologica alla fine di agosto. La variazione deriva dal fatto che la bimba abbia la residenza a Corato, la cui competenza fa capo, appunto, alla Procura tranese. Ieri, intanto, il papà della piccola, Ibrahima Mane, e la signora Luciana Tedeschi che si è presa cura di Tenè subito dopo la nascita, sono stati ascoltati dal commissariato di Polizia di Stato di Corato. Le loro dichiarazioni sono adessoal vaglio degli inquirenti. 

Nel frattempo continuano incessanti gli appelli sui social di chi ha a cuore le sorti della bambina e della sua famiglia. Questa sera la storia della piccola Tenè Mane sarà raccontata in maniera più estesa in un servizio della trasmissione "Chi l'ha visto?", il programma condotto da Federica Sciarelli che andrà in onda alle 21.20 su RaiTre. Una troupe, guidata dal giornalista Gian Vito Cafaro, ha registrato le testimonianze dei protagonisti della vicenda che ha attirato su di sé le attenzioni di tanti. "Chi l'ha visto?" aveva già trattato l'argomento con un appello di un minuto trasmesso nella puntata di mercoledì scorso. Dopo il noto programma della Rai, anche Le Iene hanno preso contatti con l'avvocato di Ibrahima, Tiziana Tandoi, per approfondire la storia.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Ss ha scritto il 13 ottobre 2021 alle 12:15 :

    Svelato l’arcano.Probabilmente i genitori erano residenti a Carovigno..La Sciarelli difficilmente sbaglia. Rispondi a Ss