Il progetto pilota partirà da tre piazze: piazza Caduti di via Fani, largo Abbazia e via Nicola Salvi

Nasce "Sciucuà", il progetto del Comune per animare e valorizzare gli spazi urbani

È un progetto di animazione sociale e di valorizzazione degli spazi urbani della città di Corato che partirà sabato 2 ottobre e si concluderà nel mese di dicembre

Attualità
Corato lunedì 27 settembre 2021
di La Redazione
Nasce
Nasce "Sciucuà", il progetto del "Comune" per animare e valorizzare gli spazi urbani © CoratoLive.it

“Sciucuà” è un progetto di animazione sociale e di valorizzazione degli spazi urbani della città di Corato che partirà sabato 2 ottobre e si concluderà nel mese di dicembre. L’iniziativa, che si colloca all’interno delle attività di educativa territoriale realizzate per l’Ambito dalla Cooperativa Sociale San Francesco, prevede attività educative e ricreative di piazza rivolte a bambini e ragazzi. Ad affiancare le attività di animazione sociale, sono inoltre previsti momenti di confronto e co-progettazione finalizzati alla valorizzazione degli spazi urbani.

La genesi del progetto la spiega l'assessore alle politiche sociali Felice Addario: «L'idea nasce dalle proposte mosse da un gruppo informale di cittadini con il quale abbiamo già svolto attività di animazione territoriale gestite dalla Cooperativa San Francesco. Sfruttando le ore residuali della Cooperativa e i fondi statali non utilizzati per il progetto dei centri estivi (124mila euro stanziati, ne sono stati spesi solo 34mila), abbiamo deciso di dar vita a questo progetto. Abbiamo anche scoperto che questi fondi possono essere utilizzati in interventi di rigenerazione urbana. Saranno i cittadini a suggerirci che tipo di interventi effettuare».

A questa seconda fase si aggancia l'assessore all'urbanistica, Antonella Varesano: «Partiremo da tre luoghi emblematici come piazza Caduti di via Fani, largo Abbazia e via Nicola Salvi. Di qui ,etteremo le basi per una progettazione partecipata dal basso, un laboratorio progettuale itinerante. Verranno così effettuati interventi condivisi come l'installazione di attrezzature per bambini e ragazzi, o interventi un po' più complessi, per lo sport o anche per gli adulti. Spero che questo progetto diventi il primo passo per un piano regolatore per bambini e bambine». 

Il fine dell’iniziativa è quello di restituire centralità a bambini, ragazzi e famiglie per ripensare i modi di stare insieme e il legame con i quartieri della città. La partecipazione alle attività è libera e gratuita. Lo ribadisce il sindaco De Benedittis: «Saranno interventi che lasceranno una traccia. Un percorso già iniziato in piazza Almirante, al parco comunale e in piazza Indipendenza e a piazza Caduti di via Fani. A breve verranno ultimati i lavori di installazione delle giostrine. Verrà poi fatto un ulteriore investimento in questo percorso che porterà giochi e giostrine per bambini ma anche attrezzi ginnici in tutte le piazze della città. Dopo aver lavorato tanto all'interno in questi mesi, siamo pronti per lavorare anche all'esterno del Comune».

"Sciucuà” - per quanto concerne le attività ludiche - non si esaurirà ad ottobre ma sarà ripresa anche in seguito. Importante anche la salvaguardia delle strutture che si andranno ad installare. «Stiamo puntando a forme di messa in sicurezza dell'arredo urbano con un progetto che coinvolgerà la polizia locale e gli istituti privati di vigilanza. Per la pulizia ne parleremo con la Sanb». «Inoltre la discussione con i residenti, l'interazione con loro, - aggiunge Addario - farà sentire queste strutture come proprie».

A partire da lunedì 27 settembre, il Comune di Corato invita inoltre i cittadini in forma singola o associata, gli enti pubblici e privati, le organizzazioni del Terzo Settore (parrocchie, associazioni di volontariato, fondazioni, cooperative sociali, etc) ad offrire la propria disponibilità per contribuire, in forma gratuita, alla promozione, progettazione e realizzazione delle attività del progetto "Sciucuà".

Per aderire al progetto come partner occorre candidarsi attraverso il modulo scaricabile a questo indirizzo,  che dovrà essere inviato all’indirizzo di posta elettronica servizisociali@comune.corato.ba.it. Non è prevista una data di scadenza per presentare la propria candidatura, ma ci si può aggregare all’iniziativa durante qualsiasi fase del progetto. Le attività di animazione si svolgeranno in via Nicola Salvi, largo Abbazia e piazza dei Caduti di via Fani secondo il seguente calendario: Largo Abbazia: mercoledì, ore 16-18.30, e domenica, ore 9.30-12. Piazza Caduti di Via Fani: giovedì, ore 16-18.30, e sabato, 16-18.30. Via Nicola Salvi: venerdì, ore 16-18.30, e domenica, 16-18.30.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Boom ha scritto il 27 settembre 2021 alle 15:26 :

    Bellissima iniziativa...in un paese dove forse regna la civiltà e il rispetto. Sicuramente non qui, purtroppo. Se non togliete ai ragazzini (capobanda delle babygang) i petardi, rischierete di trovarveli fin nelle mutande...altro che a sciucuà. Buona fortuna Rispondi a Boom

  • Rigoletto giacomo ha scritto il 27 settembre 2021 alle 14:37 :

    Mandate i vigili a sorvegliare quelle zone giusto per permettere Ai cittadini residenti e non di vivere in tranquillità contrastare anche il fenomeno droga che scorre a fiumi. Rispondi a Rigoletto giacomo

  • Rigoletto giacomo ha scritto il 27 settembre 2021 alle 14:28 :

    Invece di pensare a sciucua' pensate ai problemi veri come la delinquenza minorile sempre più dilagante nelle stradine non si può più circolare perché forti della loro impunibilita' dominano le stesse come piccoli ras di quartiere.non mandate i vigili a fare multe giusto per far cassa al comun. Rispondi a Rigoletto giacomo

    Mario Lupo ha scritto il 28 settembre 2021 alle 09:17 :

    E ci vuole un po’ tutto, i vigili per regolarizzare il traffico è purtroppo ci possono essere anche le multe , la polizia che deve arginare il problema del vandalismo e altro certo che è un problema che bisognava arginarlo da molto tempo. Rispondi a Mario Lupo