Il 16 e 17 ottobre Legambiente festeggerà il Transumanza day

"Parcovie 2030", Corato interessata al progetto da candidare al Pnrr per riqualificare i tratturi

La settimana scorsa De Benedittis, con una delegazione di sindaci di Recovery Sud, ha incontrato la presidente del Consiglio Regionale, Loredana Capone, per discutere di progettualità legate ai tratturi

Attualità
Corato sabato 25 settembre 2021
di La Redazione
De Benedittis, con una delegazione di sindaci di Recovery Sud, e la presidente del Consiglio Regionale Loredana Capone
De Benedittis, con una delegazione di sindaci di Recovery Sud, e la presidente del Consiglio Regionale Loredana Capone © Recovery Sud

Sono diversi i chilometri di tratturi che attraversano Corato, spesso sconosciuti anche ai nostri concittadini. Di lì passavano i pastori durante la "transumanza", ovvero lo spostamento delle greggi dai pascoli collinari e montuosi, verso le pianure. Luoghi che rappresentano il nostro passato e che potrebbero diventare anche il nostro futuro, se degnamente riqualificate.

La settimana scorsa una delegazione di sindaci dell'associazione Recovery Sud - compreso De Benedittis -  ha incontrato la presidente del Consiglio Regionale, Loredana Capone, per discutere proprio di progettualità indirizzate alla riqualificazione dei tratturi. «Abbiamo parlato di un progetto infrastrutturale e interregionale legato alla mobilità lenta, da candidare al Pnrr nell'ambito della transizione ecologica. - chiarisce il sindaco Corrado De Benedittis - Ne abbiamo parlato con Loredana Capone che ha dimostrato estrema sensibilità al tema».

Il riferimento è a "Parcovie 2030", progetto pilota che coinvolge diverse Regioni italiane con l'Abruzzo capofila, al quale partecipa anche la Puglia . A fine agosto la Capone ha sottoscritto il partenariato con le altre Regioni a L'Aquila. «Gli obiettivi sono tre. - continua De Benedittis - Recuperare percorsi storici, rigenerando e non cementificando e sfruttando anche zone industriali dismesse o in abbandono. Intercettare il turismo lento che oggi è in grande ascesa, sia dal versante culturale che da quello dei servizi. Riconnettere le nostre comunità al territorio prossimo».

Adesso è il momento di candidare "Parcovie 2030" al Piano Nazionale di Ripresa. In tempi brevi prenderà il via la stesura del progetto che vedrà accomodarsi ai tavoli anche i Comuni che ne vorranno far parte. «Recovery Sud (la rete dei sindaci meridionali costituitasi per sfruttare il pnrr alla quale ha aderito anche Corato) è interessato», dice De Benedittis.

Presente all'incontro anche il presidente di Legambiente Puglia, Ruggero Ronzulli. «Bisogna fare con i tratturi quello che si è cominciato a fare per la via Francigena e la via Appia. - spiega - Riconoscerli, farli conoscere ai cittadini e costruire percorsi specifici con tutti i servizi accessori per renderli fruibili».

Intanto il 16 e 17 ottobre l'associazione ambientalista festeggerà il transumanza day, due giorni dedicati all'antico viaggio dei pastori lungo Abruzzo, Molise e Puglia. Il 16 si terrà un convegno ad Acquaviva delle Fonti mentre il 17 saranno organizzate una serie di iniziative lungo i percorsi dei tratturi e dei tratturelli, dalla pulizia di alcuni tratti a eventi specifici che verranno comunicati in seguito. «Una vera e propria festa legata alla transumanza, - conclude Ronzulli - che servirà per far conoscere questo fenomeno, alla quale abbineremo cultura e enogastronomia». Corato ci sarà.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Pier Luigi ha scritto il 28 settembre 2021 alle 07:35 :

    Non capisco se, ogni volta, chi commenta con tanta celerità legga veramente qualcosa negli articoli; io, leggendo l'articolo, capisco che si tratta di un progetto interregionale, chiamato "Parcovie 2030", a cui l'amministrazione comunale cerca di prendere parte. Cosa c'entrano, nel caso specifico, strade comunali e gli altri problemi che attanagliano Corato? Una cosa non esclude l'altra, credo. Rispondi a Pier Luigi

  • Fc ha scritto il 25 settembre 2021 alle 18:30 :

    Parcovie? Ci stupite con queste stupidità mentali. Fatevi un giro nei viali di campagna (utilizzate i cavalli no le bici o le auto , le strade non permettono) e troverete sicuramente le “parcovie dei rifiuti” , più avanti troverete il Parco dell’Alta immondizia. Con la benedizione della #Sanb e la fattiva collaborazione del Comune. Rispondi a Fc

  • Mario 62 ha scritto il 25 settembre 2021 alle 14:48 :

    Non dico di no ma prima asfaltiamo le strade in città, poi sistemare le strade di campagna comunale perché si pagano le tasse compreso la Tari al 50% e poi ben vengano i tratturi. Rispondi a Mario 62

  • Aldo ha scritto il 25 settembre 2021 alle 13:05 :

    E BASTA CON STI SELFIE…. VEDI DI SVEGLIARTI E DARTI UNA MOSSA… Rispondi a Aldo

  • Pensiamo alle cose serie ha scritto il 25 settembre 2021 alle 11:32 :

    Ma dove stanno più i tratturi? Rispondi a Pensiamo alle cose serie

  • gino ha scritto il 25 settembre 2021 alle 05:39 :

    CARO SINDACO, SECONDO RE SONO QUESTI I PROBLEMI CHE ATTANAGLIANO LA NOSTRA CORATO?????????? Rispondi a gino