Nello "spezzatino" prodotto dall'autonomia scolastica, quello di oggi a Corato è ufficialmente il primo giorno di scuola. Questa mattina la campanella è suonata al liceo artistico "Federico II - Stupor mundi"

Il primo giorno di scuola è al liceo artistico​. Gli studenti: «Un'emozione gigante»

Ciò che emerge dalle voci degli studenti in attesa di entrare in classe è soprattutto l'emozione di riabbracciare i compagni

Attualità
Corato martedì 14 settembre 2021
di La Redazione
Il primo giorno di scuola è al liceo artistico​. Gli studenti: «Un'emozione gigante»
Il primo giorno di scuola è al liceo artistico​. Gli studenti: «Un'emozione gigante» © CoratoLive.it

Nello "spezzatino" prodotto dall'autonomia scolastica, quello di oggi a Corato è ufficialmente il primo giorno di scuola. Questa mattina la campanella è suonata al liceo artistico "Federico II - Stupor mundi". Il piazzale è così tornato a riempirsi di studenti  anche se, in seguito allo scaglionamento degli ingressi, non si è assistito alla "solita" folla che normalmente si vede dinanzi alle scuole.

Tanti i pendolari arrivati dalle città limitrofe: Andria, Bisceglie, Trani e non solo. I commenti sono unanimi: «C'è sempre tanta gente sui pullman, ma non siamo ammassati come gli altri anni», dice un ragazzo biscegliese che frequenta il terzo anno. «Un viaggio tranquillo», spiega una giovanissima studentessa del primo anno che dovrà attendere la seconda ora per entrare. Ovviamente bisognerà attendere per capire se, effettivamente, sul piano trasporti qualcosa sia cambiato davvero in meglio.

Ciò che emerge dalle voci degli studenti in attesa di entrare in classe è soprattutto l'emozione di riabbracciare i compagni. Per troppo tempo, a causa della didattica a distanza, molti di loro si sono dovuti accontentare di interagire tramite uno schermo. Ma anche chi ha scelto di svolgere una parte dello scorso anno scolastico in presenza è ansioso di tornare a condividere l'aula con i compagni di classe.«È un'emozione gigante» dice una ragazza andriese dell'ultimo anno. «Finalmente potrò rivederli in carne e ossa».

Dopo il liceo artistico che ha inaugurato l'anno scolastico, domani toccherà all'Itet Tannoia, al comprensivo Battisti-Giovanni XXIII e al circolo didattico Fornelli. Giovedì 16 torneranno in classe gli studenti dell'istituto Oriani-Tandoi e del comprensivo Cifarelli-Santarella. Venerdì 17 sarà la volta del comprensivo Imbriani-Piccarreta, mentre lunedì 20 inizierà l'anno scolastico per il comprensivo Tattoli-De Gasperi.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Lucia Di Liddo ha scritto il 20 settembre 2021 alle 07:49 :

    L'entusiasmo del primo giorno è svanito poiché a una settimana dall'inizio di scuola ci troviamo a fare uno sciopero per gli orari di inizio delle lezioni. È inconcepibile che un alunno entri in classe alle 9:40 ed esca alle 15:30 e arrivare a casa alle 17 nel momento in cui devono aspettare il pullman che li riporti a casa per poter fare il pranzo oppure la cena e poi per le 18 iniziare a fare i compiti per il giorno dopo. ...ma queste leggi chi le decide?prima di parlare bisogna azionare il cervello ! Rispondi a Lucia Di Liddo

  • Lucy ha scritto il 14 settembre 2021 alle 12:18 :

    Speriamo sia un'anno scolastico all'insegna della " normalità " ! Le relazioni interpersonali, che siano tra bambini o adolescenti sono fondamentali per la crescita e lo sviluppo psicofisico! Buon anno scolastico a tutti! Rispondi a Lucy