Da Palazzo di Città

Festa del lavoro, l'amministrazione: «Lottiamo per risollevarci insieme»

Messaggio alla cittadinanza in occasione del 1° maggio

Attualità
Corato sabato 01 maggio 2021
di La Redazione
Palazzo di Città
Palazzo di Città © CoratoLive.it

Con una nota, l'amministrazione comunale ha rivolto un messaggio alla cittadinanza in occasione del Primo maggio, festa dei lavoratori.

«Lo scorso anno abbiamo celebrato il Primo Maggio in un momento particolarmente difficile per l’intero pianeta frastornato dallo tsunami della pandemia. Abbiamo, in questo tempo, alternato momenti di entusiasmo a sensazioni di ansia e preoccupazione per il futuro incerto. Oggi, con le dovute cautele e con le evidenti peculiarità, la situazione generale appare in miglioramento, lento ma costante. Questo deve essere il segnale di un cambio di passo nello scenario italiano e cittadino.

Noi, come amministrazione comunale, ci siamo. Siamo insieme a voi, lottiamo per poterci risollevare tutti insieme, senza lasciare indietro nessuno, grazie a quella laboriosità e a quello spirito di sacrificio che da sempre rappresenta la nostra comunità cittadina.

In questa giornata sentiamo innanzitutto di dover ringraziare chi ha lavorato nelle scorse settimane, e continua a lavorare, in maniera incessante per garantire cura, servizi, sicurezza. Quindi, in particolare, ai medici, alle operatrici e agli operatori sanitari, alla protezione civile, alle forze dell'ordine e anche ai volontari delle associazioni.

Ringraziamo le attività commerciali e gli imprenditori che hanno potuto mantenere aperta l'attività e assicurato anche consegne a domicilio. A tutti gli altri lavoratori e le altre lavoratrici giunga l’augurio di poter riprendere, o riaprire, al più presto le loro attività e tornare poco alla volta alla normalità».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • tonico ha scritto il 03 maggio 2021 alle 08:53 :

    Solo parole, parole parole. Retorica ingannevole. Sono indignato. Noi cittadini di Corato non meritiamo tutto questo. Gli uffici comunali chiusi da mesi e "Noi , come amministrazione comunale, ci siamo" Niente di più falso. Rispondi a tonico

  • nerdrum ha scritto il 01 maggio 2021 alle 10:36 :

    commentatori cos'è peggio la retorica delle parole o il silenzio dell'oblio? il 1°maggio, la shoah, la condizione delle donne, gli anni di piombo, la mafia... e via discorrendo. a me infastidisce più la prima, perché spesso chi parla o scrive nn ha minima cognizione di quello che dice, ma pesca da wikipedia. Rispondi a nerdrum