Scuola e legalità

L'Oriani-Tandoi rappresenterà la Puglia in due progetti di educazione alla legalità

L’istituto superiore “Oriani-Tandoi” è stato selezionato tra 40 scuole per il progetto “Vittorio Occorsio: la sua storia, la nostra storia” e tra 20 scuole per il progetto “Legalità e merito”

Attualità
Corato lunedì 01 marzo 2021
di La Redazione
Vittorio Occorsio
Vittorio Occorsio © n.c

L’istituto superiore “Oriani-Tandoi”, da sempre impegnato in attività di educazione alla legalità, è stato selezionato tra 40 scuole per il progetto “Vittorio Occorsio: la sua storia, la nostra storia” e tra 20 scuole per il progetto “Legalità e merito”. Rappresenterà gli istituti secondari di secondo grado della Regione Puglia nei due progetti promossi dal Dipartimento per le Risorse umane, finanziarie e strumentali del Ministero dell’istruzione in collaborazione con la Fondazione Vittorio Occorsio e l’Università Luiss.

“Legalità e merito” è un progetto finalizzato alla sensibilizzazione degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado sui valori della legalità e di merito, sulla cultura della corresponsabilità, delle regole e del senso civico, della trasparenza e del rispetto dei beni comuni. Nel corso dell’iniziativa, 140 studenti Luiss, in qualità di tutor, incontreranno gli studenti delle 20 scuole prescelte. I tre migliori progetti, presentati dalle scuole aderenti, verranno premiati alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni promotrici. L’Università Luiss Guido Carli offrirà, anche alle scuole aderenti, l’opportunità di far partecipare gli studenti selezionati, tra quelli partecipanti al progetto, ad una delle Summer Schools offerte dall’ateneo.

Il progetto “Vittorio Occorsio. La sua storia, la nostra storia” consiste nell’adozione di una o più classi da parte di un magistrato o di un addetto delle forze dell’ordine, i quali affiancheranno gli studenti in questo percorso, raccontando le proprie esperienze dirette e indirette, in modo da far conoscere la minaccia che la democrazia ha vissuto negli anni ‘70 del secolo scorso, i cosiddetti “anni di piombo”, a causa della criminalità organizzata e del terrorismo. Obiettivo del progetto è quello di promuovere la cultura della legalità e dell’etica del lavoro negli studenti e nelle studentesse, partendo dalla vicenda del magistrato Vittorio Occorsio, sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Roma e titolare di inchieste sul terrorismo, ucciso la mattina del 10 luglio 1976 da un terrorista del movimento politico di estrema destra Ordine Nuovo.

Le classi coinvolte nel progetto sono la IIA del liceo classico "Oriani” e la IVH dell’ipc "Tandoi”. Nella realizzazione del progetto l’Oriani-Tandoi è gemellato con l’istituto di istruzione superiore “Saluzzo Plana” di Alessandria. I ragazzi saranno affiancati nel percorso dal sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Foggia, Roberta Bray, e dall’ex pm presso il Tribunale di Torino, Francesco Gianfrotta.

Lascia il tuo commento
commenti