L'attivazione dei nuovi varchi - salvo intoppi - dovrebbe avvenire per l'inizio dell'estate

Addio ai furbetti della transenna: via libera ai lavori per i nuovi varchi della Ztl

Ne saranno messi in funzione altri 11: cinque saranno posizionati dall'altro capo dei varchi già esistenti, gli altri sei verranno installati lungo il corso

Attualità
Corato venerdì 22 gennaio 2021
di La Redazione
Addio ai furbetti della transenna: via libera ai lavori per i nuovi varchi elettronici della Ztl
Addio ai furbetti della transenna: via libera ai lavori per i nuovi varchi elettronici della Ztl © CoratoLive.it

Lo ha annunciato il comandante della polizia locale, Peppino Loiodice, durante la celebrazione di San Sebastiano: dalla prossima settimana partiranno i lavori per l'installazione dei nuovi varchi elettronici che si aggiungeranno ai cinque già presenti, utilizzati per l'accesso alla Ztl del centro storico.

Ne saranno messi in funzione altri 11. Cinque saranno posizionati dall'altro capo dei varchi già esistenti (via Mercato, via Ribatti, via Duomo lato corso Mazzini, vico Gisotti e via San Benedetto), per impedire ai furbetti di accedere in retromarcia e parcheggiare nella zona a traffico limitato quando la Ztl è attiva. Gli altri sei verranno installati lungo il corso per impedire l'accesso agli automobilisti sui tratti interessati dalla zona a traffico limitato nei giorni festivi.

In questo modo i varchi andranno a sostituire le transenne che vengono posizionate nei punti d'accesso, ma che vengono molto spesso spostate abusivamente. Secondo il progetto approvato dal commissario prefettizio Rossana Riflesso nel 2019, i varchi saranno installati all'ingresso di corso Garibaldi (all'altezza del vecchio liceo classico), su via Carmine e via Castel del Monte a ridosso del corso. E ancora all'inizio di corso Mazzini, in prossimità di via Matteo Renato Imbriani, su via Bove e su piazza Cesare Battisti. L'introduzione dei varchi elettronici non avrà ripercussioni per residenti e titolari delle attività commerciali che, su richiesta, potranno essere inseriti nel database delle targhe consentite e accedere liberamente.

L'ampliamento della Ztl è stato finanziato interamente dalla Città Metropolitana. Rientra infatti nel maxi progetto "Risparmio energetico e smart city efficiente", presentato nel 2017 durante l'amministrazione Mazzilli che comprende anche la sostituzione dei semafori con nuove strutture a Led, opera già effettuata l'anno scorso e l'incremento della rete di videosorveglianza con la dotazione di nuove telecamere e un miglioramento delle immagini, utilizzando la fibra e un sistema wi-fi. In questo caso non c'è ancora una data di inizio, ma i tempi dovrebbero essere abbastanza brevi.

Il Comune ha già ricevuto l'autorizzazione da parte del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, passaggio fondamentale per l'attivazione dei nuovi varchi che - salvo intoppi - dovrebbe avvenire per l'inizio dell'estate.

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • tonico ha scritto il 24 gennaio 2021 alle 18:23 :

    Ok nuovi varchi ma posizionarli all'ingresso dello "stradone" per chiuderlo al traffico e porre fine alla interminabile sequela di auto che girano, girano, girano inquinano e non portano alcun vantaggio, anzi, alle attività commerciali. Rispondi a tonico

  • Ss ha scritto il 23 gennaio 2021 alle 20:14 :

    E allora siccome i cartelli ci sono e non vengono rispettati,probabilmente ci sono tanti analfabeti.! Rispondi a Ss

  • franco ha scritto il 23 gennaio 2021 alle 13:25 :

    mi dispiace insistere sull'argomento...ma il manto stradale necessita urgentemente di un completo rifacimento. almeno quello dove vi è l'alsfalto! tappare i buchi esistenti pardon le quasi voragini che tutti abbiamo sotto gli occhi è semplicemente un palliativo pensando che nessuno sarebbe scontento? ma quando chiudi un...buco all'orizzonte ne risounta un altro e ben più profondo... Rispondi a franco

  • Maria P. ha scritto il 23 gennaio 2021 alle 12:59 :

    Tutti muti sulle limitazioni delle libertà fondamentali con l'alibi del Covid, tutti però pronti alla chiacchiera social sulla limitazione della circolazione. Rispondi a Maria P.

  • Mario 62 ha scritto il 23 gennaio 2021 alle 10:28 :

    Piano una cosa la volta e che diamine chi lo vuole tondo chi quadrato chi bianco chi rosso chi lungo chi corto . È un progetto approvato già dal commissario prefettizio e si porta a termine ,ed è un passo avanti . Rispondi a Mario 62

  • Aldo De Robertis ha scritto il 23 gennaio 2021 alle 08:13 :

    Le priorità sarebbero altre, ma così è se vi pare.... Rispondi a Aldo De Robertis

  • M.D ha scritto il 23 gennaio 2021 alle 06:28 :

    Nessuno ha la bacchetta magica....quindi ......e ok lasciatemelo dire quelle transenne veramente erano da terzo mondo....con i soliti furbetti che scendevano dalle macchine le spostavano ....passavano è neanche le rimettevano a posto.. Rispondi a M.D

  • Viva la sinistra ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 21:51 :

    Io voglio che sia pronta la velostazioneeeee !! Questa è una cosa seria Alt ca l chiaccr Rispondi a Viva la sinistra

  • angy72 ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 18:03 :

    scusate sono appena uscita dall oasi ecologica di via Castel del monte, assurdo come stavo rompendo la macchina all ingresso dove le buche sono enormi. noi vogliamo collaborare, ma.... Rispondi a angy72

  • U SPLAT ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 16:13 :

    Non riesco a capire perchè qualcuno/a commenta gli articoli senza logica e solo per il gusto di scrivere qualcosa contro il sindaco e l'amministrazione. Le ipotesi sono : 1) questa gente non sa leggere; 2) questa gente sa leggere ma non capisce quello che legge; 3) questa gente è rimasta scioccata del risultato elettorale. Forse la terza è l'ipotesi più vera ma in questo caso stiamo davvero messi male perchè se le buche delle strade si possono riparare le buche mentali sono irreparabili. E' scritto: approvato dal commissario prefettizio / finanziato dalla Città Metropolitana/ presentato durante l'amministrazione Mazzilli. Se una cosa è buona perchè non farla? Rispondi a U SPLAT

    Michy ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 17:41 :

    Ma stat cit. È parlat l' uomo con le scuole grosse. Vuoi l' applauso . Te lo diamo. Ma chi ha parlato di non fare questa opera. Io ho semplicemente detto che come stanno le cose è meglio spendere soldi dove è giusto.Alt ca chiacr c'è la vete con il sindaco ecc. Rispondi a Michy

    M.D ha scritto il 23 gennaio 2021 alle 06:24 :

    Leggendo l'articolo si evince chiaramente che questo è un progetto vecchi andato ora a buon fine e che riguarda tutte le città dell'area metropolitana! Ora sparare a zero sul nuovo sindaco non ha senso!Avere poi questo tipo di impedimento per evitare di commettere razioni è da paese civile e se ben posizionate non dovrebbero rappresentare un handicap nei confronti dei commercianti! Vi faccio notare.....come del resto avevo già previsto che da quando sono state abolite..le piste ciclabili c'è gente che parcheggia le proprie auto...giorni interi senza spostarle per niente è questo non va bene soprattutto lungo il corso e le arterie principali! Volevo aggiungere poi che preparare un piano per risanare i crateri che abbiamo in città richiede tempo....e penso che il sindaco stia provvedendo! Rispondi a M.D

  • Michele Di Bartolomeo ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 14:18 :

    Spett. Sindaco, ha considerato l'apertura di turno nei giorni festivi della farmcia? Come la si deve raggiungere il più velocemente in caso di urgenza? Rispondi a Michele Di Bartolomeo

  • Domenico Mazzilli ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 13:55 :

    Caro Sindaco ora faccia partite anche la sostituzione dei lampioni stradali con corpi illuminanti a led !!! Questo sì che porterà molto beneficio in termini di efficienza energetica e illuminazione. Rispondi a Domenico Mazzilli

  • luigi ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 13:26 :

    speriamo che sia solo l'inizio, mancano aree di parcheggio,gli impianti semaforici andrebbero attrezzati di telecamere, come le rotonde,gli attraversamenti pedonali ripristinati, autovelox fissi lungo le carreggiate dell'estramurale e sulle strade di periferia: via Nazionale ed ex zona mercato Rispondi a luigi

  • Ctarricone ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 13:21 :

    Non c’è niente da fare: subito pronti a criticare, tutti “saputi e tutti esperti! Ma xome si fa a non capire che l’inciviltà è dilagante e le auto sfrecciano a tutte le ore, anche inutilmente, inquinando e creando pericoli! Avete mai provato a fare un giro per il corso senza problemi,auto da evitare, strisce pedonali non rispettate, radio ad alto volume? Avete mai visto le transenne a loro posto, rispettate e non regolarmente eliminate?Ma possibile che non si è capaci di rinunciare all’uso dell’auto e fare un po’ di salutare strada a piedi? E allora, ad ogni abuso, è giusto che intervengano doverose limitazioni! Finalmente! Ben fatto, sig.Sindaco! Rispondi a Ctarricone

    M.D ha scritto il 23 gennaio 2021 alle 12:12 :

    In effetti è vero ci sono molti esperti in tutti i campi....spaziano dalla sanità. ...all'urbanistica. ......all'ambientalismo! Poi pur avendo un enorme bagaglio di soluzioni a portata di mano......spariscono!....come tutti gli assessori che abbiamo avuto durante il primo periodo di chiusura a causa della pandemia! Rispondi a M.D

    Sara ha scritto il 23 gennaio 2021 alle 08:29 :

    Ben detto! 👍👍 Rispondi a Sara

  • carlo mazzilli ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 12:45 :

    LE BUCHE! CA...VOLO! LE BUCHE ! SISTEMATE LE BUCHE! NON LE TRANSENNE, I VARCHI, I SEMAFORI E LE STR...UPIDAGGINI DEL CAVOLO! SITEMATE LE BUCHE! LA GENTE SQUARTA COPERTONI OGNI GIORNO, CERCHIONI DA BUTTARE, ALCUN RIESCONO PERFINO A ROMPERA LA COPPA DELL'OLIO! CICLISTI E MOTOCICLISTI IN PERICOLO DI MORTE! SITEMATE LE BUCHE !!! E' UNA VERGOGNA ASSOLUTA !!! Rispondi a carlo mazzilli

  • catall ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 11:50 :

    Purtroppo a Corato zona pedonale coincide con morte commerciale. Spero vengano utilizzate solo la domenica o quando i negozi sono chiusi. Rispondi a catall

    Pier Luigi ha scritto il 25 gennaio 2021 alle 09:14 :

    E' proprio quando i negozi sono aperti che servirebbe una zona pedonale chiusa al traffico; questa equazione della chiusura del traffico equivalente alla morte commerciale non la capirò mai. In trent'anni non sono mai andato una volta ad acquistare in auto in pieno centro, ma sarò strano io. Rispondi a Pier Luigi

    Imma ha scritto il 23 gennaio 2021 alle 08:34 :

    Andria ha il centro tutto pedonale e commercialmente è viva ... .... Rispondi a Imma

    luigi ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 13:30 :

    spero che i varchi avranno gli orari riferiti al commerciale, auspico che le passeggiate si facciano a piedi e non gironzolare decine di volte intorno al corso con la propria vettura. Rispondi a luigi

  • Savio ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 09:28 :

    Sicuramente un gran bel progetto, che in tempi diverso da questi, associando più pulizie delle strade, sistemazione delle stesse, con l'aggiunta di fioriere e potature varie e appositi cestini per mozziconi di sigarette.... Una sana passeggiata nel centro, renderebbe più viva e piacevole questa città. Ad oggi da commerciante, penso che chiudere i varchi principali del corso, significa maggiore sofferenza per chi ogni giorno apre e accende le vetrine dei propri negozi a causa delle restrizioni e della paura di imbattersi nel virus. A mio pensiero, bisognerebbe al momento lasciar spazio al parcheggio della propria auto permettendo a tutti di poter fare acquisti in tutta sicurezza. Mettere oggi una transenna (vedi anche la pioggia) significa... Porta chiusa visita fatta.. Buona giornata. C Rispondi a Savio

  • Giuseppe ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 08:51 :

    Il divieto di transito c'è... una bella multa ogni tanto e funzionerà da deterrente per tutti, la voce si sparge velocemente. Potreste dirci il costo dei varchi (macchine, gestione, manutenzione)? Rispondi a Giuseppe

    Ss ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 12:46 :

    Nan si capisc.Costano questi impianti.😉 Rispondi a Ss

  • fc ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 08:40 :

    Sentire qualcuno che parla di sostituire i semafori con quelli a tecnologia led, come se fossero delle novità, è veramente straziante. Non sanno neanche di cosa parlano. Provate a progettare delle rotonde serie, (in taluni punti della città c'è pure lo spazio per farlo) saprete (forse) che riducono l'inquinamento e non creano intasamenti stradali. (Ma per voi questa è fantascienza). Quale aspettative potremmo avere per questa città se ancora oggi siamo costretti a confrontarci con lo stesso pensiero di trent'anni fa. Rispondi a fc

  • Stefania Piacenza ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 08:39 :

    Leggo i commenti e capisco che non avete letto l'articolo, perché non voglio pensare che non lo abbiate compreso! Rispondi a Stefania Piacenza

  • Pier Luigi ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 07:24 :

    Finalmente! Le transenne in centro strada erano imbarazzanti. Rispondi a Pier Luigi

  • Michy ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 07:21 :

    Non serve spende questi soldi in questo periodo . Non è meglio rivedere le strade . È non prendere in giro la popolazione mettendo delle toppe di catrame .Tando la prima pioggia salta tutto.Amministrazione svegliatevi . Il sindaco ha ragione, perché dice di stare 24 su 24 nel comune per risolvere qualche problema. È quindi lui non va in giro per il paese. C'è sciam facenn. Rispondi a Michy

  • Ss ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 07:04 :

    Ma non ci sarebbero cose più serie su cui operare?Sistemi che avranno un loro costo.Grande metropoli Corato! Rispondi a Ss

    Pier Luigi ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 13:41 :

    Secondo me non ha letto nemmeno l'articolo. Rispondi a Pier Luigi

    Gigi Gusto ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 09:17 :

    Prima rompete le scatole con cose tipo "ci vogliono deterrenti", "ci vogliono telecamere", "ci vogliono queste e quelle"... Poi quando vi accontentano, vi lamentate. Siete divertenti e imbarazzanti Rispondi a Gigi Gusto

    Michy ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 14:09 :

    Ma stat cit . aggiustate il paese altro che i varchi. Forse tu vai a piedi camminando il corso. Rispondi a Michy

    Ss ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 12:41 :

    D’accordosdono sulle telecamere.Al posto dei varchi automatizzai che ,ripeto hanno un loro costo,bastava per ora un cartello.E si provvedeva a operare in cose più efficienti.Chiudere là fioriere dell’extramurale e obbligare Ad attraversare sulle strisce,per esempio. Rispondi a Ss

    Gigi Gusto ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 22:28 :

    SS i cartelli ci sono (e non vengono rispettati)

    Enrico Umberto De Cillis ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 11:55 :

    Concordo Rispondi a Enrico Umberto De Cillis

  • Artù ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 06:40 :

    Mettete anche filo spinato, cani da guardia, bande chidate, e militari armati è na carerm ma c'è c.... Tniit inda la caaap Rispondi a Artù

  • angy72 ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 06:35 :

    forse bisogna dare priorità ad altri lavori.... alla fine le transenne vengono spostate solo quando piove quando non c è gente a piedi. mohhh Rispondi a angy72

    Gigi Gusto ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 09:18 :

    Quindi quando piove posso non rispettare le regole della strada? Non lo sapevo Rispondi a Gigi Gusto

    angy72 ha scritto il 22 gennaio 2021 alle 16:14 :

    assolutamente e un modo di dire e x far arrivare a chi di dovere che ci sono priorità ben più importanti. non è una giustificazione forse non è chiaro o si fa finta di non capire Rispondi a angy72