Intanto continua il lavoro di contact tracing da parte del nuovo polo di Corato, attivo da dicembre

Covid, la dottoressa Iurilli: «Vaccinatevi, è l'unica strada per sconfiggere il virus»

La dirigente dell'ufficio igiene di Corato ha ricevuto ieri il vaccino anti covid: «Ci credo moltissimo e spero che l'esempio di noi medici venga seguito da tutta la popolazione»

Attualità
Corato sabato 02 gennaio 2021
di La Redazione
La dottoressa Maria Iurilli durante la vaccinazione
La dottoressa Maria Iurilli durante la vaccinazione © n.c.

«Il caso ha voluto che venissi vaccinata il 1° gennaio. Che sia di buon auspicio per l'anno nuovo». Ieri mattina la dottoressa Maria Iurilli, dirigente dell'ufficio igiene di Corato, ha ricevuto il vaccino anti covid. Come lei, tanti operatori sanitari in quella che è stata definita "fase 1" che, per medici, infermieri e operatori del 118, andrà avanti anche nei prossimi giorni.

«Ho aderito immediatamente alla campagna vaccinale - racconta la Iurilli - perché è un atto in cui credo moltissimo e spero che l'esempio di noi medici venga seguito da tutta la popolazione. Credo che sia l'unica strada perseguibile per combattere questo flagello, oltre a distanziamento, disinfezione e mascherine».

È proprio attraverso il vaccino che la dottoressa vede la luce in fondo al tunnel. «Non dobbiamo abbandonare le misure che stiamo adottando - spiega - finché non raggiungeremo una corretta copertura vaccinale. Quando, grazie al vaccino, si realizzerà l'immunità di gregge, il virus avrà la strada sbarrata e potremo tirare un respiro di sollievo».

Il dibattito sull'utilità del vaccino divampa, soprattutto sui social. «Immaginate se non avessimo avuto l'antipolio. - dice la dottoressa - Oggi molti di noi vivrebbero su una sedia a rotelle o in un polmone d'acciaio. Se camminiamo sulle nostre gambe è grazie alle campagne vaccinali affrontate dai nostri genitori. Senza vaccini finiremmo in rianimazione per il tetano e continueremmo ad avere persone affette da patologie derivanti l'epatite B». 

«Innanzitutto vale la pena ricordare che il vaccino non è una terapia ma pura prevenzione. - continua la Iurilli toccando il tema del negazionismo - Chi afferma che i vaccini sono pericolosi lo dimostri perché è sui fatti di evidenza scientifica che bisogna basarsi. Abbiamo tra le mani uno strumento sicuro, non esiste un farmaco più controllato dei vaccini. Normale che ci siano effetti collaterali come tutti i farmaci in circolazione. Gli antipertensivi ad esempio, veri e propri salvavita, vengono assunti quotidianamente e nessuno mette in dubbio la loro validità».

Intanto continua il lavoro di tracciamento e prenotazione del tampone da parte dell'ufficio igiene che vede a capo la Iurilli ed è coordinato dal dottor Savino Lamarca. Da dicembre a Corato è attivo un polo contact tracing che ha permesso di rendere più fluidoquesto compito, prima in carico a Molfetta che doveva gestire più comuni. «Anche durante le feste di Natale non ci siamo mai fermati. Ringrazio i coratini, i medici di base, i pediatri, gli ospedalieri e tutti coloro che ci aiutano a facilitare il lavoro di tracciamento».

«Invito tutta la popolazione a vaccinarsi - conclude la dottoressa Iurilli - e ad usare correttamente i dispositivi di protezione individuale. La mascherina va indossata correttamente e deve coprire naso e bocca. Solo attraverso questi strumenti possiamo arginare e sconfiggere il virus».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Residente Forestiero ha scritto il 03 gennaio 2021 alle 22:10 :

    Mi sono vaccinato giorno 30 dicembre e sto benissimo. Vivo in UK e lavoro in ospedale e quindi ho avuto la priorità. Mi dispiace veramente che ci siano così tanti complottisti, gente che a malapena sa leggere e scrivere. Davvero gente senza nessuna qualifica medica che mette in dubbio il lavoro di scienziati e medici, nonché delle agenzie regolatori di USA, UK e EU. Tra l'altro tutte queste agenzie sono indipendenti. Rispondi a Residente Forestiero

  • Angela Mazzilli Ventura‐Corato ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 20:57 :

    Bravo Carlo (Mazzilli). Condivido pienamente il tuo pensiero !!! Rispondi a Angela Mazzilli Ventura‐Corato

  • Fiorello Mannoio andria ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 18:54 :

    Il vaccino?Perche’voi pensate di vaccinarvi nell’immediato?✨😂😂😂Poverini.Altro che mortali ,immortali ,(lo Dico in maniera simpatica cara signora)purtroppo la mamma degli imbecilli e’sempre incinta)Io ho compreso invece cio’che Lei vuole comunicare.Io sono per il vaccino,ma sono consapevole dei tempi lunghi lunghi. Rispondi a Fiorello Mannoio andria

  • carlo mazzilli ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 17:36 :

    Mariella, Tesoro! un esempio veramente esemplare, scusatemi il gioco di parole. la risposta ai laureati su internet, ai tuttologi da settimana enigmistica, ai negazionisti, ai semplici idioti. Avrei voluto condividere quella sedia e farmi vaccinare per primo e magari, scoprendo il braccio, avrei voluto fare il saluto dell'ombrello a tutti quei deficienti che ancora hanno dubbi! Brava!, Bene! Bis! Rispondi a carlo mazzilli

    Alberto ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 18:46 :

    Ognuno è libero di fare quello che più ritiene opportuno.Io sono uno che il vaccino Non lo vorrebbe fare.Non trovo corretto rivolgersi,mi riferisco a lei e a qualche altro pettegolo che scrive,commenti al limite della ineducazione.Spero lei non sia un’insegnante,perche’sarebbe davvero di poco insegnamento. Rispondi a Alberto

    carlo mazzilli ha scritto il 03 gennaio 2021 alle 20:46 :

    hennò mio caro, in una società che dirsi voglia "civile", "solidale" , "coesa e coerente", nessuno è libero di fare ciò che vuole. ognuno ha il dovere civico di contribuire al progresso della società cui appartiene, non di zavorrarla o peggio danneggiarla con comportamenti contrari a questo disegno. i suoi dubbi, il suo sottrarsi a questa campagna, sicuramente non confortati da ricerche scientifiche ma solo da dicerie e chiacchiericcio, la pongono nella schiera di coloro che si astengono dalla lotta ... e poi, egregio, non sono un insegnante, ho ancora troppo da imparare, e il modo in cui mi rivolgo alla schiera di cui sopra, mi sembra fin troppo educato, al limite della leziosità. Rispondi a carlo mazzilli

    Gigi Gusto ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 22:38 :

    Il problema è che la vostra ignoranza è pericolosa per qualcuno più sfortunato. Sai, caro Alberto, chi sono gli immunodepressi? Bene, per colpa di qualche sciagurato laureato in scienze della pasta al forno, continueranno a correre seri rischi... Rispondi a Gigi Gusto

  • Alex Supertramp ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 17:16 :

    prevendo lotte sanguinose tra cedenti e non. Cari concittadini mi dispiace dire questo la libertà ormai è solo un bellissimo ricordo. Rispondi a Alex Supertramp

  • CATALDO ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 15:03 :

    Comunque, Stefania, è "per noi mortali" (comuni mortali, si dice, per la verità) si scrive così, mannaggia all'italiano !!! 😁 Si vaccini, mi ascolti. O se ne pentirà. Saluti. Rispondi a CATALDO

    Stefania ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 18:14 :

    Certo che era mortali.E sa’probbilmente molti di voi pensano il contrario.Grazie Rispondi a Stefania

  • dina di ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 14:29 :

    Dalla dottoressa Iurilli vorrei sapere: perche' mai e' stato sempre detto che occorrevano due anni per un vaccino, mentre il vaccino inoculatole e' stato preparato in 11 mesi? Sono state effettuate sufficienti sperimentazioni, cosi' da escludere effetti collaterali tardivi? Rispondi a dina di

    Gigi Gusto ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 17:17 :

    Perché mai a livello mondiale ci si è prodigati in questo modo e con questa portata per la ricerca di un vaccino. E perché si è partiti dagli studi iniziati e poi abbandonati (perché per fortuna non sono serviti) per il vaccino in occasione dell'epidemia Sars di qualche anno fa, "parente" dell'attuale covid 19. Ma piantatela di giocare a fare i complottisti e lasciate la scienza agli scienziati. Tutti laureati all'università della strada siete... Rispondi a Gigi Gusto

  • CATALDO ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 11:53 :

    IL VACCINO è l'UNICA/L'UNICA speranza che abbiamo contro il Covid !!! Rinchiudete in galera (SUBITO e per sempre) quegli ignoranti che affermano il contrario !!! Rispondi a CATALDO

    Luca ha scritto il 03 gennaio 2021 alle 23:14 :

    Meno male che ogni tanto cè qualcuno che è portatore di verità Rinchiudere in galera dice quelli che non si vogliono fare vaccinare ? Rispondi a Luca

    Franco ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 18:32 :

    Chi di speranza (illusoria) vive disperato muore. Rispondi a Franco

    Stefania ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 12:48 :

    Che violenza._Allora per i criminali ci vorrebbe la pena di morte!Lei è il primo ignorante.Rinchiuderei lei in galera,per questa maniera di esporsi Violenta.E poi per rispondere a qualcun’altro,vi adagiate sugli allori,rispettate le regole.La strada per noi immortali è davvero davvero lunga. Rispondi a Stefania

    carlo mazzilli ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 17:31 :

    Stefà ... avessi capito un "acca" di quello che hai detto ... sei immortale? vuoi diventarlo? sei già immortale ma aspiri ad una superimmortalità? chi vuoi chiudere in galera? il tuo professore di italiano? ((concordo, si merita il carcere...). ma soprattutto chi ti fornisce? vorrei tanto provarne un poco anch'io ... Rispondi a carlo mazzilli

    Stefania ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 18:24 :

    Lei caro Signor o penso non lo sia affatto Signore,non merita nulla.Per aver sbagliato la parola mortale,tra l’altro t9,si permette di dire certe scemenze.Lei invece non merita nulla ,neanche il vaccino.E’solo un cafone.Corato e’piena di spacciatori ,se Ha bisogno di drogarsi lo faccia pure.

  • franco ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 11:40 :

    come al solito contrari e obiezioni ci sono in ogni campo! ma intanto rispondete agli interrogativi posti dalla dott.ssa circa la polio 'l'epatite b il tetano i vaiolo ecc ecc dove saremmo? quindi se non lo volete i vaccino NON LO FATE ma non inoculate(è il caso di dire) dubbi lamenti paure e quant'altro contrario......chi vivrà vedrà Rispondi a franco

  • Vincenzo Jurilli ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 10:28 :

    Bene Maria.Un esempio da seguire Rispondi a Vincenzo Jurilli

  • Ferrara Cataldo ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 08:34 :

    Una domanda la voglio porre alla dottoressa Iurilli, ma noi comuni mortali quando possiamo sperare di essere vaccinati? (ovviamente chi lo vuole fare). Dove lo faremo? Quale sarà il criterio? Lei è già nelle condizioni di poter esplicitare la metodologia visto che è la dirigente dell'ufficio igiene? Grazie Rispondi a Ferrara Cataldo

    Felice Gataleta ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 10:01 :

    è assolutamente prematuro pensarci ora. Verso Aprile, con dosi massicce di vaccino disponibile verrà assicurata una corretta somministrazione attraverso medici di base e strutture ospedaliere Rispondi a Felice Gataleta

  • Ss ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 07:09 :

    Tutti parlano di vittoria per l’Italia e per il mondo,invece e’una sconfitta per l’umanità essere arrivati a questo stato di cose.Personalmente non vorrei mai vaccinarmi,pero’rispetto chi lo fa’.Non comprendo perché si debba fare campagna denigratoria verso chi non vuole il vaccino.E nonParlo di me,anche di tanti medici ,di impiegatI pubblici,che sono contrari.Si arriva subito a pensare di volerli sollevare dal loro ruolo.Trovo tutto questo un’imposizione che mi sa’tanto di dittatura.Quando poi non abbiamo mai voluto quest’ultima per creare uno stato di polizia atta a combattere criminalità’,delinquenza locale,omicidi,e tutto quello che di orrendo ci sia al mondo! Rispondi a Ss

    carlo mazzilli ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 17:39 :

    puoi spiegare perchè non intendi vaccinarti? a parole tue, senza argomentazioni scientifiche, perchè pensi che il vaccino sia da evitare? due righe di risposta. Grazie. Rispondi a carlo mazzilli

    Mario Lupo ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 13:44 :

    È giusto che ognuno faccia le proprie scelte. Uno può decidere di vaccinarsi oppure no ma per rispetto della salute di tutti si può tornare a rivedere i vecchi metodi e cioè al vecchio libretto sanitario se non c’è l’hai in regola non entri a lavorare qualunque lavoro e attività sia . Rispondi a Mario Lupo

    Antonio T. ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 17:39 :

    Ben detto!!! Poi c'è anche da dire che chi non si vaccina è si ammala, alla società costa di più che se facesse il vaccino. Rispondi a Antonio T.

    Luigi Murgiano ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 13:33 :

    Siete un ostacolo per l'evoluzione ed il progresso. Andreste sollevati da qualsiasi cosa Rispondi a Luigi Murgiano

    M.D ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 18:29 :

    Sono duri di comprendonio. ..."nau Capiscine so tuost! Rispondi a M.D

  • Costantino ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 05:54 :

    Sono d'accordo con la dottoressa, è l'unica strada percorribile per sconfiggere il virus.Facciamolo tutti il vaccino. Rispondi a Costantino

    ConcettaBlescia ha scritto il 02 gennaio 2021 alle 13:45 :

    Sarebbe meglio farlo tutti e quanto prima ma lasciassero liberi i negazionisti.e diamo spazio a chi è già pronto a farlo. Io lo farei anche subito. Rispondi a ConcettaBlescia