Il bollettino della Regione

Coronavirus: 20 nuovi casi in Puglia, tornano sopra i 100 gli attualmente positivi

Sono 4.631 i casi accertati di Covid 19 in Puglia dall'inizio della pandemia. In totale sono 3.967 i pazienti guariti. I casi attualmente positivi sono 112

Cronaca
Corato sabato 01 agosto 2020
di La Redazione
Coronavirus
Coronavirus © n.c.

Sono 4.631 i casi accertati di Covid 19 in Puglia dall'inizio della pandemia. In totale sono 3.967 i pazienti guariti. I casi attualmente positivi sono 112.

Dai 1.832 test effettuati nella regione sono stati registrati 20 casi positivi: 4 in provincia Bari, 12 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il direttore generale della Asl di Foggia Vito Piazzolla dichiara: «Le persone risultate positive al Covid19 nelle ultime 24 ore si trovavano già in isolamento domiciliare in quanto erano a loro volta entrate in contatto diretto con casi positivi. Questo significa che il lavoro di contact tracing dei dipartimenti di prevenzione delle Asl e l’attività di sorveglianza attiva per chi si trova in isolamento domiciliare sta limitando al massimo la diffusione del contagio. In provincia di Foggia allo stato sono stati circoscritti tre focolai e messi sotto controllo».

Sotto controllo anche i casi nelle province di Lecce e di Bari individuati grazie all’intensa attività di screening, incluso chi arriva dall’estero, e di sorveglianza attiva.

Il direttore generale della Asl di Bari Antonio Sanguedolce con riferimento ai quattro casi della sua provincia dichiara: «Sono casi appartenenti a due nuclei familiari diversi individuati grazie alla sorveglianza attiva e allo screening. Presentano tutti sintomi lievi ed è già in corso l’attività di indagine epidemiologica per individuare i contatti stretti».

NON sono registrati decessi.

Il bollettino epidemiologico regionale odierno è disponibile cliccando qui.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 241.836 test. I 4.609 sono così divisi: 1.508 nella provincia di Bari; 382 nella provincia Bat; 671 nella provincia di Brindisi; 1.198 nella provincia di Foggia; 561 nella provincia di Lecce; 281 nella provincia di Taranto; 30 attribuiti a residenti fuori regione.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Pino polippi ha scritto il 02 agosto 2020 alle 12:21 :

    Un po‘ più di rispetto reciproco da parte dei cittadini basterebbe a limitare la diffusione. Non servono limiti e restrizioni (quelli si impongono alle pecore). Troppo facile incolpare le istituzioni. Rispetto significa distanza, mascherina (quando è necessaria), empatia, tolleranza! Punto! Io posso essere un negazionista o meno, un terrapiattista o meno, posso credere che sia tutto un complotto o meno, ma poiché i miei diritti finiscono dove iniziano quelli dell‘altro e viceversa, devo rispettare l opinione dell‘ altro quando arrivo in spiaggia e mi accorgo che devo mettermi a distanza (da chi c era prima)quando sono in coda e chi mi sta davanti mi richiede distanza, quando entro in un negozio e non indosso la mascherina....e se non voglio/posso rimango a casa o cerco luoghi isolati! Rispondi a Pino polippi

  • Pippo ha scritto il 02 agosto 2020 alle 11:40 :

    È facile incolpare le varie istituzioni. Bisognerebbe al contrario fare un po‘ di autocritica e non aspettare le restrizioni imposte dalle autorità ma avere senso civico e rispetto per gli altri qualunque siano le ns. opinioni credenze, convinzioni! Rispetto=Distanza=mascherina quando richiesto= no strafottenza. Poi si può parlare di negazionismo, Ufo, complotti, scie chimiche etc. etc. Solo rispetto! Rispondi a Pippo

  • Stefaniablasi ha scritto il 02 agosto 2020 alle 06:43 :

    Nn riesco a credere come i cittadini dopo tutti i morti che ci sono stati per il covid...nn credano più a questi numeri che oggi purtroppo stanno risalendo ! Come e possibile che alla gente nn gli importa di prendere il virus? Il governo poi fa finta fi niente al riguardo. Cosa vergognosa in entrambi i casi Rispondi a Stefaniablasi

    Antonio Di Belli ha scritto il 02 agosto 2020 alle 10:36 :

    È difficile governare in questo paese. Qualsiasi cosa fai sei sempre attaccato. Abbiamo una classe politica senza palle che non pensa e lavora per il bene del paese ma fa di tutto per rovesciare il governo e salire al potere. Una legislazione non ha mai la sua vita naturale. Abbiamo fatto più votazione di tutti gli altri paesi. Fatto un governo dopo elezioni normali l’opposiZio ne lavora solo per rovesciarlo. Mai si mette al lavoro per generare benessere per il paese. Fare proclami di cose che non si possono fare crea solo casino tra la gente che crede a tutto ciò che gli si dice o promette. Rispondi a Antonio Di Belli

  • Francesco amato ha scritto il 01 agosto 2020 alle 21:51 :

    In sicilia e peggio..tutti liberi..e chi arriva da Milano ecc piu libero dei siciliani,senza controlli..senza mascherine..senza test..dobbiamo dire grazie ai nostri onorevoli, all nostro presidente...ecc SIETE RESPONSABILI..E SENZA DIGNITA' , Rispondi a Francesco amato

  • carlo mazzilli ha scritto il 01 agosto 2020 alle 20:54 :

    imprudenza. questa sembra essere diventata la nuova parola d'ordine. la seconda è assenza di controlli. meno male che Lopalco ha fatto i 1.500 posti letto in terapia intensiva... ma non sarà solo quello: immaginiamoci un altro lockdown. questa volta ci sbraneremo uno con l'altro.abbiamo fatto esattamente come i due pazzi e i 100 cancelli... Rispondi a carlo mazzilli

  • peppino ha scritto il 01 agosto 2020 alle 15:45 :

    siamo solo all'inizio della nuova ondata, fatevi una passeggiata tra piazza di vagno e piazza sedile, e scoprirete il perchè !! Rispondi a peppino

    Maria P. ha scritto il 01 agosto 2020 alle 17:28 :

    Ma sei un virologo oppure hai fatto tarocchi per queste previsioni da catastrofista? Rispondi a Maria P.

  • Franz Josif ha scritto il 01 agosto 2020 alle 15:08 :

    Sotto sequestro x 3 mesi 60 milioni di italiani, se andavi a prendere il sole in spiaggia ti bloccavano con i droni. Ora non possono bloccare il flusso della immigrazione illegale, qualche migliaio di poveri disperati...governo ridicolo Rispondi a Franz Josif

  • Ciccio ha scritto il 01 agosto 2020 alle 15:07 :

    Purtroppo esiste gente che nega il problema Rispondi a Ciccio

    Franco ha scritto il 01 agosto 2020 alle 17:29 :

    Purtroppo c'è gente che lancia allarmi senza capire niente. Rispondi a Franco

  • Franco de Luca ha scritto il 01 agosto 2020 alle 13:40 :

    Speriamo nel vaccino quanto prima, perché continuando di questo passo siamo fritti. Si fanno sempre meno tamponi e ormai tutti che non si rispetta le norme, ma la cosa che è più incomprensibile è la latitanza del Governo nel prendere le decisioni. Rispondi a Franco de Luca

    Gigi Gusto ha scritto il 02 agosto 2020 alle 03:40 :

    Lungi da me difendere il governo, ma vorrei ricordare che proprio pochi giorni fa ha prorogato lo stato di emergenza (con tutto ciò che ne consegue a livello di norme). Il problema sono quei piccoli personaggi che continuano a sminuire il problema facendo propaganda sul virus. Rispondi a Gigi Gusto

    Manu Argentiero ha scritto il 01 agosto 2020 alle 21:25 :

    Io penso che la colpa vada prima di tutto al governo e alle loro decisioni prese in fretta! Dovevano far riaprire le aziende le fabbriche ecc ecc perché bisogna lavorare x vivere, ma no riaprire tutto il resto! Hanno dato il via all'estate come se niente fosse, spiagge movida e tutto! Come se la gente muore se x un'estate non và al mare o in vacanza. Ma x favore. Ormai nessuno più rispetta le regole, io le rispetto ma spesso mi trovo di fronte a mezzo metro chi invece non lo fa! Rispondi a Manu Argentiero

    Marco ha scritto il 01 agosto 2020 alle 17:34 :

    Hai detto tre cose e tutte sbagliate: stanno facendo tantissimi tamponi alla caccia di positivi che non sono neppure contagiosi. Il Governo sta facendo troppo e male, visto che siamo l'unico Paese un Europa che ha ancora lo stato di emergenza. Di quale passo parli? Per giugno Lopalco aveva previsto 1.500 ricoveri in terapia intensiva, sai quanti sono? Zero. Non tirate i piedi per favore. Rispondi a Marco

    Pierluigi Cantatore ha scritto il 03 agosto 2020 alle 09:26 :

    Guarda che lo stato di emergenza serve ad essere pronti nel caso le cose deteriorino rapidamente e evitare che i battibecchi tra regioni e governo rallentino gli interventi necessari. In breve serve ad evitare una nuova lombardia e conseguentemente un nuovo lockdown. Rispondi a Pierluigi Cantatore