Palazzo Capano

Chiese, strade e piazze storiche, monumenti, palazzi ed edifici storici, insediamenti rupestri.

a cura di Ettore Torelli
vistaSez

La compatta mole di Palazzo Capano, impreziosita da semplici ma eleganti elementi decorativi, si affaccia su Corso Garibaldi. In seguito alla realizzazione della vicina Via Duomo (fra la fine dell’800 ed i primi del 900), che ha condotto ad una riduzione dell’edificio e ad addossargli una piccola costruzione, e all’innalzamento di più recenti palazzi sugli isolati vicini, la sua importanza nell’ambito dell’edilizia storica cittadina è stata ridimensionata. Palazzo capano costituisce, infatti, per Corato la più espressiva testimonianza seicentesca di costruzione civile. Fu una delle prime dimore private, appartenente ad una delle più illustri e facoltose famiglie locali (i Capano), ad essere eretto a ridosso dell’antica cinta muraria, con ingresso all’esterno dell’originario nucleo urbano. Rappresenta e suggella, quindi, una lenta espansione urbanistica che durante il XVII secolo si va sviluppando, considerate le contemporanee costruzioni di più piccole dimensioni, che ancora oggi vediamo su Corso Garibaldi.

L’edificio presenta una pianta quadrangolare, con uno sviluppo ad un solo piano interamente intonacato e scandito da finestre trabeate secondo un’alternanza regolare. La piana e linda superficie del piano nobile, conclusa dal lungo ma appena accennato cornicione, contrasta col pianoterra ricoperto di bugnato rustico. Sulla facciata prospiciente il corso cittadino si apre al centro il portale ad arco leggermente strombato e a doppia ghiera. Esso è caratterizzato da un motivo decorativo a bugne sagomate ed alternate, pienamente in sintonia ai modelli napoletani dell’architetto sei-settecentesco Sanfelice. Interessanti sono anche i portali presenti sia in facciata, alle due estremità, sia lungo Via Mercato e sia nell’atrio interno. Ad arco ribassato sono realizzati con conci grezzi aggettanti e sporgenti, disposti secondo un ritmo alternato; al centro, in alto, come chiave d’arco si sviluppa un’elegante voluta.

Quasi al centro del palazzo, all’interno, si apre l’atrio rettangolare, al quale si accede attraversando il vasto vano del portale. Entrando, sulla sinistra, si sviluppa una larghissima scalinata in pietra, con primo e secondo pianerottolo; quest’ultimo è illuminato a giorno attraverso una triplice fuga d’archi a tutto sesto che poggiano su due belle colonnine in pietra. Al pianterreno si affacciano, nel cortile, diversi ingressi dei locali scuderie e magazzini ed anche eleganti finestre mistilinee; mentre dal piano sporgono alcuni balconi lievemente curvilinei, rifiniti con semplici ringhiere in ferro. Addossato alla parete di fondo vi è, in posizione centrale, un grazioso pozzo, con gli angoli smussati e decorato con cornici che inquadrano al centro un semplice fiore.

Riferimenti Bibliografici
Storia di Corato, FIORE N., Corato.

Booking.com

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Corato

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno