All'indomani della sfida con l'Omnia

Corato Calcio, accolto il ricorso sul caso El Friyekh. Sarà restituito il punto perso

Il Tribunale Federale Nazionale - sezione tesseramenti ha considerato valido al 20 ottobre il tesseramento del giovane attaccante marocchino. Una decisione che farà giurisprudenza

Calcio
Corato lunedì 19 febbraio 2018
di La Redazione
Il calciatore marocchino del Corato El Friyekh El Mahdi
Il calciatore marocchino del Corato El Friyekh El Mahdi © Sergio Porcelli

Ricordate il caso di El Friyekh El Mahdi, il calciatore minorenne extracomunitario, che costò la perdita di un punto a tavolino per il Corato Calcio dopo la gara d'andata contro l'Omnia Bitonto? Oggi è stato pubblicato il comunicato della sezione tesseramenti del Tribunale Federale Nazionale che dà ragione al Corato e, difatti, significherebbe la restituzione del punto perso.

Secondo il giudice sportivo il tesseramento del giovane nordafricano era irregolare perché alla pratica del tesseramento effettuato venerdì 20 ottobre non era allegato il certificato di residenza storico necessario. Il ricorso, effettuato dallo studio legale degli avvocati Michele Venezia e Angelo Mario Esposito di Potenza per conto della società neroverde, ha "ribaltato" la sentenza del giudice sportivo.

«La possibilità di accettazione del ricorso sembrava una porta chiusa - spiega l'avvocato Venezia - abbiamo fatto leva sulle gerarchie delle fonti del diritto. Mai la normativa sportiva può derogare a quello dello stato. In sintesi la normativa statale dello ius soli sportivo prevede l'equiparazione allo status di "italiano" e la semplificazione della burocrazia per i cittadini extracomunitari in Italia almeno dal compimento dell'età di 10 anni. L'assenza del certificato di residenza storico richiesto dalle circolari emanate dalla federazione sportiva (e peraltro inviato secondo la dirigenza del Corato ndr) non inficerebbe la regolarità del tesseramento, valido quindi dal 20 ottobre 2017, prima della partita con l'Omnia». Ora la parola al giudice sportivo che, rifacendosi alla decisione del T.F.N., farà valere il risultato acquisito dal Corato sul campo.

Questo il testo del comunicato n.14 del Tfn - sezione tesseramenti. "Il Tribunale Federale Nazionale - Sezione Tesseramenti, nella riunione tenutasi a Roma il giorno 19 febbraio 2018, ha assunto le seguenti decisioni <...> Il Tribunale Federale Nazionale - Sezione Tesseramenti, pronunciando sulla richiesta di giudizio della Corte Sportiva D’appello c/o CR Puglia – LND e, nonché, sul procedimento riunito del ricorso proposto dalla Società USD Corato Calcio 1946 ASD, dichiara valido ed efficace il tesseramento del calciatore El Friyeck El Mahdi (12.08.2000) per la predetta Società a far data dal 20.10.2017. Dispone la restituzione della tassa".

Dario Loporchio, responsabile dell'area tecnica del Corato, all'epoca dei fatti non c'era ma ha seguito con attenzione il ricorso: «Questo caso farà giurisprudenza. Sin dall'inizio era chiara l'intenzione della nostra segreteria di tesserare il nostro giocatore adottando lo ius soli sportivo. Sono felice che sia stato riportato il risultato del campo, quello più giusto. Voglio sottolineare la bravura degli avvocati dello studio Venezia per lo straordinario lavoro svolto e l'impegno di una società, quella neroverde, che sta tentando di metter su una struttura organizzativa di primo livello».

Il caso ha voluto che la decisione dell'organo federale nazionale sia arrivata dopo la gara di ritorno tra Omnia Bitonto e Corato, chiusasi con lo stesso punteggio dell'andata (1-1). Sono tre, quindi, i punti che la squadra di Castelletti rosicchierebbe agli omniani che andrebbero a pari punti (33) con il Corato. In virtù della nuova classifica l'ultima piazza playoff, occupata dall'Avetrana, disterebbe solo 6 punti.

Lascia il tuo commento
commenti