Cuore, grinta e determinazione

Un super Corato batte la capolista Bitonto

Grande prova dei ragazzi di mister Castelletti, che hanno superato con merito il Bitonto, compagine comunque laureatasi campione d'inverno del Campionato di Eccellenza

Calcio
Corato lunedì 18 dicembre 2017
di La Redazione
Un super Corato batte la capolista Bitonto
Un super Corato batte la capolista Bitonto © Sergio Porcelli

Cuore, grinta e determinazione: questi i sostantivi più gettonati tra gli spettatori del Comunale per descrivere la grande prova dei ragazzi di mister Castelletti, che hanno superato con merito il Bitonto, compagine comunque laureatasi campione d'inverno del Campionato di Eccellenza.

Padroni di squadra privi degli infortunati Sguera e Iacobone, ospiti senza lo squalificato Moscelli e l'indisponibile Bonasia. Pronti via e al 4° minuto il Corato era già in vantaggio: percussione di Lacarra fermata fallosamente, punizione di Negro deviata da Manzari e palla in fondo al sacco per il primo gol del talentuoso fantasista salentino. Il Bitonto non demordeva ed al 16’ sfiorava il pareggio con Rana che, da pochi passi, chiudeva troppo il destro, mandando fuori la sfera. Al 28’ Piperis provava la botta dal limite dell’area col destro, ma la sfera si spegneva sul fondo. Sul finire della prima frazione, gran giocata di Negro e destro da fuori a trovare la parata in due tempi di Addario.

Al 52’ un clamoroso errore in disimpegno di Pagone consentiva a Lacarra di conquistare un calcio di rigore e di lasciare il Bitonto in dieci causa il cartellino rosso inevitabile ad Elia, il quale altro non poteva fare se non commettere fallo per cercare di rimediare alla disperata all’errore commesso dal compagno di squadra. Dal dischetto si presentava lo stesso centravanti di casa, che però vedeva respingersi la conclusione dal balzo felino di Addario. Il mancato colpo da ko, rinvigoriva i bitontini e il neoentrato Caprioli al 58’ ci provava dal limite, ma il suo destro trovava l’attenta risposta di Leuci in angolo. Al 60’ ecco la rete del pari: Manzari, tra rimpalli e dribbling, saltava tutta la difesa del Corato e col sinistro centrava la gamba di Diagne che spiazzava l'incolpevole portiere di casa. Mister Castelletti si giocava il tutto per tutto inserendo Cotello ed il nuovo arrivato Cirigliano.

Al 69’ il gol del decisivo 2-1: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Altares era il più lesto di tutti a ribattere in rete un'ottima sponda del compagno di reparto Colangione, per il visibilio del pubblico coratino. Seconda marcatura stagionale per il fortissimo centrale spagnolo. Cinque minuti più tardi solo un intervento prodigioso di Addario evitava il 3-1 di Piarulli servito da Cotello. Subito dopo era lo stesso esterno argentino ad imperversare sulla sinistra e a trovare la disperata, ma reattiva uscita in scivolata del portiere ospite. Nel finale porta stregata per Lacarra il cui colpo di testa, su splendido servizio di Cormio in rovesciata, trovava il salvataggio sulla linea di Camasta. L'ultimo brivido lo regalava il Bitonto con un incredibile contropiede 2 contro 1, non finalizzato da Modesto per la miracolosa uscita di Leuci.

Corato che, al giro di boa, chiude a 19 punti (in attesa del giudizio della Corte d'Appello sulla gara persa a tavolino contro l'Omnia), a 10 lunghezze di distanza proprio dal Bitonto capolista, inseguito a 28 da Gallipoli e Avetrana (1-1 nello scontro diretto in terra tarantina) e Fasano (successo 4-1 a Casarano).

En plein di successi solo sfiorato per il settore giovanile. Alle convincenti vittorie della Juniores (3-2 in trasferta sulla Nuova Andria, gol di Messina e doppietta di Matera) e dei Giovanissimi (2-1 interno contro la Vigor Trani, a segno Radeglia e M. Tarricone), non replica la sfortunatissima formazione Allievi che esce sconfitta 3-2 (reti di Suglia e Mintrone) a Barletta contro lo Spirito Santo, dopo una gara interamente dominata.

Il tabellino

CORATO - BITONTO 2-1

Marcatori: Negro (C) al 4°, Manzari (B) al 60°, Altares (C) al 69°

CORATO: Leuci, Belluoccio, Zinetti, Zingrillo (Cotello), Colangione, Altares, Cormio (D'Addato), Diagne, Piarulli, Negro (Cirigliano), Lacarra. Allenatore: Castelletti

BITONTO: Addario, Pagone (Mongiello), Elia, Piperis (Modesto), Camasta, Sisalli, Terrevoli, De Santis, Manzari, Rana, Terrone (Caprioli). Allenatore: Zinfollino

ARBITRO: Ferranti di Perugia

Rigore fallito da Lacarra (C) al 53°

Espulso Elia (B) al 52° per fallo in chiara occasione da rete. Ammoniti Leuci, Negro e Lacarra (C), Manzari e Caprioli (B)

Lascia il tuo commento
commenti