La polemica

Loghi sul parquet del palazzetto, la Nmc: «Manca il rispetto delle regole»

Nota della Nuova Matteotti Corato sulla apposizione dei loghi sul terreno di gioco del PalaLosito. Nel frattempo l'under 20 ha giocato e vinto contro il Napoli

Basket
Corato lunedì 19 febbraio 2018
di La Redazione
Nmc
Nmc © n.c.
Nota della Nuova Matteotti Corato sulla apposizione dei loghi sul terreno di gioco del PalaLosito. Nel frattempo l'under 20 ha giocato e vinto contro il Napoli.


«Un sabato che regala spettacolo in campo, armonia sugli spalti, un Palalosito mai visto così colmo di gente per una gara giovanile» scrive la società. L'atmosfera giusta, un risultato giusto, peccato che tutto questo sia stato rovinato dall'amarezza dei nostri ragazzi e da quanti hanno assistito alla bella gara per l'inerzia colpevole della nostra amministrazione comunale.

Nonostante per tempo avessimo evidenziato che un Palazzetto dello sport comunale non poteva essere espropriato da parte di una società di Basket, nonostante l'amministrazione ha ammesso essa stessa che il logo della società a centrocampo fosse abusivo perché privo di autorizzazione così come le immagini visive adesive di sponsor nelle mezzelune e sulle protezioni sotto i canestri e vicino agli spogliatoi, nonostante tutto questo per la nostra amministrazione la legalità è un optional. Ne ha richiesto infatti “l'immediata rimozione”, senza indicare un termine preciso, senza procedere di autorità così da garantire a tutti l'immediato ripristino della legalità, senza comminare alcun provvedimento sanzionatorio per la violazione commessa. I ragazzi Nmc hanno giocato con il lutto al braccio a simboleggiare come ancora una volta la prepotenza, la tracotanza e soprattutto la slealtà e l'illegalità stanno avendo la meglio su tutti noi. La legalità e il rispetto delle regole sono defunti.

"Al di là infatti dell'esito della partita, io mi sento di affermare che per noi coratini oggi è una brutta giornata, una vera sconfitta da ricordare, perché siamo stati deprivati di un bene pubblico, tutti indistintamente a cominciare proprio dai nostri ragazzi - così si è espresso il dott. Domenico Gatta, General Manager della Nmc che ha letto un comunicato della società fra il primo e secondo tempo della partita. Come al solito la storia è sempre la stessa: il prepotente avrà sempre in scacco il debole che vuole farsi sopraffare.... ma noi non demordiamo... noi non molliamo mai... perché noi siamo Nmc!"».

La cronaca della gara
«Si scende in campo con lo starting five composto da Palacio, Mascoli, Perazzo, Carnicella e Zlatov. C'è poco da fare, una corazzata difficile da buttare giù, compatta in fase difensiva e letale nell'altra metà di gioco. Napoli ci prova come meglio può sfruttando contropartenze e punendo i padroni di casa dalla lunga distanza. I coratini però non ci pensano due volte: Zlatov fa male sotto canestro, sfruttando fisico e tecnica, Perazzo imponente detta legge sugli esterni del campo e tutti gli altri sempre pronti a concretizzare il gioco di squadra. Il primo periodo di gioco si conclude così sul 53 a 25.

Si riprende il gioco in un clima surreale, il bisbiglio dei tanti presenti dopo la lettura del comunicato del dott. Gatta, crea sconcerto e tutti possono constatare che quanto dichiarato effettivamente perdura da tempo. Ma la partita riprende e la Nmc continua a a condurre lo stesso gioco iniziale, si ruota in panca e coach Gatta concede a tutti la possibilità di calcare il parquet. Minuti preziosi dunque per tutti i componenti del team provando emozioni indimenticabili contro squadre di tutto rispetto e in un Palalosito che ha fatto da cornice ad un'ottima prestazione dei nostri ragazzi Under20.

94 a 70 su tabellone e l'arbitro fischia la fine. Tutto procede come previsto, ma ora bisogna rimanere con i piedi per terra visto che nulla si può dar per scontato. Mai sottovalutare il proprio avversario e crederci. Noi ci crediamo e vogliamo, sempre, il vostro supporto per continuare ad animare il campo di casa. Massimo supporto per questi ragazzi che non mollano mai e dimostrano, volta per volta, di metterci grinta e passione per questo meraviglioso sport».

Lascia il tuo commento
commenti