​Contro Lecce per il rilancio

As Basket, Marulli: «Non facciamo drammi»

Il presidente dell'As Basket prima della sfida con Lecce: «A tutti piace vincere ma dobbiamo capire ed analizzare anche i momenti negativi». Mercato: «Vediamo, abbiamo un diesse di livello e io ho fiducia nella mia squadra»

Basket
Corato giovedì 01 febbraio 2018
di La Redazione
Antonio Marulli
Antonio Marulli © Alessia Altieri

Tornare a vincere: questa la missione in casa neroverde dopo i due stop consecutivi. La sconfitta di Monteroni, per certi versi inaspettata, arrivata ancora una volta nelle ultime battute di gara, fotografa il momento sfortunato dei ragazzi di coach Verile, che sono chiamati al riscatto già oggi contro Lecce, per non finire risucchiati in una classifica che almeno nelle prime 9 posizioni è molto corta.

La Lupa (8 V - 12 S), che nell'ultimo turno ha regolato senza particolare affanni Vieste, non viene al PalaLosito da vittima sacrificale. Il duo Mocavero-Sirena, capaci di mettere a referto almeno 30 punti in due a partita, sono gli uomini più rappresentativi di un roster esperto e validissimo, che può contare tra gli altri sullo spigoloso Caloia, il veterano Colella, il fuoriserie Malaventura ( lo scorso anno protagonista in A2) Ferilli, Lasorte e Quaranta, giocatori che possono tranquillamente dire la loro in un campionato così equilibrato.

Un dato che può far ben sperare i neroverdi è lo score in trasferta della Lupa Lecce: su 9 partite, i salentini sono tornati a casa vittoriosi solo da Santeramo, vincendo peraltro di misura, mentre Corato tra le mura amiche ha fallito l'appuntamento con i due punti solo contro Ceglie, alla prima di campionato, e Ostuni due settimane fa.

All'andata Corato si impose per 62-72, al termine di un incontro quasi sempre condotto dagli uomini di Verile, bravi a non far mai rientrare in partita i salentini, nonostante i 22 punti di Sirena e i 16 di Mocavero. Per i neroverdi top scorer fu Bagdonavicius, autore di 19 punti. Avversario da non sottovalutare dunque, ma è necessario portare a casa questi due punti per invertire il trend e ricominciare a correre.

L’analisi del momento affidata alle parole del Presidente Antonio Marulli: «Non dobbiamo fare drammi per questi due stop consecutivi. A tutti piace vincere ma dobbiamo capire ed analizzare anche i momenti negativi. Bisogna subito riflettere sulle cause della sconfitta, analizzarle e reagire. Dobbiamo dimostrare che l’A.S. Basket Corato ha tutte le qualità per tornare alla vittoria a partire dalla prossima partita con Lecce. In questo finale di campionato ogni partita sarà decisiva, perché tutte le formazioni agiscono in tutti i modi per migliorare la propria classifica».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti