Vittoria fuori casa

Prova di forza dell'As Basket, a Castellaneta finisce 83-98

I coratini espugnano uno dei campi più ostici della Serie C Silver con un perentorio 83-98, al termine di una partita spettacolare

Basket
Corato lunedì 15 gennaio 2018
di La Redazione
Prova di forza dell'As Basket, a Castellaneta finisce 83-98
Prova di forza dell'As Basket, a Castellaneta finisce 83-98 © Alessia Altieri

Più forte di tutto e di tutti, l’A.S. Basket Corato espugna uno dei campi più ostici della Serie C Silver con un perentorio 83-98, al termine di una partita spettacolare, in cui le due squadre hanno messo in mostra tutto il loro repertorio offensivo.

Tutto esaurito il catino del PalaTifo, che durante questa stagione era stato violato solo da Ceglie e Francavilla. Ambiente difficile per qualsiasi squadra, anche per una squadra del calibro dei neroverdi, che però nei 40 minuti quasi mai hanno sentito la pressione del campo, anzi hanno condotto il match con personalità per quasi 36 minuti totali.

Buono, Cassano, Fontaine, Patella e Sakalas lo starting five scelto da coach Leale. Anche coach Marco Verile (che non ha potuto contare su Sgrò), decide di varare il classico schieramento con Stella, Morresi, Amendolagine, Bagdonavicius e Cicivè.

Dopo un botta e risposta firmato Morresi e Fontaine , emerge immediatamente una delle chiavi della partita: lo strapotere sotto le plance di Bagdonavicius e Cicivè, che raccolgono qualsivoglia pallone vagante nel pitturato, lasciando le briciole agli avversari. Perentoria anche la freddezza delle bocche di fuoco neroverdi, che con Amendolagine e Bagdonavicius (30 pti) firmano il primo parziale importante (3-9 al 3’). Castellaneta non ci sta e il funambolico Buono decide di mettersi in proprio firmando il personale contro-parziale di 5-0. Ancora Bagdonavicius (14 pti solo nel primo quarto) e due triple consecutive di uno strepitoso Castoro, chiudono un pirotecnico primo quarto sul 18-29.

Inizia male il secondo quarto per l’A.S. Basket Corato: l’11-2 di parziale dopo nemmeno 4 minuti, portano i biancorossi a -2 (29-31 al 14’). Qui emergono la classe e le doti da trascinatore del capitano Mauro Stella, addirittura in tripla doppia (29 pti, 11 assist, 10 reb), che con una tripla risolleva i viaggianti. Un minuto dopo si replica: Moliterni e Fontaine tentano di riavvicinarsi, Stella dai 6,75 mette le cose a posto, con l’aiuto dell’altro American Sniper Castoro (27 pti). A 2’ dall’intervallo è 35-48, con la partita che sembra chiaramente incanalata su binari neroverdi. Buono, Moliterni e Gaudiano accorciano fino al 40-51.

Al termine della pausa le squadre ritornano in campo e Castellaneta ha un Sakalas in più, disastroso nei primi 20’, determinante nella prima fase della terza frazione con 8 pti in 3 minuti. Dall’altra parte però il suo connazionale Bagdonavicius dimostra di non essere affatto da meno e con 4 pti consecutivi firma il nuovo +13 (45-58 al 23’). Nel Castellaneta segnano solo Sakalas e Buono (17 pti), ma tanto basta per arrivare sino al -5 al 29’. Stella e Moliterni fissano il punteggio del terzo quarto sul 61-67.

Inizio di quarto periodo horror per gli ospiti, che dopo la tripla di Moliterni e il lay-up di Patella, si ritrovano clamorosamente in vantaggio grazie a Fontaine e ancora Moliterni (71-67 al 33’). Corato sembra aver perso lo smalto e la lucidità, Castellaneta invece rinata. Ma due dei tre protagonisti della partita, Bagdonavicius-Stella, rimettono quasi immediatamente le gerarchie a posto, con un clamoroso 0-11 di parziale che scatena i 60 coratini giunti in terra tarantina. I padroni di casa iniziano a perdere le staffe, Corato gestisce con piglio da grande squadra e affossa definitivamente l’avversario con Castoro e Cicivè. Buono viene espulso e questo causa la reazione scomposta dei tifosi di casa. Stella mette a segno i 5 tiri liberi concessi e ad 1’ dalla fine chiude il match (78-90). Ormai non si gioca più e in un finale concitato (espulso anche Gaudiano), Corato sigilla la prestazione magistrale ancora con Mauro Stella e con Michele Castoro, fino all’83-98 finale.

Due punti di platino per l’A.S. Basket Corato, che domina un forte avversario, sicuro concorrente dei play-off, in un’atmosfera infuocata, talvolta oltre misura. Continua quindi il testa a testa con Ceglie, vittorioso su Monopoli solo a 30’’ dalla fine, dopo essere stata sotto per tutta la partita. Domenica prossima altra prova del fuoco per i neroverdi, che tra le mura amiche affronteranno il temibilissimo Ostuni, altro avversario che concorrerà per un posto ai play-off. E come abbiamo visto nel corso del girone d’andata, Corato-Ostuni non è mai una partita banale. Ci sarà bisogno di tutto il calore e il supporto dei tifosi neroverdi per portare a casa altri due punti che sarebbero fondamentali per il cammino coratino.

Il tabellino

Valentino Castellaneta - AS Basket Corato 83-98 (18-29, 40-51, 61-67)

Castellaneta: Moliterni 16, Scarati, Gaudiano 4, Cassano 4, Fontaine 17, Sakalas 19, Carucci, Patella 6, Buono 17

Corato: Morresi 7, Stella 29, Sgrò, D’Imperio, Castoro 27, Cipri, D’Introno, Cicivè 2, Di Bartolomeo, Amendolagine 3, Bagdonavicius 30


La classifica

N.P. Ceglie 30
Basket Corato 30
Action Now! Monopoli 26
Cestistica Ostuni 24
Libertas Altamura 22
Bk1963 Francavilla 22
Valentino Basket Castellaneta 22
Virtus Ruvo di Puglia 20
Mola New Basket 18
N.P. Monteroni 14
Sunshine BK Vieste 14
Cus Jonico 14
Pall. Lupa Lecce 14
G. Angel Manfredonia 10
Valle d'Itria Martina Franca 4
Murgia Santeramo 2

Lascia il tuo commento
commenti