Le parole dell'ala dell'As Basket

Corato a Castellaneta, Sgrò: «È un palazzetto caldo»

Acciacchi in settimana per il cestista neroverde che tranquillizza: «Domenica ci sarò». I tarantini sorpresa della stagione: «Sarà una gara difficile, loro hanno un tifo pazzesco»

Basket
Corato venerdì 12 gennaio 2018
di La Redazione
Luca Sgrò
Luca Sgrò © Alessia Altieri

Messi in cassaforte i primi due punti del 2018 con Manfredonia, l’A.S. Basket Corato sarà impegnata domenica 14 Gennaio alle 18.15 nella prima trasferta del nuovo anno, sul terribile campo della Valentino Castellaneta. Un match durissimo attende i neroverdi in terra tarantina, sia per la forza dei biancorossi di casa che per il fattore campo decisamente più caldo del girone.

Sarà una sfida con tantissimi spunti, dove spicca il miglior attacco del campionato (quello di Castellaneta con 86 punti a gara) e la miglior difesa (quella dei neroverdi con 66 punti subiti a gara). Castellaneta può essere annoverata senza dubbio, al pari dei coratini, una delle sorprese di questo campionato. Undici vittorie nel bottino dei tarantini e sogni legittimi di alta classifica per merito del grande lavoro che Coach Leale e la sua squadra hanno saputo sciorinare in questa prima metà stagionale. I biancorossi giocano una pallacanestro di difficile lettura: letale in transizione e che vive delle alte percentuali al tiro, esaltate specialmente nel fortino del “PalaTifo”.

In cabina di regia agisce Renato Buono, eccellente nel fabbricare canestri per se e per i compagni (15 punti a gara). Alle sue spalle un backcourt di tutto rispetto con l’ex Corato Davide Resta (10 pts), Gaudiano (10 pts) ed il giovane Cassano. Sotto le plance Castellaneta ha trovato il giusto mix di atletismo e atipicità con il sempreverde Moliterni (11 pts) e la coppia di comunitari Fontaine e Sakalas che incidono notevolmente nel fatturato offensivo ( oltre 32 pts in coppia). Completano il roster i giovani Patella, Carucci e Pancallo.

Ad analizzare il momento in casa Corato, l’ala Luca Sgrò: «Con Manfredonia era importante vincere per riprendere la marcia. Non è stato scontato ottenere questo risultato, ma alla fine macinando la nostra pallacanestro abbiamo portato a casa i due punti. Adesso ci aspetta una gara difficile a Castellaneta. Non ho mai giocato da avversario su quel campo, ma so che ci attende un tifo pazzesco. Sarà importante rimanere concentrati, seguendo i nostri principi di gioco e di ciò che abbiamo preparato in settimana. Non viviamo un grande momento dal punto di vista fisico, con molti acciacchi, ma dobbiamo stringere i denti in questa fase della stagione e cercare di continuare nel nostro percorso».

Lascia il tuo commento
commenti