​Nella categoria juniores 92 kg

Finali europee di Lotta, il coratino Gabriele Strippoli fermato da un infortunio

Il lottatore coratino, già da anni nel giro della nazionale, è stato per due anni di fila campione italiano nella categoria cadetti

Altri Sport
Corato lunedì 06 agosto 2018
di La Redazione
Gabriele Strippoli
Gabriele Strippoli © n.c.

Si è dovuto arrendere ad un passo dalle finali di Lotta Stile libero il coratino Gabriele Strippoli, impegnato nella categoria juniores 92 kg, nei campionati Europei che si sono svolti al Palafijlkam di Ostia.

Il lottatore coratino, già da anni nel giro della nazionale è stato per due anni di fila campione italiano nella categoria cadetti, mentre quest’anno ha ottenuto il terzo posto nel campionato assoluto. Purtroppo ieri, dopo aver combattuto ed essersi qualificato per i ripescaggi validi per le finali, a poche ore dal suo incontro, Gabriele Strippoli è stato costretto al ritiro a causa di un problema alla spalla che lo aveva obbligato anche al ritiro in Romania durante le gare di categoria. Ben 28 gli azzurri convocati in tutti e tre gli stili 10 per la greco-romana, 10 per la femminile e 8 per lo stile libero, fra cui Strippoli. Una sfida a tutto tondo quella intrapresa dalla Fijlkam per il rilancio della lotta italiana anche dal punto di vista organizzativo.

«Gli Europei juniores - sottolinea il vice presidente vicario Giovanni Morsiani – hanno dimostrato che la Federazione, e in questo caso il settore lotta, valgono non solo per l’aspetto qualitativo degli atleti e dei tecnici e quindi agonistico, ma anche per quello organizzativo.

Il nostro obiettivo è quello di riuscire ad organizzare un evento internazionale, in termini di Europei o Mondiali, tutti gli anni nel territorio nazionale. E partiamo da Ostia perché è giusto valorizzare il nostro Centro Olimpico Federale e i nostri dirigenti».

A Celestino Di Nunno, per anni dirigente regionale della federazione, si deve il merito di aver saputo incentivare e promuovere le arti marziali a Corato. «Lo ricorderemo sempre – dice Sabino Silvestri vice presidente regionale Fijlkam – come il nostro Capo, per tutto ciò che ha fatto per le nostre discipline».

Lascia il tuo commento
commenti