La terza giornata del campionato Seniores “Puglia-Basilicata-Calabria”

Rugby, seconda vittoria per il Corato

Quella degli Amatori Taranto è una delle squadre pugliesi con maggiore tradizione rugbystica

Altri Sport
Corato giovedì 02 novembre 2017
di La Redazione
Rugby Corato
Rugby Corato © n.c.

Domenica scorsa per la terza giornata del campionato Seniores “Puglia-Basilicata-Calabria” il Rugby Corato ha disputato la prima delle 8 gare casalinghe del campionato. Data la incomprensibile impossibilità di disputare l’incontro a Corato, si è giocato a Trani sul sintetico del Campo della Polisportiva Ponte Lama.

La partita è terminata con la vittoria del Rugby Corato col punteggio di 20-15. Avversario di giornata dei biancoverdi coratini è stata la Amatori Taranto una delle squadre pugliesi con maggiore tradizione rugbystica. L’incontro tra le due squadre non si disputava da fine anni ’80.

Rispetto alla domenica precedente l’allenatore Lorenzo Di Ruvo dava peso ai primi 5 giocatori di mischia spostando Claudio Strippoli in seconda linea e inserendo Aldo Pisicchio in posizione di flanker. All’ala Farucci partiva per la prima volta titolare.

I primi minuti erano di marca jonica con gli ospiti che si installavano nella metà campo coratina e premevano col pack. Da una punizione battuta rapidamente il capitano ospite Lica Scavo portava in vantaggio i suoi per il parziale di 0-5.

Così come nelle precedenti due partite, il Corato dopo un approccio incerto reagiva dopo aver subito il vantaggio ospite. I giocatori di mischia mettevano in avanzamento la squadra e costringevano gli ospiti a difendere indietreggiando. Dopo alcuni falli ospiti i biancoverdi avevano l’occasione di accorciare le distanze con un calcio di punizione che non centrava i pali. La partita proseguiva con il Corato in attacco e gli ospiti pronti a ripartire.

La mole di lavoro della squadra portava alla meta del pareggio siglata dalla mischia, con la trasformazione di Edoardo Marchese il Corato passava in vantaggio sul 7-5.

La squadra prendeva fiducia e dopo un break dell’estremo Domenico Miscioscia nella difesa avversaria, con una nuova ripartenza deo giocatori della mischia riusciva a marcare nuovamente: l’arbitro sanzionava con una meta di punizione un placcaggio sul portatore di palla coratino lanciato a meta (palla comunque schiacciata oltre la linea di meta).

In attesa della trasformazione della seconda meta, i giocatori del pacchetto di mischia hanno dedicato le due marcature a Simone Perrone e Domenico Calviello, due compagni di squadra (entrambi terze linee) recentemente infortunatisi.

Il canovaccio della gara proseguiva nella parte restante del primo tempo: il mediano di mischia Mazzilli organizzava la manovra alternando i portatori di palla coratini che mettevano in avanzamento la squadra. La pressione dei padroni di casa portava a due falli degli ospiti sanzionati da due cartellini gialli. Con la doppia superiorità numerica il Corato provava ad approfittarne cercando di incrementare il vantaggio ma, l’errore di presunzione di ripartire alla mano dalla propria area dei 22 portava alla seconda meta ospite, marcata nuovamente da Scavo che riapriva la gara. Il tempo terminava 14-10 per il Corato.

Nel secondo tempo la partita si accendeva e diventava combattuta con attacchi e contrattacchi da ambo le parti. Il cartellino giallo a Roberto Strippoli pareggiava il numero dei giocatori in campo, in 14 contro 14 il Corato aveva una grossa occasione per marcare la terza meta: la seconda linea coratina schiacciava alla bandierina ma il Direttore di gara non concedeva la meta sanzionando un doppio movimento.

Sul ribaltamento di fonte gli ospiti si portavano in vantaggio marcando la meta del sorpasso punendo una salita difensiva incerta dei padroni di casa. Dopo la convalida della meta ospite veniva ammonito il coratino Edoardo Marchese.

Sebbene il punteggio in quel momento puniva i padroni di casa, la squadra non smetteva di macinare gioco. Di Ruvo sceglieva coraggiosamente di giocarsela sostituendo due dei giocatori di maggiore esperienza della squadra Michele Strippoli ed Enzo Mascoli inserendo Arresta, Petrone e Arsale, quest’ultimo al suo debutto stagionale.

I nuovi entrati si facevano sentire e il Corato riprendeva a premere, dopo una touch maul avanzante il Corato arrivava nei pressi della linea di meta avversaria. Dopo alcuni minuti di attacchi vicino la linea di meta ospite, il capitano coratino Piccolomo decideva che era il momento di concretizzare con punti sul tabellone, chiedeva i pali dopo un fallo ospite. La realizzazione portava il Corato al sorpasso per il 17-15.

Negli ultimi minuti di gara gli ospiti provavano a risalire il campo, il Corato riusciva a conservare il possesso e dopo un altro fallo ospite realizzava un’altra punizione per il definitivo 20-15.

Nel prossimo turno il Corato sarà in trasferta sul campo di Rende, ospite della formazione calabrese del CUS Cosenza, squadra che viaggia a punteggio pieno.

Formazione Rugby Corato: 1. Lamura Michele, 2. Conca Vito (vice capitano), 3. Mascoli Enzo (16. Curtatone Giuseppe Emanuele), 4. Strippoli Claudio, 5. Strippoli Michele, 6. Campanale Francesco, 7. Pisicchio Aldo (17. Petrone Luciano), 8. Caldarola Fabrizio (21. Arresta Pasqualefabio), 9. Gianluigi Mazzilli, 10. Marchese Edoardo, 11. Farucci Giuseppe (18. Arsale Francesco) 12. Strippoli Roberto, 13. Piccolomo Cataldo (capitano), 14. Vitale Gianluigi (19. Di Benedetto Andrea), 15. Miscioscia Domenico (20. Caputi Alessandro) (22. Alpino Luca). Allenatore: Di Ruvo Lorenzo. Piazzola: Marchese E. 2/3. Piccolomo: 1/1.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette